NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Diffamazione e minacce: ma i CARABINIERI VIGILANO.

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO
DIFFAMA L’EX DATORE DI LAVORO SU FACEBOOK: DENUNCIATO

SANSEPOLCRO  Un uomo classe ’74 è stato identificato e denunciato da parte dei
carabinieri del Comando stazione di Sansepolcro per aver pubblicato alcuni post a
sfondo diffamatorio nei confronti del suo ex datore di lavoro, commenti
potenzialmente lesivi anche per l’attività commerciale del quale è titolare. Dopo aver
visto il post di cui era destinatario, ritenendolo offensivo per la propria reputazione,
l’uomo si è rivolto ai Carabinieri che al termine di una serie accertamenti ne hanno
compiutamente identificato l’autore. Dovrà rispondere del reato di diffamazione,
configurabile anche al caso in cui esso sia commesso per via telematica o
informatica. Nell’era digitale nella quale viviamo, l’attenzione posta su questa
tipologia di reati da parte dei Carabinieri è massima, soprattutto per scongiurare che
tali comportamenti possano avere ulteriori e più gravi conseguenze.

MINACCE DI MORTE PER DEBITI: DENUNCIATO DAI CARABINIERI

Un settantenne nato a Roma ma residente in Valtiberina, di professione imprenditore
e con diversi precedenti alle spalle è stato denunciato da parte dei Carabinieri del
Comando Stazione di Sansepolcro per aver minacciato un trentacinquenne, anche lui
imprenditore e con diversi precedenti per reati commessi in passato. Al centro della
vicenda una prima, furibonda lite avvenuta nel comune di Sansepolcro per debiti non
saldati da parte del più giovane. Dopo il primo disaccordo, sono arrivate le minacce
di morte, prima rivolte al trentacinquenne e poi indirizzate ai suoi famigliari. L’uomo
dovrà rispondere del reato di minaccia grave.

 

 

o
dovrà rispondere del reato di minaccia grave.

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO
DIFFAMA L’EX DATORE DI LAVORO SU FACEBOOK: DENUNCIATO

SANSEPOLCRO  Un uomo classe ’74 è stato identificato e denunciato da parte dei
carabinieri del Comando stazione di Sansepolcro per aver pubblicato alcuni post a
sfondo diffamatorio nei confronti del suo ex datore di lavoro, commenti
potenzialmente lesivi anche per l’attività commerciale del quale è titolare. Dopo aver
visto il post di cui era destinatario, ritenendolo offensivo per la propria reputazione,
l’uomo si è rivolto ai Carabinieri che al termine di una serie accertamenti ne hanno
compiutamente identificato l’autore. Dovrà rispondere del reato di diffamazione,
configurabile anche al caso in cui esso sia commesso per via telematica o
informatica. Nell’era digitale nella quale viviamo, l’attenzione posta su questa
tipologia di reati da parte dei Carabinieri è massima, soprattutto per scongiurare che
tali comportamenti possano avere ulteriori e più gravi conseguenze.

MINACCE DI MORTE PER DEBITI: DENUNCIATO DAI CARABINIERI

Un settantenne nato a Roma ma residente in Valtiberina, di professione imprenditore
e con diversi precedenti alle spalle è stato denunciato da parte dei Carabinieri del
Comando Stazione di Sansepolcro per aver minacciato un trentacinquenne, anche lui
imprenditore e con diversi precedenti per reati commessi in passato. Al centro della
vicenda una prima, furibonda lite avvenuta nel comune di Sansepolcro per debiti non
saldati da parte del più giovane. Dopo il primo disaccordo, sono arrivate le minacce
di morte, prima rivolte al trentacinquenne e poi indirizzate ai suoi famigliari. L’uomo
dovrà rispondere del reato di minaccia grave.

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO
DIFFAMA L’EX DATORE DI LAVORO SU FACEBOOK: DENUNCIATO

SANSEPOLCRO  Un uomo classe ’74 è stato identificato e denunciato da parte dei
carabinieri del Comando stazione di Sansepolcro per aver pubblicato alcuni post a
sfondo diffamatorio nei confronti del suo ex datore di lavoro, commenti
potenzialmente lesivi anche per l’attività commerciale del quale è titolare. Dopo aver
visto il post di cui era destinatario, ritenendolo offensivo per la propria reputazione,
l’uomo si è rivolto ai Carabinieri che al termine di una serie accertamenti ne hanno
compiutamente identificato l’autore. Dovrà rispondere del reato di diffamazione,
configurabile anche al caso in cui esso sia commesso per via telematica o
informatica. Nell’era digitale nella quale viviamo, l’attenzione posta su questa
tipologia di reati da parte dei Carabinieri è massima, soprattutto per scongiurare che
tali comportamenti possano avere ulteriori e più gravi conseguenze.

MINACCE DI MORTE PER DEBITI: DENUNCIATO DAI CARABINIERI

Un settantenne nato a Roma ma residente in Valtiberina, di professione imprenditore
e con diversi precedenti alle spalle è stato denunciato da parte dei Carabinieri del
Comando Stazione di Sansepolcro per aver minacciato un trentacinquenne, anche lui
imprenditore e con diversi precedenti per reati commessi in passato. Al centro della
vicenda una prima, furibonda lite avvenuta nel comune di Sansepolcro per debiti non
saldati da parte del più giovane. Dopo il primo disaccordo, sono arrivate le minacce
di morte, prima rivolte al trentacinquenne e poi indirizzate ai suoi famigliari. L’uomo
dovrà rispondere del reato di minaccia grave.

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO
DIFFAMA L’EX DATORE DI LAVORO SU FACEBOOK: DENUNCIATO

SANSEPOLCRO  Un uomo classe ’74 è stato identificato e denunciato da parte dei
carabinieri del Comando stazione di Sansepolcro per aver pubblicato alcuni post a
sfondo diffamatorio nei confronti del suo ex datore di lavoro, commenti
potenzialmente lesivi anche per l’attività commerciale del quale è titolare. Dopo aver
visto il post di cui era destinatario, ritenendolo offensivo per la propria reputazione,
l’uomo si è rivolto ai Carabinieri che al termine di una serie accertamenti ne hanno
compiutamente identificato l’autore. Dovrà rispondere del reato di diffamazione,
configurabile anche al caso in cui esso sia commesso per via telematica o
informatica. Nell’era digitale nella quale viviamo, l’attenzione posta su questa
tipologia di reati da parte dei Carabinieri è massima, soprattutto per scongiurare che
tali comportamenti possano avere ulteriori e più gravi conseguenze.

MINACCE DI MORTE PER DEBITI: DENUNCIATO DAI CARABINIERI

Un settantenne nato a Roma ma residente in Valtiberina, di professione imprenditore
e con diversi precedenti alle spalle è stato denunciato da parte dei Carabinieri del
Comando Stazione di Sansepolcro per aver minacciato un trentacinquenne, anche lui
imprenditore e con diversi precedenti per reati commessi in passato. Al centro della
vicenda una prima, furibonda lite avvenuta nel comune di Sansepolcro per debiti non
saldati da parte del più giovane. Dopo il primo disaccordo, sono arrivate le minacce
di morte, prima rivolte al trentacinquenne e poi indirizzate ai suoi famigliari. L’uomo
dovrà rispondere del reato di minaccia grave.

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 
Sei di Capolona se...
Gruppo Pubblico · 270 membri
Iscriviti al gruppo
Nuovo gruppo della comunità di Capolona. Non appena raggiungeremo un numero considerevole di iscritti inizieremo a definire insieme il regolamento.
 
 

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.