NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
  • Home
  • Prima Pagina
  • RICHIESTA DI INTERVENTO SULLA CONDIZIONE DELLA SCUOLA ELEMENTARE

RICHIESTA DI INTERVENTO SULLA CONDIZIONE DELLA SCUOLA ELEMENTARE

LETTERA APERTA ALLE AUTORITA’ SULLE SCUOLE ELEMENTARI DI SUBBIANO

Abbiamo inviato la seguente lettera aperta

Al Sig. DIRETTORE DIDATTICO SCUOLA ELEMENTARE SUBBIANO

AL Sig. Comandante dei Vigili del Fuoco

Al Sig. PROVVEDITORE AGLI STUDI                                 loro Sedi AREZZO

Al Sig. Prefetto                                                                      

            Più e più volte da queste colonne abbiamo denunciato una situazione insostenibile relativamente alla Scuola Elementare del capoluogo di Subbiano.

Le varie classi sono state collocate in un ambiente di proprietà privata sprovvisto di ogni requisito antisismico e soprattutto antincendio e antinfortunistico.

Chi scrive questo articolo ricorda che in seconda elementare (molti anni fa) un suo compagno di scuola giocando in classe con un accendino e una boccetta di spirito disinfettante provocò un incendio. Erano gli anni quaranta (1947) e forse ad Arezzo non esisteva ancora neanche il distaccamento dei Vigili del Fuoco. L’incendio non fu una cosa grossa e lo spensero i bidelli; ma, nella gioia immensa dei bambini e dei ragazzi, le lezioni vennero sospese in tutto il fabbricato: quello enorme compreso tra via Cavour e Via Carducci ad Arezzo. Vennero sospese le lezioni per tutte le scuole elementari, per le scuole medie che erano collocate nello stesso edificio, per il Liceo Scientifico che era al piano sotto il nostro e, credo, per il Liceo Ginnasio-Classico che era dov’è oggi, cioè al piano dell’ingresso dell’odierno Convito Nazionale. Forse fu una decisione eccessiva, ma l’episodio vuol segnalare che le disgrazie sono sempre incombenti.

Così oggi a Subbiano: le scuole attuali sono state trasferite su un immobile che in precedenza conteneva un grosso esercizio commerciale; regolare, forse, come esercizio commerciale, ma assolutamente privo dei richiesti elementi antincendio e delle ordinarie finestrature antinfortunistiche; i ragazzi vengono tenuti su aule collegate con l’esterno mediante quelle che un tempo erano le prese di luce dell’esercizio commerciale, basta che un bambino accidentalmente rompa un vetro ed avremmo conseguenze gravissime.

Per quanto riguarda gli incendi: hanno le Signorie Loro un’idea di quello che può succedere in queste aule se qualche alunno di oggi si comporta come quel bambino del 1947 ?

Per parte nostra, facciamo il nostro dovere: informiamo i lettori e le SS.LL. e chiediamo un Loro autorevole intervento al fine di regolarizzare questa situazione certi di interpretare il desiderio di tutti i padri, madri e bambini di questa piccola realtà comunale. Chiedo cortesemente ai Signori in indirizzo, di darci comunicazione del risultato dei Loro accertamenti e delle eventuali decisioni in relazione a quanto qui rappresentato. Porgo distinti ossequi.

Subbiano 7.2.2018                       ll Direttore responsabile Francesco Martini

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.