NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

ATTIVITA' DEI CARABINIERI IN PROVINCIA.

Comando Provinciale Carabinieri di Arezzo

CARABINIERI DI BIBBIENA ESEGUONO MISURA RESTRITTIVA PER IL REATO DI “STALKING”
I Carabinieri della Stazione di Bibbiena hanno eseguito un aggravamento di una
preesistente misura restrittiva nei confronti di un cittadino italiano, M.F., 49enne
del Casentino per il reato di “stalking”.


L’uomo, già sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex
moglie, a causa delle ripetute denunce a lui imputate per i reati di maltrattamenti in
famiglia, lesioni e minacce. Gli episodi, risalenti dal settembre 2015 al mese di
ottobre 2018, avevano determinato l’emissione, da parte del GI.P. del Tribunale di
Arezzo del divieto di avvicinamento a meno di 200 metri dai luoghi frequentati dalla
ex moglie. Nonostante tale divieto l’uomo, non rassegnato alla fine della relazione,
aveva violato in più di una circostanza l’obbligo e tali comportamenti, debitamente
documentati dalla parte offesa e trasmessi all’Autorità Giudiziaria da parte dei
Carabinieri di Bibbiena, hanno indotto il giudice ad inasprire considerevolmente la
misura. Con l’adozione del provvedimento odierno l’uomo è stato sottoposto
all’obbligo di dimora nel luogo del proprio domicilio e quindi ben lontano dai luoghi
frequentati dalla vittima, con in aggiunta del divieto di uscire dalla propria
abitazione nelle ore notturne.
COMPAGNIA CARABINIERI DI SAN GIOVANNI VALDARNO: 13 PERSONE DENUNCIATE NEGLI
ULTIMI GIORNI PER VARI REATI
I Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini, a conclusione indagini, hanno
deferito in stato di libertà cinque persone, tutte italiane per lesioni personali,
minaccia, danneggiamento e percosse. Quattro di essi, per futili motivi, a fine
dicembre 2018, mentre si trovavano all’esterno di un pub del centro cittadino, dopo
un’accesa discussione, erano venuti alle mani con una quinta persona, costretta poi
a ricorrere alle cure dei sanitari; l’autovettura di quest’ultimo era stata inoltre
lievemente danneggiata. Denunciato anche il quinto uomo per aver proferito
minacce ed aver percosso uno dei primi quattro.
I Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini hanno deferito in stato di
libertà due fratelli, entrambi italiani. I due, da tempo in lite per questioni di vicinato,
erano venuti alle mani, venendo refertati al pronto soccorso dell’ospedale di
Montevarchi rispettivamente con 10 e 5 giorni di prognosi. Contestati i reati di
esercizio arbitrario delle proprie ragioni, lesioni e violenza privata.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, nell’ambito di mirati servizi di
prevenzione e contrasto alle attività illecite e allo spaccio di sostanze stupefacenti
svolti in orario notturno, hanno deferito in stato di libertà un soggetto pakistano,
domiciliato nel comune di Figline Incisa: l’uomo, a seguito di perquisizione
personale, veniva trovato in possesso di 10 grammi di hashish. Nei confronti suoi
confronti è stato inoltre richiesto il Foglio di Via Obbligatorio dal comune di San
Giovanni Valdarno per tre anni.
I Carabinieri della stazione di Castelnuovo dei Sabbioni hanno deferito in stato di
libertà un uomo e donna quarantenni, per violenza privata, danneggiamento,
esercizio arbitrario delle proprie ragioni e turbativa violenta del possesso di cose
immobili, tutti in concorso tra loro e con il vincolo della continuazione. La coppia, nel
corso degli ultimi mesi, al fine di ottenere l’allontanamento dall’abitazione dei
rispettivi genitori e suoceri (che coabitano nello stesso stabile ma in separati
ambienti), senza ricorrere al giudice, poneva in essere atti diretti ad impedirne
l’accesso alla dimora, interruzione dell’energia elettrica e danneggiamenti sul
veicolo di proprietà dei congiunti, fino a far scattare la denuncia – querela da parte
delle vittime.
I Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini hanno deferito in stato di
libertà un uomo ed una donna italiani che nell’aprile 2018 avevano causato un
incidente stradale, fuggendo senza prestare soccorso. La vittima, una italiana
originaria del sud Italia, aveva ricevuto 15 giorni di prognosi e successivamente
aveva riconosciuto uno dei due datisi alla fuga. La coppia è stata deferita per lesioni
ed omissione di soccorso mentre il passeggero dell’autovettura che si era data alla
fuga è stato deferito per favoreggiamento, in quanto, inizialmente, aveva tentato di
celare l’identità del guidatore.
I Carabinieri della Stazione di Loro Ciuffenna, a seguito di denuncia querela, hanno
deferito in stato di libertà uno straniero, vicino di casa di un’anziana italiana. La
donna da tempo segnava la presenza di telecamere di sicurezza che filmavano anche
l’area di pertinenza esclusiva della stessa. Lo straniero è stato pertanto deferito per
interferenze illecite nella vita privata.

 

 

 

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.