NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Ancora truffe on-line

ANCORA TRUFFE ON-LINE

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

CARABINIERI: ANCORA DENUNCE PER TRUFFE ONLINE

CASENTINO ̶ Nonostante i consigli a più riprese rivolti dai Carabinieri della Compagnia di
Bibbiena, purtroppo il fronte “truffe” online sembra non conoscere pace. Ancora due episodi
emersi e cinque persone in totale denunciate in due distinte attività dell’Arma. Stavolta sono
stati gli investigatori della Stazioni di Pratovecchio Stia e Badia Prataglia a raccogliere loro
malgrado le delusioni di aspiranti venditori ed acquirenti, inseguendo il “best price”. In
entrambe le vicende, il bene coinvolto è stata un’autovettura. Una vendita ed un acquisto
finiti nelle mire dei truffatori, puntualmente identificati ed indagati dai Carabinieri.
Nel primo caso, un uomo aveva tentato di vendere la propria autovettura su un noto quanto
generico sito di e-commerce, ricevendo immediatamente una vantaggiosa offerta. Come più
volte ricordato, occorre riporre attenzione nei confronti di coloro i quali propongono di
pagare il bene convincendo il venditore a recarsi presso un ATM bancario, un bancomat. È
una truffa subdola che si svolge in questa maniera, così come accaduto al malcapitato di cui
sopra. Convinto a recarsi al bancomat, il truffato “guidato” dal truffatore è portato ad
eseguire operazioni che presentate come idonee al ricevere il pagamento, sono invece
operazioni di versamento/ricarica del conto del truffatore. Nella nostra vicenda, l’uomo,
convinto dal truffatore della mancata riuscita del pagamento, operava ben sette operazioni,
tutte in uscita. Il tentativo di vendita dell’autovettura si rivelerà un autentico dramma: dal suo
conto un meno tremilacinquecento euro.
I Carabinieri della Stazione di Pratovecchio Stia, al termine degli accertamenti, hanno
denunciato un trentenne di origine napoletana, residente in Emilia Romagna che, tra l’altro
aveva anche utilizzato delle false generalità. Con gentilezza e perizia il fantomatico
“Leonardo” è riuscito a truffare il malcapitato 70enne casentinese. Sono in corso ulteriori
approfondimenti sulla sua figura.

 

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 
Sei di Capolona se...
Gruppo Pubblico · 270 membri
Iscriviti al gruppo
Nuovo gruppo della comunità di Capolona. Non appena raggiungeremo un numero considerevole di iscritti inizieremo a definire insieme il regolamento.
 
 

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.