NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Subbiano, vogliono chiuderci la bocca !

Una iniziativa della attuale giunta comunale: Con atto n. 17 del

3.2.2018 ha deciso di querelare questo Giornale perché avremmo dato notizie dannose per il Comune. In particolare avremmo scritto articoli non corrispondenti al vero, anzi denigranti, nel periodo 21.07.2017- 10.11.2017 e 7.12.2017- 19.1.2018. Naturalmente siamo andati a ricontrollare quegli articoli e non abbiamo trovato niente di offensivo o falso: abbiamo denunciato alcune situazioni condotte da questa Amministrazione in maniera non soddisfacente per i cittadini di Subbiano. Abbiamo portato a conoscenza dei lettori fatti ed iniziative che altrimenti la popolazione avrebbe ignorato.

Abbiamo chiesto chiarimenti o semplici risposte al Sindaco; perché non ci risponde ? Perché il Sig. De Bari non chiarisce alcuni punti fondamentali per la popolazione e si cimenta invece in improbabili insegnamenti sulle modalità di svolgimento dell’attività giornalistica.

Egli da un lato afferma che “Il giornalismo deve essere lo spauracchio del potere in senso generale” dall’altro ci

combatte con ferocia. E ci combatte perché andiamo a ricercare tutti gli atti che egli preferirebbe fossero ignorati.

Ebbene, nella pubblica amministrazione non c’è niente che va ignorato e non ci convincono affermazioni del tipo che questa querela non costa niente.

Costa e sono soldi dei cittadini subbianesi perché all’esito di una comprovata innocenza, ci saranno da pagare i danni arrecati a questo Giornale con questa improvvida e sospetta iniziativa. Da tre anni ormai questo Giornale osserva con particolare ed immutata attenzione le iniziative di questa Amministrazione; perché la querela viene fuori proprio ora ? Perché il nostro Direttore ha attualmente un’azione di contrasto con il direttivo dell’Ordine dei Giornalisti. Allora sommando a quel procedimento la detta querela sperano di toglierci di mezzo. Ma “non praevalebunt”, non prevarranno perché siamo nel giusto; svolgiamo la nostra attività in perfetta armonia con i principi dell’etica giornalistica. Lei, Sig. De Bari conosce il motivo di una certa contrarietà nei Suoi confronti, non mia, ma di tutti i subbianesi: risale alle origini del Suo insediamento, il Maggio 2014;

Lei, sconosciuto personaggio nella politica locale, si presentò

candidato sindaco in una lista che comprendeva il vecchio Sindaco

Ilario Maggini, se fosse stato per lei e gli altri suoi colleghi di Giunta, non avrebbe vinto, ha vinto perché in quella lista c’era il mattatore Maggini. Per ottenere la presenza del Maggini nella detta lista avevate sottoscritto un impegno a mantenere il detto Maggini come Vicesindaco ed Assessore ai Lavori Pubblici (giustamente il Maggini voleva ultimare le opere pubbliche che aveva iniziato nella precedente legislatura); invece, dopo pochissimo tempo, l’avete eliminato: nel senso che gli avete revocato le deleghe costringendolo all’opposizione. Da allora il Comune di Subbiano è rimasto praticamene inerte: i vecchi programmi, essendo dell’odiato Maggini, venivano

mandati a cadere ed i nuovi non esistevano per mancanza d’idee.

A Subbiano non siamo abituati a certe iniziative, a Subbiano si

rispettano i patti, “pacta sunt servanda”. Certo a Voi fa comodo che questa voce venga spenta perché è una voce integerrima che Vi sta addosso e fa conoscere ogni aspetto della Vostra attività alla

cittadinanza.

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.