NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

VIOLENZA NELLE NOSTRE STRADE !!

 

 

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

RISSA TRA STRANIERI IN VIA MADONNA DEL PRATO, TRE ARRESTI

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Arezzo hanno arrestato tre bangladesi, rispettivamente di 21, 23 e 34 anni, e denunciato un filippino, 39enne, per aver partecipato ad una rissa avvenuta intorno all’una e mezza di stanotte in strada, nei pressi di un esercizio kebab di via Guido Monaco. I militari operanti accertavano che a partecipare alla rissa erano state quattro persone, le quali pochi minuti prima si erano affrontate con calci e pugni. Ad un certo punto, la contesa proseguiva con l’utilizzo di un coltello e alcune cinture dei pantaloni. I colpi inferti con il coltello erano così violenti da provocare la rottura della lama. Immediatamente trasportati al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Donato di Arezzo, agli autori della rissa venivano refertate ferite multiple da taglio sul volto, alla testa e sulle mani. I tre arrestati sono stati portati presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale Carabinieri di Arezzo, dove rimarranno a disposizione dell’A.G. fino al processo per direttissima che si terrà nella giornata di domani, durante il quale dovranno rispondere del reato di rissa aggravata, lesioni gravi e porto abusivo di arma da taglio ed oggetti atti ad offendere. Il quarto partecipante alla rissa, dileguatosi subito dopo i fatti, è attivamente ricercato.

 

 Stampa  Email

CAPOLONA LAVORI DI MANUTENZIONE ALL'IMPIANTO IDRICO COMUNALE

CAPOLONA SOSPENSIONE DELL’EROGAZIONE DELL’ACQUA

 

Martedì 23 prossimo verranno effettuati lavori di manutenzione all’impianto di potabilizzazione di Busenga, ciò comporta la interruzione nell’erogazione dell’acqua dell’acquedotto dalle8,30 alle 13,00 nelle località seguenti: Capolona capoluogo, San Martino, La Valle, Figline, Busenga nonché la zona industriale di Castelnuovo in comune di Subbiano.

 Stampa  Email

PROGRAMMA GESTIONALE OBBLIGATORIO PER CHI OSPITA

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

CAVRIGLIA – I carabinieri della locale Stazione hanno denunciato il titolare di una struttura ricettiva per non essersi dotato del programma gestionale, obbligatorio per legge, per la comunicazione delle generalità degli ospiti all’autorità di Pubblica Sicurezza. Anche in questo caso l’illecito è emerso durante un’ispezione che rientra nell’attività preventiva di controllo del territorio svolta quotidianamente dai reparti dell’Arma dei carabinieri.

 Stampa  Email

CALCIO DOMENICA 21.10. 2018 CHIANTIGIANA - SUBBIANO 1 - 1

CALCIO DOMENICA 21.10.2018 CHIANTIGIANA – SUBBIANO 1 – 1

Chiantigiana, la squadra di una cittadina, Greve, di dimensioni simili a Subbiano. Collocata nel Chianti è una cittadina ricca con una squadra degna di positivi risultati. La partita è stata gradevole e gli spettatori sono usciti soddisfatti dalla prestazione delle due squadre. Meno soddisfatti i giocatori del Subbiano che hanno lamentato un evento inaspettato: tutto il secondo tempo giocato in dieci per l’espulsione di Gjoka per somma di ammonizioni. Parte bene il Subbiano e dopo varie incursioni di Pallanti e Detti che impensieriscono il portiere della squadra locale, al 25° del primo tempo, Falsini è pronto a insaccare una debole respinta del portiere locale che ha respinto un forte tiro di De Paola.0 – 1. L’inizio della ripresa trova un Subbiano lanciatissimo, ma poco a poco, il fervore si smonta perché il fatto di giocare in dieci condiziona i giocatori ed al 20° Rosi, n.11 della Chiantigiana, su passaggio di Bruni segna il gol del pareggio 1 – 1. Questo sarà il risultato finale per due squadre superbe che non hanno fatto rimpiangere il costo del biglietto per lo stadio.

FORMAZIONI

Subbiano: Lancini, Shalahj, Zammuto, Corti, Gjoka, Marraghini F., Marraghini T., Detti, De Paola, Pallanti, Falsini. Allenatore: Laurenzi.

Chiantigiana:Gasparri, Del Corte, Petracchi, Qehajay, Signorini, Recchi, Bruni, Mariani, Fontanelli, Mugnai, Rosi. Allenatore: Molfesi  

 Stampa  Email

SUBBIANO E CAPOLONA E' POSSIBILE ORGANIZZARE LA "SAGRA DEL FAGIANO" ?

 

SUBBIANO E CAPOLONA UN CONSIGLIO ALLE PROLOCO E AI COMUNI

 

 

 

 

La partita di calcio di domenica 28ottobre prossima ci dà il pretesto per parlare di Montalcino.

 

Domenica 28, infatti, a Subbiano si svolgerà la partita Subbiano-Montalcino. Si tratta di una squadra ben piazzata in classifica, ma soprattutto quella località è ben piazzata quanto ad iniziative che valorizzano il territorio.

 

Montalcino è una cittadina, in provincia di Siena, antica forse quanto o più di Subbiano e Capolona; vanta presenze storiche illustri, e soprattutto un’Amministrazione comunale attenta ad iniziative turistiche importanti.

 

Il 27 e 28 ottobre, cioè sabato e domenica prossima, si terrà la 61 esima “Fiera del tordo”. Una manifestazione che coinvolge tutto il comune e che lo suddivide in quattro rioni; questi daranno luogo ad una gara di tiro con l’arco; ci sarà un ballo in piazza con un complesso tipico (Il Trescone) e ci sarà un ristorante ove sarà possibile mangiare l’ottimo uccello arrosto. Ci sarà anche un corteo storico con personaggi in costume medievale: sfilerà per le antiche strade cittadine.

 

L’iniziativa, importante per i montalcinesi, è stata reclamizzata con un annuncio “a pagamento” sul “Corriere della Sera” e sicuramente richiamerà un folto pubblico da ogni parte.

 

Subbiano e/o Capolona potrebbero seguire le orme di Montalcino organizzando una qualche gara sportiva o d’arme (tipo la battaglia medievale riprodotta ogni anno a Castelluccio ) e una sagra ad esempio del Fagiano o di qualcos’altro. Abbiamo costumi medievali in abbondanza tra le nostre due cittadine, abbiamo produttori di ottimo vino da offrire a pagamento alla gente ; abbiamo strutture e complessi festieri adeguati all’iniziativa ed abbiamo anche locali ove sia possibile ripararsi in caso di pioggia. Questo vuol essere un suggerimento alle due Amministrazioni, ma soprattutto agli organi direttivi delle due proloco.

 Stampa  Email

CAPOLONA FORTI PREOCCUPAZIONI PER IL PONTE SULL' ARNO DEL CASTELLUCCIO

Avanzata petizione sulle condizioni del Ponte Buon Riposo-Castelluccio.

 

I cittadini di Buon Riposo, Cincelli e Castelluccio sono fortemente preoccupati per le condizioni del
Ponte sull’Arno che collega queste località dei territori di Arezzo e di Capolona. Il ponte fu
costruito alla fine degli anni Cinquanta del secolo scorso ed è stato oggetto di vari interventi di
manutenzione negli anni, soprattutto di rinforzo dei piloni che, col tempo, sono stati
pericolosamente scalzati dalle acque del fiume Arno. Purtroppo la situazione sta deteriorandosi
ulteriormente con la corrosione continua alla base dei piloni creando non poca apprensione nella
popolazione e fra le attività commerciali ed industriali numerose nella zona, a cominciare da
Castelluccio. Inoltre, le acque del fiume Arno sta mangiando sempre più la riva destra idrografica
sia a valle che a monte del ponte.
A questa situazione, si è aggiunta la mancata segnalazione da parte del Comune di Capolona al
Provveditorato alle OO.PP. di queste precarie condizioni del ponte creando ulteriore allarme fra la
popolazione che ha indotto, alcuni cittadini, a farsi promotori di una petizione segnalando le
condizioni statiche e la inadeguatezza della infrastruttura viaria all’azione sismica.
Nella petizione, inviata ai sindaci dei Comuni di Arezzo e Capolona (gestori del ponte), alla
Prefettura ed anche all’Assessorato alle Infrastrutture della Regione Toscana, si chiede che siano
individuati gli interventi urgenti da realizzare e che si effettui una seria programmazione per le
misure meno urgenti per un’opera essenziale e messa a dura prova anche a seguito delle ripetute
chiusure temporanee di Ponte a Buriano.

 Stampa  Email

SUBBIANO: CHIEDIAMO AL SINDACO DE BARI

SUBBIANO CHE FINE HANNO FATTO 70.000 EURO ?

Settantamila euro è la cifra che lo Stato ha deliberato e versato al Comune di Subbiano per il progetto del Percorso di San Francesco. Una Via storica di cui abbiamo già lungamente parlato su questo Giornale. Una Via che poteva essere un programma per il rilancio turistico del nostro comune; invece se ne sono appropriati altre realtà comunali (Sansepolcro, Anghiari, Caprese) , praticamente, Subbiano è rimasto fuori. Ma con quel finanziamento sarebbe ancora possibile intervenire e partecipare all’iniziativa. Solo che non si sa, o almeno non è dato sapere che fine hanno fatto quei 70.000 euro. Lo chiediamo al Sindaco di Subbiano, ricordandogli che quei soldi, se non verranno utilizzati per lo scopo preciso, dovranno essere restituiti allo Stato e non appare una ipotesi impossibile sol che si consideri che sono stati erogati da oltre cinque anni.

 Stampa  Email

SUBBIANO UN DISSIDIO PORTA ALLE DIMISSIONI DI FALTONI

 

SUBBIANO SI DIMETTE IL DOTT. FALTONI DA JANUS

Un uomo di buona volontà, una persona sensibile al di sopra di ogni polemica. Senza alcuna garanzia aveva accettato di assumere l’incarico di responsabile della sicurezza del fabbricato ove era stata spostata la Scuola Elementare. Ha richiesto il nulla osta antincendio ai Vigili del Fuoco; ha compiuto una serie di atti amministrativi che potessero garantire un minimo di possibilità di istallare le aule per i bambini in quell’immobile in origine avente diversa destinazione. Il Dott. Faltoni è anche Consigliere comunale, di minoranza in realtà, essendosi presentato candidato sindaco in rappresentanza del Movimento 5 Stelle. Ciononostante aveva messo la sua persona a servizio dei subbianesi,e, forse sopravvalutando la figura degli Amministratori della cosiddetta maggioranza, aveva assunto su di sé la responsabilità di mandare i bambini in quei locali ancora non amministrativamente perfezionati per l’uso scolastico.

Sembra che all’origine ci sia un dissidio con un Amministratore. Costui, nell’interesse della popolazione, avrebbe dovuto “curare” i buoni rapporti con Faltoni; invece, forse per un antico antagonismo politico e personale, ha tenuto un comportamento diverso che forse ha determinato le dimissioni del Dott. Faltoni. Il risultato è che oggi la scuola, lì dove è collocata non ha più il responsabile della sicurezza e dell’antincendio. Non siamo in grado di conoscere le conseguenze di tale situazione. L’augurio è che i subbianesi, quando saranno chiamati alle urne (primavera 2019), votino giudiziosamente scegliendo i propri Amministratori.

 Stampa  Email

SUBBIANO A PROPOSITO DI TRASPORTO SCOLASTICO

ATTO COMUNALE PER IL TRASORTO SCOLASTICO

 

DITTA INI BUS DI INI GAETANO E C. S.A.S. SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO

ANNO SC. 2018-19 E 2019-20 CON POSSIBILITA' DI RINNOVO PER ANNI UNO. IMPEGNO

DI SPESA PERIODO SETTEMBRE-OTTOBRE 2018.

L'anno duemiladiciotto il giorno quattordici del Mese di settembre

 

VISTA

la determinazione n. 349 del 31/07/2018 che individua, per l'affidamento del servizio di trasporto

scolastico, la procedura aperta ai sensi dell'art. 60 del D.Lgs. n. 50/2016, da aggiudicarsi con il criterio

dell’offerta economicamente più vantaggiosa e da gestire telematicamente attraverso la piattaforma START

con scadenza fissata al 03.09.2018 ore 18,00 per la presentazione delle offerte (CIG

75859046903);

RICHIAMATA

la determinazione n. 388 del 04/09/2018 con la quale è stato provveduto alla nomina della

Commissione di gara;

VISTA

la determinazione n. 404 del 14/09/2018 si è provveduto all’affidamento del servizio di trasporto

scolastico per la durata di due anni scolastici dal 01.09.2018 - 31.08.2020 con possibilità di rinnovo di anni

uno in favore della ditta INI BUS DI INI Gaetano & C. S.A.S, con sede in Marano di Napoli, via San Rocco

118, p.iva 05346940637, a seguito di positiva verifica della congruità dell’offerta;

TENUTO

presente che:

- con decreto del Sindaco n. 16-2018 al sottoscritto sono state attribuite le funzioni di cui all’articolo 107, 2°

e 3° comma, del decreto legislativo 18.8.2000, n° 267, relativamente all’area 4 sociale-scuola-cultura,

comprendente il servizio intestato;

- ai sensi del 2° comma dell’articolo 107 sopra richiamato - tali funzioni includono l’adozione degli atti e dei

provvedimenti amministrativi, compresi tutti gli atti che impegnano l’Amministrazione verso l’esterno,

la gestione finanziaria, tecnica ed amministrativa, mediante autonomi poteri di spesa, di

organizzazione delle risorse umane, strumentali e di controllo;                                          </p> <p align="LEFT">                                                                                                              DETERMINA DI IMPEGNARE

la somma pari ad € 12.990,00 per il periodo settembre-ottobre c.1. a., in favore della

ditta INI BUS DI INI Gaetano & C. S.A.S, con sede in Marano di Napoli, via San Rocco 118, p.iva

05346940637, rinviando a successivo atto l’impegno di spesa per il residuo periodo

novembre-dicembre 2018, a seguito di aggiudicazione definitiva.

 Stampa  Email

CAPOLONA RIFIUTI ABUSIVI RIMOSSI DAL COMUNE

CAPOLONA ACCUMULO DI RIFIUTI PRESSO CAFAGGIO

Durante la ripulitura di alcuni torrenti eseguita dal Consorzio di Bonifica in località Cafaggio presso il torrente Faltignano sono stati trovati rifiuti abusivamente scaricati da sconosciuti; venuto a conoscenza della cosa, l’Assessore comunale di Capolona Daniele Pasqui ha immediatamente disposto la rimozione ed il ripristino dei luoghi è stato assicurato dal Comune. Tutto bene quel che finisce bene, ma è bene che i “depositanti” abusivi sappiano che il loro è un atto di assoluta inciviltà e, se scoperto, verrà severamente sanzionato.

 Stampa  Email

GUAI SERI A CHI VIAGGIA MEZZO UBRIACO !!

                     

QUESTURA di AREZZO

Ufficio di Gabinetto

COMUNICATO STAMPA

FINE SETTIMANA DI CONTROLLI DELLA POLIZIA DI STATO CON L’OBIETTIVO DI CONTRASTARE L’ALTERAZIONE PSICOFISICA DEI CONDUCENTI

Anche nel corso di questo fine settimana, nel territorio della Toscana sono stati organizzati i consueti servizi di contrasto alle condotte di guida più pericolose per la sicurezza della circolazione, con particolare attenzione alle condizioni psicofisiche dei conducenti.

A tal fine, il Compartimento Polizia Stradale per la Toscana ha predisposto un reticolo di controlli notturni che ha coinvolto pattuglie appartenenti alle Sezioni di Pisa, Pistoia, Arezzo, Lucca e Massa Carrara, che hanno effettuato specifici servizi di contrasto nel territorio delle Provincie di Pisa, Arezzo e Lucca – ove hanno partecipato anche i sanitari della Polizia di Stato, per verificare l’eventuale assunzione di sostanze stupefacenti e psicotrope.

Durante tali servizi sono stati complessivamente controllati 93 conducenti, nove dei quali sono risultati “positivi” all’etilometro. In 4 occasioni è stato accertato un tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 g/l, che prevede una sanzione amministrativa di euro 532,00 e la sospensione della patente di guida per un periodo minimo di 3 mesi. Altre 4 persone hanno invece evidenziato un tasso superiore a 0,8 g/l e – oltre ad essere denunciate a piede libero – subiranno la sospensione della patente per almeno 6 mesi. A Pisa un uomo è stato sorpreso a guidare il proprio veicolo nonostante avesse un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l; è stato denunciato a piede libero e avrà la patente sospesa per almeno 12 mesi. Il mezzo è stato sequestrato.

 Stampa  Email

CALCIO DOMENICA 21.10.2018 CAPOLONA - TEGOLETO 2 - 2

DOMENICA 21.10.2018 CAPOLONA – TEGOLETO 2 – 2

Tegoleto, una squadra con molto agonismo, ma sprovvista di tecnica; una difesa granitica anche grazie al terzino Gueye, un giovane alto di colore che ha costituito una vera e propria barriera contro i frequenti attacchi dei giocatori del Capolona. Questa, il Capolona,  è una squadra senz’altro superiore da tutti i punti di vista, ma ha sottovalutato gli avversari e perciò il risultato finale due a due non li ha premiati come si aspettavano. Il Tegoleto, accompagnato da tutti, dicesi tutti, gli abitanti del piccolo paese della Val di Chiana i quali hanno fatto un tifo frenetico, ha giocato una partita con tanto impegno: oltre ad una ottima difesa ha mostrato dei numeri offensivi di discreto rilievo, ma, nonostante il regalo dell’arbitro che ha concesso loro un rigore assolutamente dubbio, non sono riusciti a vincere. Certo il pareggio sta un po’ corto al Capolona che ha segnato due belle reti con Bruni al 16° del primo tempo, di testa su ottimo passaggio di Ferrini e di Mannelli al 32° della ripresa con tiro diretto da calcio di punizione: una bellissima rete e ci complimentiamo per questo successo con l’attaccante Mannelli. Il Tegoleto passava dopo cinque minuti dall'inizio su azione confusa sotto la porta avversaria e al 39° del primo tempo su calcio di rigore battuto dal n. 9 degli ospiti Bonci L. Da registrare: un errore grave di Bartolini del Capolona che al 38° tira alto fuori a portiere battuto ed essendo solo davanti alla porta avversaria, la sostituzione di Santini con Marraghini al rientro dal riposo,  e di Fabbriciani con Battista nel corso del 2° tempo, numerose sostituzioni nella compagine del Tegoleto che però non hanno portato niente.  Verso la fine, la stanchezza dei calciatori induce a commettere falli da entrambe le parti, ma la partita non è mai degenerata anche grazie ai decisi interventi dell'arbitro, Sig. Giunta di Firenze.

FORMAZIONI

Capolona:Barbagli, Mannelli, Scartoni, Magnani,Lucherini, Menchini, Fabbriciani Luca (Battista), Ferrini, Bruni F., Santini (Marraghini), Bartolini. Allenatore: Giommoni.

Tegoleto:Calamati, Gueye, Leti, Severi, Piccini, Zei, Bonci Giacomo, Scicailone, Franchi, Bonci Lorenzo, Mostacci. Allenatore: Avantario.

 

 Stampa  Email

ATTENZIONE A CHI METTIAMO IN CASA

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

CARABINIERI SANSEPOLCRO: DUE ARRESTI SU PROVVEDIMENTO DELL’AUTORITÀ GIUDIZIARIA E UNA DENUNCIA PER RICETTAZIONE

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sansepolcro, in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dalla Procura Repubblica presso il Tribunale di Arezzo, hanno tratto in arresto un 58enne pluripregiudicato originario del Valdarno, ma residente nel comune biturgense. L’uomo, truffatore seriale svolgeva l’occupazione di badante in Valtiberina. Dopo la cattura è stato tradotto presso la  Casa Circondariale Arezzo, per i reati di falsità materiale e truffa  commessi  in provincia di Arezzo. Dovrà scontare una pena di tre mesi di reclusione. La Stazione di Sansepolcro ha, invece, arrestato un 30enne, noto alle forze dell’ordine e già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, per aver reiterato atteggiamenti minacciosi nei riguardi dell’ex convivente. La custodia cautelare in carcere è stata disposta, in aggravamento della precedente misura, dal Tribunale di Arezzo a seguito dell’accertamento da parte dei Carabinieri delle perduranti condotte di minaccia e molestie. Sempre i Carabinieri della Stazione di Sansepolcro hanno denunciato in stato di libertà un 65enne scafatese, ma nato a Roma, pluripregiudicato, per il reato di ricettazione. Veniva, infatti, accertato che sul suo conto corrente postale erano stati effettuati accreditamenti per mezzo di una carta di credito clonata ai danni  un insegnante biturgense di 64 anni.

 

 Stampa  Email

GUARDIA DI FINANZA: SCOPERTO UN FURBO DELLE TASSE

COMUNICATO STAMPA DELLA GUARDIA DI FINANZA AREZZO

SCOPERTO PROFESSIONISTA CHE OCCULTAVA PROFITTI PER OLTRE 1,5 MILIONI DI EURO SU CONTI
CORRENTI OFFSHORE.
Nell’ambito dell’azione di contrasto della Guardia di Finanza all’evasione fiscale
internazionale, il Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Arezzo, reparto specialistico
di punta del Corpo, ha individuato un consulente aretino con conti correnti allocati in
paradisi fiscali.

 Stampa  Email

SUBBIANO ALLEGRA POLITICA SULLE STRADE COMUNALI

 STATO PENOSO DELLA STRADA DI CASTELNUOVO ED ALTRE

L’Amministrazione Comunale di Subbiano forse si è dimenticata della strada della zona industriale di Castelnuovo; infatti l’asfalto è finito e si allargano sempre più le buche e sembra che il Comune non sia interessato alla cosa; come se si trattasse di materia non sua.

Situazione analoga la strada di Vogognano: l’asfalto si apre nel mezzo e con l’inverno alle porte c’è rischio che si creino buche e scannafossi. Questo intervento, sempre del Comune, è particolarmente importante dato che si tratta dell’unica strada per la frazione e viene percorsa ogni giorno da molti automobilisti.

Altro problema relativo alle strade: la via della lottizzazione” Il Rocolino “ a Castelnuovo. Qui esiste una vecchia delibera della passata amministrazione che prevedeva l’ultimazione della strada e la istallazione dei paloni per l’illuminazione pubblica. Se ne è parlato molto, anche su questo Giornale, ma a tutt’oggi, niente è stato fatto e la vecchia decisone è come se non esistesse.

Certo, sono problemi grossi per il Comune; sono problemi di soldi. Ma più che di soldi si tratta di capacità e di attenzione alle pubbliche necessità. Requisiti di cui non si riscontra traccia in chi, invece, dovrebbe esserne fornito; l’augurio è che alla prossima scadenza elettorale (tra poco tempo ormai: primavera 2019) i subbianesi sappiano riconoscere i propri validi amministratori e si comportino di conseguenza.

 Stampa  Email

CAPOLONA ADESIONE DEL COMUNE AD "AREZZO IN TOUR"

 Adesione da parte del comune di Capolona alla nuova fondazione ‘Arezzo InTour’.

Relazione di Gianluca Norcini (Assessore del comune di Capolona) al Consiglio Comunale del 2.8.2018

Arezzo Intour è una fondazione in partecipazione senza scopo di lucro che nasce con l’obiettivo di essere una D.M.O. in grado di gestire a 360° la destinazione turistica Arezzo.

 Stampa  Email

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.