NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

SUBBIANO INIZIANO LE GRANDI MANOVRE PER LE PROSSIME ELEZIONI

SUBBIANO INCONTRO DI FORZE POLITICHE

Iniziano le grandi manovre per le prossime elezioni amministrative.

Riprendendo una antica abitudine di incontri tra le varie componenti subbianesi il pomeriggio di venerdì 28 dicembre ultimo scorso si è tenuto un incontro per verificare le vicinanze possibili a livello politico tra le varie componenti nella realtà subbianese. Assente David Faltoni per motivi di lontananza (era a Bologna), ha garantito la sua presenza a un prossimo incontro. Presente il nostro redattore.

 

Presente Ilario Maggini, componente il Consiglio Comunale della cittadina e Valter Bondi segretario del PD locale accompagnato da Andrea Testi, braccio destro del detto Bondi. Idee chiare e semplicità di intenti”Occorre riconquistare gli elementi di sinistra e riagganciare tutti quelli che alle scorse elezioni ci hanno garantito un primato alle elezioni generali, ma ci hanno punito facendoci perdere il comune per una manciata di voti”. Dalla discussione è emersa una volontà di condividere un progetto e verificare chi sono quelli che intendono partecipare ad una maggioranza." Ancora non abbiamo numeri esaltanti, ma stiamo studiando quali possono essere le aree umane disponibili ad accogliere le nostre iniziative."

Maggini: "Abbiamo come un campo di diversi ettari, solo che è spezzettato, occorre ricomporlo in unica realtà che affermi e valorizzi le diversità richieste dalla gente. Dobbiamo costruire un soggetto nuovo. Qualcuno si è mosso in Subbiano, dobbiamo essere più pronti e non andare incontro a spezzettamenti perché altrimenti si perde." Maggini ha poi affermato che occorre fare un bel programma e presentarlo ai subbianesi: polo scolastico ed altre iniziative fondamentali confrontandosi con Capolona e tralasciando intenti di fusione dei comuni. Gli intervenuti hanno concordato che occorre prendere atto della volontà dei subbianesi di non procedere all’unificazione. Bondi ha sottolineato la necessità di rispettare il risultato del referendum; forse avrebbe avuto un altro risultato se fosse stato possibile spiegare agli elettori il significato di quella fusione. Invece anche lì ci si sono messi gli uni contro gli altri, si è personalizzato e non si è spiegato a fondo. “Non s’è fatto il comune unico e non si farà perchè i subbianesi non lo vogliono e noi difendiamo la volontà dei subbianesi.”Andrea Testi ha precisato: “ sui singoli provvedimenti dobbiamo prima essere a perfetta conoscenza dei vari problemi , poi individuare il modus operandi ed infine passare all’attuazione, allo stato attuale non è possibile parlare dei singoli provvedimenti. Riguardo a ciò dobbiamo essere inclusivi, cioè aperti a tutti.” I partecipanti hanno convenuto di rivedersi anche con altri personaggi oggi impossibilitati a presenziare.

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.