NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
  • Home
  • Prima Pagina
  • APPASSIONANTE LEZIONE DI G. CENTRODI ALL'UNIVERSITA' DELL'ETA' LIBERA

APPASSIONANTE LEZIONE DI G. CENTRODI ALL'UNIVERSITA' DELL'ETA' LIBERA

ANNY CASI UN’ARETINA ECCELSA AL’UNIVERSITA’ DELL’ETA’LIBERA

Il relatore è Giuliano Centrodi,una persona veramente rara ed un studioso con profondissima conoscenza e grande passione per la propria amata arte. Parlo di arte anche se Centrodi è uno studioso; è talmente elevata la conoscenza di Centrodi sulla materia dell’arte orafa che si può veramente parlare di arte. L’arte della parola e della passione per la materia.

Si presenta, semplice e modesto, al nostro redattore con uno scritto rigorosamente redatto a mano che gli avevamo richiesto lo scorso lunedì. Naturalmente andiamo a pubblicarlo, ma vogliamo anche parlare di questa persona perché veramente illustra la nostra comunità scolastica e introduce gli ascoltatori a conoscenze sublimi e ad un modo di rappresentare la storia in una maniera unica e gradevole.

FANNY CASI (AREZZO 1891 – 1975)

Di Giuliano Centrodi- insigne storico dell’arte orafa.

Di famiglia borghese aretina, suo padre era titolare di una nota e avviata armeria in città.Sua sorella, Antonietta, diplomata al Consevatorio di Firenze specializzata in pianoforte. La sorella minore Bianca era acquarellista.

Studia a Firenze, Accademia di Belle Arti, abilitata anche per l'insegnamento del disegno e di Storia dell'Arte ( 1915-1916); all'Accademia studia sotto gli insegnamenti di Galileo Chini. La Casi inizia ad insegnare nelle Scuole medie e nelle Scuole professionali femminili già dagli anni venti.

Nel 1953 il Preside dell'Istituto Professionale "Margaritone", Quinto Nuti, caldeggia l'insegnamento di Oreficeria fra i corsi di quella scuola che aveva orientamenti artigianali e industriali. La professoressa Casi sarà Direttrice artistica del corso orafo e riuscì a portare l'orafo e scultore fiorentino Bino Bini (nel 1955) il qule rese famoso quel corso dove insegnavano, oltre alla Casi, notevoli personalità artistiche come Giuseppe Ursi, Ugo Lani e Alessandro Carloni.

Fra gli allievi della Casi, che insegnava progettazione orafa, sono numerosi quelli che si sono affermati anche con risvolti artistici come Carlo Badii e Fabio Pannacci.

La Casi nel corso della sua lunga vita si è dedicata non solo ai gioielli, ma anche alle arti applicate ; suo fu il progetto del Villino Casi, proprio davanti all'Anfiteatro romano (via Assab) distrutto nell'ultima guerra con tutti i suoi arredi che ella stessa aveva disegnato, dai mobili con intagli e intarsi, alle vetrate istoriate, ai ferri battuti ( lucerne, lampioni, alari, ringhiere ), oltre a dipinti, arazzi e ceramiche realizzati nei laboratori aretini.

Centrodi esordisce con una breve esposizione della Cappella Lapini nel Cimitero di Subbiano, ma, invitato a diffondersi nell'argomento, si schernisce citando uno studioso subbianese Michele Tocchi, il quale tratterà per noi l'argomento.  Cita, poi, due grandi del passato e manifesta una grande passione per le loro opere si tratta di Michele di Firenze (solo recentemente definito) e di Parri di Spinello. Questi due artisti hanno lasciato opere nella nostra provincia. Poi ha diffusamente parlato del grande Bino Bini, del Villino all'angolo tra Via Crispi e Via Assab, sempre con grande passione e conoscenza. Esperienze uniche e menti superiori che possiamo ascoltare all'Università dell'età libera; per partecipare contattare Bruna Cipriani o Virgilio Badii responsabili locali della Scuola.

 

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 
Sei di Capolona se...
Gruppo Pubblico · 270 membri
Iscriviti al gruppo
Nuovo gruppo della comunità di Capolona. Non appena raggiungeremo un numero considerevole di iscritti inizieremo a definire insieme il regolamento.
 
 

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.