SUBBIANO DIMISSIONI DELLA DOTT.SSA BONICOLINI

SUBBIANO LA DOTT.SSA BONICOLINI SE N’E’ ANDATA

E’ la figlia del“trombaio come affettuosamente viene chiamato questo gigantesco subbianese di origini valdarnesi, la moglie di Giuliano Ferri, prestigioso poliziotto forestale dei Carabinieri locali, è andata via perchè, riteniamo, poco seguita nella sua attività da chi, invece, doveva seguirla ed incoraggiarla. E’ andata ad Arezzo, in Comune, in un settore sicuramente più confacente alla persona.  Ha vinto un concorso classificandosi tra i primi. Così Subbiano ha perso un ottimo elemento; L'UNICO CHE TI ACCOGLIEVA CON UN SORRISO AL SECONDO PIANO IN COMUNE, altrimenti trovi visi spenti, privi di entusiasmo, visi da cui ti aspetti solo  "no". Un ottimo elemento che poteva essere valorizzato e che, sulla guida di ciò che hanno creato ad Arezzo, avrebbe potuto rappresentare il Comune in una o tutte le numerose cause giudiziarie in cui è coinvolto. Infatti la Bonicolini è Dottore in Legge. Ma niente, si è preferito così. Si è preferito conferire costosi incarichi ad Avvocati e Procuratori esterni Non c'erano, da parte della Bonicolini, limitazioni dipendenti da lite con gli amministratori e tanto meno desiderio di fare il Sindaco in futuro; eppure è stata trattata male, come non meritava e non si capisce il perchè. Ed ora restiamo in attesa di altre mediocri decisioni.

, ,,

 

 Stampa