SUBBIANO PERCHE' ILARIA MATTESINI NON PUO' FARE IL SINDACO

SUBBIANO PERCHE’ ILARIA MATTESINI NON PUO’ FARE IL SINDACO A SUBBIANO

In Italia esistono tremila comuni e in tutti tremila la Sig.ra Ilaria Mattesini porebbe fare il Sindaco. In tutti meno che Subbiano. Perchè questa persona è dipendente del Comune di Subbiano, non una dipendente provvisoria o a termine, bensì vincitrice di concorso ed Ufficiale d'Anagrafe. In tale funzione essa è direttrice dell'Ufficio elettorale proprio quell'Ufficio che sovrintende alle elezioni. La legge prescrive certe esclusioni così i dipendenti delle Poste ecc...La Legge prescrive inoltre che 40 giorni prima delle elezioni gli intressati si astengano da ogni rapporto con gli elettori; sembra una norma giudiziosa che mette tutti i candidati sul medesimo piano: non sarebbe giusto che uno dei candidati potesse influenzare gli elettori per effetto del proprio incarico. La Signora di cui è qui detto, dall'alto del suo Ufficio, ha partecipato per ben prima della tornata elettorale alla formazione della convinzione elettorale nei singoli cittadini. O comunque avrebbe potuto farlo con ciò danneggiando tutti gli altri candidati.

Altro elemento di contrasto con la Legge è l'esistenza di un contenzioso con l'Amministrazione comunale per fatti avvenuti nell'esercizio della attività comunale. La Legge non consente di fare il Sindaco a chi abbia una vertenza col Comune.

Ultimo, ma in semplice ordine progressivo  non per importanza, la commissione di una azione in contrasto con la legge sugli atti notori: Il giorno in cui la Mattesini ha presentato la sua dichiarazione di candidarsi a Sindaco (23.5.2019) ha inoltre dichiarato di non avere motivi di incandidabilità alla carica di sindaco, invece a quell'epoca esistevano motivi di incandidabilità non costituendo rimedio alla non verdicità dell'asserito la richiesta di "collocamento in aspettativa".

 Stampa