NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

SUBBIANO SPETTACOLI IMPAGABILI A VALENZANO (ingresso gratuito)

TRADIZIONALE VALENZANO SYMPHONY

 

Una tradizionale iniziativa dell’Associazione Culturale “Opera Viwa” di Bucine (AR).Proprio così: l’ Associazione di una cittadina delle dimensioni uguali a Subbiano. In questa cittadina si è sentito il bisogno di creare un organismo musicale per ascoltare musica seria ed intelligente utilizzo dei virtuosismi di artisti di grande valore. Così tutti i Mercoledì a Valenzano (Castello gentilmente concesso) alle ore 21,15 potremo ascoltare musica classica e moderna, musica seria e meno seria, musica da film e romanze. In base all’esperienza degli anni scorsi possiamo affermare che l’iniziativa è massicciamente seguita da subbianesi e turisti momentaneamente presenti nei nostri comuni.pan style="font-size: 10pt;">JAZZ & AMERICAN SONGS; Romanze e opera (Concerto lirico con Ayako Nishijuko , soprano giapponese- Dzemillij Redzepi baritono serbo- Luca A.M. Colombo- pianoforte); LA MAGICA PRAGA del NUOVO TRIO FAURE’ Flavia Brunetto, pianoforte- Silvano Minella , violino- Marco Perini, violoncello da ROSSINI A VERDI, concerto della OIDA Orchestra instabile di Arezzo con Silvia Martinelli, soprano- Laura Brioli, mezzo soprano- Viktor Mickovski, tenore (Macedonia)- Massimo Naccarato, baritono-Linus Lerner(USA) Direttore. MUSIC & FILM del Magnasco Movie Quartet, Andrea Cardinale violino – Gianluca Campi fisarmonica- Francesco Gardella sassofono, clarinetto – Alessandro Magnasco pianoforte. Un'occasione rara per partecipare ad uno spettacolo rarissimo dalle nostre parti e che occorre potenziare per migliorare la nostra sensibilità ad una manifestazione altamente culturale.</span></p>"

 Stampa  Email

SUBBIANO ASSEGNAZIONE APPARTAMENTI A SANTA MAMA

Eureka, finalmente giovedì 19 Luglio 2018 ore 17,00 verranno assegnati i
4 appartamenti di edilizia popolare a Santa Mama.

Ripercorriamo un po' di storia:
La Ex Canonica di Santa Mama, nel tempo ha subito danni dovuti all’incuria ed al passare del tempo.
Nel 2004 la Regione Toscana decise di prendere in esame diverse situazioni analoghe a quella di Santa
Mama. Con una legge vennero concessi contributi purché la proprietà degli immobili
diventasse pubblica. Per Santa Mama vennero concessi € 608.505,00. Il Sindaco di allora (l’"odiato
Maggini") si attivò per acquistare l’immobile al fine di poter usufruire del finanziamento. L’accordo
prevedeva e prevede che nella Canonica venissero realizzati 5 appartamenti di Edilizia popolare di cui 4
dovevano essere destinati a famiglie bisognose ed un appartamento doveva rimanere a disposizione del
Parroco. Tutta questa operazione doveva ed è stata gestita da Arezzo Casa. Il Comune di Subbiano da
subito mise a bilancio come impegno di spesa € 22.000,00 necessari al completamento dei lavori (così
prevedeva l’accordo). Per anni è rimasto tutto fermo.
Dopo vari tentativi effettuati da più persone negli anni (appartenenti alla consorteria Santamamina) e
caduti sistematicamente nel vuoto, l’anno 2014 fu decisivo per dare una scossa all’opera.
Un’abitante del posto, schivo per sua natura, dietro suggerimento, inviò una lettera
corredata di fotografie ad uno dei Sacri Palazzi Apostolici. Contemporaneamente, approfittando di una profonda
amicizia che lo lega un altro santamamino doc, che per ragioni di cuore si è trasferito da molti anni in
Calabria diventando oggi una figura di rilievo all’interno della Soprintendenza ai beni culturali di quella
Regione (persona altamente competente in tema di restauri/recuperi: a lui si ascrive il recupero del sito
archeologico della piana di Sibari) si è fatto spiegare ed inviare del materiale da sottoporre all’attenzione
del nuovo Sindaco Antonio De Bari da pochi mesi insediatosi, mettendolo in guardia dai rischi che poteva
correre se l’immobile oltre che al tetto già parzialmente crollato fosse venuto giù. Tra il neo Sindaco ed il
santamamino “Calabrese” ci furono anche dei contatti telefonici per i ringraziamenti di circostanza e per
ricevere ulteriori chiarimenti.
In particolare, il materiale consegnato al Sindaco altro non era che la legge 175.

Dopo questo episodio in sequenza ci furono:
 L’Ordinanza 10/2014 che prevedeva la messa in sicurezza dell’immobile.
 Delibera di Giunta n. 119 del 13-10-2015
 Gara di appalto Prot. 11064 del 13-11-2015
 Delibera di Giunta n. 150 del 22-12-2015
Più altre scartoffie che evitiamo di enunciare.
Adesso siamo arrivati alla tanto agognata consegna, ed alla cerimonia, ci dicono da Arezzo Casa interverrà
anche Sua Eccellenza il Vescovo Riccardo Fontana ed altre autorità.
In quella occasione da parte del Sindaco (ammesso che ci sia) sarebbe utile dare merito (all’"odiato Maggini")
che in maniera lungimirante fece l’accordo, ma soprattutto rendere onore a chi con professionalità “il
santamamino Calabrese” ha dato alll’attuale Sindaco  suggerimenti mirati su come si sarebbe dovuto
muovere.
Purtroppo constatiamo che ad oggi 15/07/2018 l’ufficio stampa dell’Associazione di riferimento di Santa Mama
non ha dato notizia di questo importante ed atteso evento perché riteniamo probabile che 2 o 3 sostenitori
del Sindaco De Bari vogliano mettersi in luce difendendo la propria rendita di immagine e di posizione davanti al
Vescovo, autorità ed alle telecamere.

 Stampa  Email

VASCO BOBINI E PROBLEMI DI COMPATIBILITA'

 

SUBBIANO ORGANISMI COMUNALI E PROLOCO VASCO BOBINI

 

Abbiamo più volte parlato del problema della compatibilità dell’essere Consigliere Comunale e membro effettivo della dirigenza della Proloco subbianese; abbiamo più volte contestato il diritto del Sig.. Bobini Vasco di partecipare quale Consigliere al Consiglio Comunale del Comune di Subbiano e contemporaneamente dirigere, de facto, la locale Proloco. Formalmente la Proloco ha un Presidente, un Consiglio e un’assemblea, ma apparentemente, l’unico che esercita ogni potere decisionale è proprio il Sig. Vasco Bobini. Il formale Presidente della Proloco Sig. Fanetti è come il Don Abbondio manzoniano: ”… un vaso di coccio in mezzo ai vasi di ferro…”….. oltre al Bobini, la Proloco ha un altro patron….. Risulta che alcuni giorni fa (mercoledì 11 ultimo scorso) il Sig. Bobini abbia partecipato, quale rappresentante della Proloco, ad un incontro, in Comune, in cui si doveva decidere sulle modalità di svolgimento della annuale “Fiera del bestiame”. Si tratta di una grossa manifestazione in cui sono in gioco interessi di una certa entità ed in cui il Comune e la Proloco hanno rilevanti partecipazioni finanziarie.

Riteniamo, e l’abbiamo denunciato più volte, che la partecipazione al Consiglio Comunale del Bobini Vasco sia un errore amministrativo: infatti l’essere portavoce della Proloco lo pone nella condizione di essere controllore e controllato. Suggeriamo un intervento del Sindaco che, assunte regolari informazioni, si pronunci nel senso qui indicato e rimetta nella regolarità amministrativa l’attività del Consiglio Comunale.

 Stampa  Email

SUBBIANO CONCERTO DELLA KARIN ALL'ALPE DI CATENAIA

SUBBIANO QUELLI DELLA KARIN CONCERTO ALL’ALPE DI CATENAIA

Una cosa inconsueta, ma di grande interesse: l’Associazione Karin, quella del Museo con i reperti della seconda guerra mondiale, organizza un concerto di musica classica con oggetto la Shoah su una vetta dell’Alpe di Catenaia. Consueto il concerto, uno dei tanti, eseguito dalla Scuola di Musica CAPPETTI di Monte San Savino, ma inconsueto il luogo : l’Alpe appunto e l’ora: alle 6 di mattina; una iniziativa intelligente e riservata a veri amanti della musica e dell’arte in generale.

Iniziativa pregevole per modalità e contenuti, che, promossa dalla Karin, ne manifesta i meriti e la sensibilità culturale presso la nostra cittadina.

 Stampa  Email

SUBBIANO PREVISIONE DI INTERVENTI NELLE FRAZIONI

SUBBIANO 65.000 EURO PER FALCIANO

In extremis, dato che entro pochi mesi verrà rinnovato per legge il Consiglio Comunale, la Giunta Municipale di Subbiano ha deciso di intervenire per sistemare l’area situata tra la strada principale di Falciano e la Chiesa oltre ad altri interventi sempre sulla frazione. In realtà si tratta di un programma che origina dalla Regione Toscana la quale ha progettato ed è in procinto di finanziare piani di recupero anche nelle frazioni di Poggio d’Acona e Montegiovi. Quando verranno realizzati non si sa, ma è già una buona prospettiva che i problemi siano stati sollevati. L’augurio è che tali interventi vengano realizzati nei 5 anni di durata della prossima Amministrazione comunale; infatti si tratta di opere necessarie per rendere quelle località moderne e razionali.

 Stampa  Email

SUBBIANO- CHE DELUSIONE LE "NOTTI DI VINO" !!

SUBBIANO NOTTI DI VINO DELUDENTE

Che peccato ! Una serata deludente quella che doveva essere una festa, un’allegria collettiva in cui disperdere le preoccupazioni giornaliere; invece tutto si è risolto in un mortorio di poche anime deluse, circa 100 persone a fronte di un’organizzazione che ne prevedeva molte di più. C’erano alcuni banchini, ma mancava quello spirito di allegro volontarismo da parte degli addetti ai lavori, un’allegria contagiosa che in tempi normali pervade anche i partecipanti, i quali hanno anche avuto modo di contestare il costo eccessivo del biglietto (22 euro) che garantiva alcune specialità locali ed alcuni vini purtroppo non di eccessiva qualità. C’era, in particolare un vino di un produttore locale che ha molta presunzione, ma il prodotto è di prezzo eccessivo e di qualità scadente.

Ricordiamo i tempi in cui questa manifestazione richiamava la gente dalle località vicine a Subbiano, fino a 1.800 biglietti venduti. Oggi dobbiamo, purtroppo, registrare un malessere che non consiste su avversione tipografica, ma basata su fatti obbiettivi: lo slancio che si manifestava in passato tra organizzatori e pubblico partecipante è svanito. Ma è ragionevole perché quelli erano i tempi dell’”odiato Maggini”, i tempi in cui un’Amministrazione efficiente stimolava quelli della Proloco e nascevano iniziative comuni che portavano Subbiano su tutte le bocche degli abitanti in provincia di Arezzo.

Allora qualunque iniziativa si diffondeva come le onde formate da un sasso in acqua; oggi sembra che si sia diffuso un criterio per cui il Comune e la Proloco tirano al peggio per danneggiare l’altro.

Naturalmente ci dispiace di quanto sta avvenendo e facciamo l’augurio che questa situazione si risolva presto in modo che, cambiato quello che c’è da cambiare: persone e cose, le nostre iniziative tornino a quel decoro che Subbiano indubbiamente merita. Questa situazione avevamo indicato già lo scorso anno perché temevamo che sarebbe successo quello che è avvenuto quest’anno. Tuttavia c’è da sperare perché nella prossima primavera ci saranno le elezioni comunali e i subbianesi potranno scegliere un’Amministrazione diversa e migliore dell’attuale, un’Amministrazione che sappia ridare la carica a quel complesso di persone volenterose che i comuni vicini ci invidiano: la Proloco ed i suoi organismi.

 Stampa  Email

IN COMUNE AD AREZZO: MAFIA E FONDAZIONE CAPONNETTO

FONDAZIONE CAPONNETTO IN COMUNE AD AREZZO

Interessante incontro ad Arezzo in Comune tra due esponenti della Fondazione Caponnetto ed un nutrito gruppo di giornalisti del posto. Il Presidente Calleri dell’Associazione e Renato Scalia ex membro dei corpi speciali di polizia di Stato hanno ampiamente parlato di mafia, della presenza di tale organizzazione degenerativa in ogni luogo, della necessità che i giornalisti diano il giusto risalto ai fenomeni mafiosi. Hanno messo in evidenza che dove c’è mafia, c’è disordine, paura e irregolarità economica. “E’ importante usare la penna perché è più importante delle armi”

 Stampa  Email

SUBBIANO INIZIATIVE PER LA SCUOLA ELEMENTARE

SUBBIANO INTERVENTO SULLA SCUOLA ELEMENTARE “S.PERTINI”

Importante decisione della Giunta Municipale il 9.6.2018: hanno deciso di effettuare ” …il miglioramento sismico dell’edificio destinato a scuola primaria Sandro Pertini di Subbiano: approvazione progetto di fattibilità tecnico-economica e contestuale proposta di modifica del programma triennale delle opere pubbliche 2018-2020.

 Stampa  Email

SUBBIANO CAPOLONA COME VANNO GLI ULIVI ?

SUBBIANO CAPOLONA COME VANNO LE OLIVE ?

Normalmente di questi tempi dal Circolo di Castelnuovo vengono notizie sulla situazione degli uliveti: più che altro un bollettino della mosca olearia la quale talvolta infetta le piante che fanno delle nostre terre le località più pregiate per qualità di olio. Quest’anno il Sig. Mario Francesconi, Presidente e animatore del Circolo della frazione subbianese è diventato Sindaco di Capolona e possiamo comprendere il limite di tempo che lo perseguita. Però il “bollettino” suddetta è troppo importante per essere trascurato. Soprattutto una previsione sulla qualità e quantità del prodotto in modo che la gente possa fare una previsione, sia pur inesatta, dell’importo necessario per l’acquisto dell’olio. Speriamo che l’iniziativa non venga soppressa affinchè possiamo dare le tradizionali notizie relative alle olive e all’olio.

 Stampa  Email

SUBBIANO LA FAMIGLIA BOBINI E I RIFUGIATI AFRICANI

.

SUBBIANO BOBINI ED I RIFUGIATI

 

Si tratta di un problema nazionale, reso ancora più acuto dal recente comportamento di Matteo Salvini, Ministro degli Interni. Il problema riguarda anche Subbiano dato che è presente nel nostro territorio una comunità piuttosto consistente di rifugiati; conosciamo i rapporti di amicizia che il nostro Direttore ha con il Sig. Ivo Bobini, ma proprio perché non vogliamo essere accusati di parzialità ci accingiamo a parlare dei problemi della onlus di cui è Presidente Ivo Bobini e che gestisce un gruppo di rifugiati domiciliati nel nostro comune. Esiste anche un’altra Organizzazione che, in Subbiano, gestisce un altro gruppo di immigrati; anch’essa ha in una subbianese la direzione della cosa: si tratta della Associazione onlus OXFAM la cui responsabile aretina è Miriam Lanini, di famiglia subbianese, figlia del caro amico defunto Aldo Lanini e della Maestra Bruna Giuntini.

L’Associazione di Bobini e la Oxfam curano separatamente la gestione di due gruppi di rifugiati i quali hanno domicilio a Subbiano capoluogo e Santa Mama; si tratta di giovani, tutti maschi, di origine africana e di colore scuro. Sul colore della pelle di queste persone sono nate, in Subbiano, alcune, in verità poco accettabili, polemiche. “Neri pericolosi” “… salgono le stesse scale dei miei figli…” “…orinano ed altro fuori, nei campi …”ed altre simili amenità. In realtà si tratta di giovani che hanno passato momenti tremendi prima nelle assolate traversate di deserti vari, poi nelle cattiverie dei torturatori libici e poi su un viaggio incerto e pericoloso via mare, su zattere scalcinate e infine sull’ostilità di molti italiani. Giovani che rispettano l’ambiente in cui sono stati accolti e si prestano anche a lavorare per quattro soldi senza protestare; ricevono vitto e alloggio e non si lamentano di niente.

Proprio per questo ci interessiamo di loro ed informiamo i lettori delle vicende di questa umanità disperata: accettano tutto e non protestano mai. Noi invece se c'è da protestare, protestiamo.

Lo Stato italiano aiuta queste persone versando circa 35 euro al giorno per ogni assistito; in cambio le Associazioni, con questo importo, devono curare il vitto, l’alloggio e l’assistenza di queste persone. Poiché il nostro Bobini cura in prima persona questa assistenza, vediamo che: la sistemazione abitativa lascia a desiderare, sia per la concentrazione umana nelle varie camere, sia per la carenza di servizi igienici; per quanto riguarda il vitto, naturalmente, si cerca di spendere il meno possibile e viene fornito cibo di non elevato pregio: riso e pollo in abbondanza, niente vino anche per motivi religiosi e niente altro sia che si tratti di alimenti necessari, sia voluttuari. Ciò che intendiamo portare a conoscenza dei nostri lettori è che il nostro Consigliere Comunale Vasco Bobini è stato visto più volte con un pulmino mentre porta nei vari posti questi giovani rifugiati. Ci domandiamo, può un Consigliere comunale dedicarsi a questa attività di competenza del fratello e trasportare terzi su un veicolo di proprietà  dei tre fratelli Bobini ? Riteniamo che anche questo sia un motivo di incompatibilità con la carica rivestita dal Bobini e sollecitiamo una sua precisa presa di posizione conseguenziale.

 Stampa  Email

SUBBIANO IL COMUNE PROGETTA DI SPOSTARE ALCUNE TOMBE

 SUBBIANO I MORTI ANCORA PERSEGUITATI

Non possiamo fare a meno di manifestare tutto il nostro sdegno nei confronti di una iniziativa del Comune che prevede la rimozione di alcune tombe ; siamo dell’avviso che “i morti vanno lasciati stare” essi rappresentano il nostro patrimonio ideale; sono i nostri precursori e ci hanno lasciato il mondo in cui bene o male viviamo. La civiltà cristiana, di cui siamo tutti tributari, ci insegna il rispetto per chi non è più e ci indica la strada per onorare e amare la memoria dei nostri cari. I Signori del Comune di Subbiano non avevano altri temi a cui dedicarsi ? Dovevano pensare proprio ai morti ? Siamo o no un popolo civile ? E la nostra civiltà si manifesta anche in queste piccole cose che poi non sono tanto piccole se si pensa ai nostri defunti genitori o figli o fratelli o sorelle.

Crediamo di interpretare un sentimento comune se sosteniamo che “i morti vanno lasciati stare al loro pacifico, misericordioso sonno eterno.”

Non pretendiamo di insegnare ai vari veri o presunti “federali”, informiamo soltanto che per i subbianesi ed i capolonesi è un errore andare a mettere le mani su cose che, nell’animo della gente, sono sacre.

Vogliamo segnalare che tra le tombe che il Comune intende rimuovere c’è anche quella del Dott. Macelloni, un brav’uomo che, amato da tutti, ha diretto per tanti anni il nostro Ospedale.

 Stampa  Email

SUBBIANO PARTECIPANTE ALLA GARA PER LA PISCINA

SUBBIANO PRIMA FASE DELL’AMMISSIONE ALLA GARA PER LA PISCINA

La ditta NEW TEAM GIANO S.S.D. Lucrativa a r.l .è stata ammessa alla gara per l’assegnazione della gestione della piscina consortile di Subbiano-Capolona.

E’prevista una spesa di 490.000 euro per rimettere in condizioni ordinarie i locali e la funzionalità dell’impianto ed il gestore ne avrà la concessione per 17 anni.

 

 Stampa  Email

SUBBIANO VIA ROMA DA SCALPELLARE

 

SUBBIANO NUOVA SCALPELLATURA DEL BORGO

Nell’ultimo Consiglio Comunale il Consigliere Maggini, ex Sindaco oggi all’opposizione, ha richiamato il Sindaco e l’Assessore Rossi Alessandro, competente in materia di manutenzione, sulla necessità che il primo strato delle pietre che costituiscono il pavimento della strada (Via Roma) venga scalpellato; infatti quelle pietre sono danneggiate in più punti e necessitano di una scalpellatura come è dovuto dopo diversi anni da quando sono state istallate. Non si tratta di una situazione che metta in pericolo la circolazione, ma è brutto: Subbiano, con i suoi marciapiedi scalcinati di via Verdi e questa pietra serena sfogliata in Via Roma fa una figura veramente miserabile per chi venga nella nostra cittadina.

Questa Redazione, naturalmente, è favorevole all’iniziativa come a tutte le iniziative che migliorino l’immagine e il decoro di Subbiano. Aspettiamo di vedere cosa farà il Comune.

 Stampa  Email

SUBBIANO 05.07.2018 CONSIGLIO COMUNALE RELAZIONE

05.07.208 SUBBIANO UN CONSIGLIO COMUNALE QUASI NORMALE

“Quasi” normale, il Consiglio Comunale di Subbiano del 5 Luglio scorso; un “quasi” polemico per differenziare il resoconto dai Consigli comunali passati in cui abbiamo visto di tutto. Invece questa volta si è trattato di un incontro tranquillo tra cosiddetta maggioranza ed opposizione. Sono stati discussi i punti all’Ordine del Giorno riguardanti atti dovuti a perfezionamento del bilancio: tutto approvato con i voti dei sostenitori del Sindaco il voto contrario della opposizione ad eccezione del voto di astensione inspiegabilmente dato dai Consiglieri Erica Falsini e Marinella Sereni. Già l’O.d.G. manifesta una attenuazione delle polemiche del Sig. De Bari sindaco e suoi seguaci: al primo punto dell’O.d.G. è stato inserito “COMUNICAZIONI, INTERROGAZIONI, INTERPELLANZE, E ODG.”argomento che aveva costituito motivo di grande contrasto tra opposizione (in testa Vasco Bobini) e cosiddetta maggioranza che mai aveva accettato la richiesta di inserire al primo invece che all’ultimo punto tale argomento.

Maggini, sempre attento ad ogni iniziativa di questa Amministrazione 1) ha richiamato l’attenzione sul problema della perdita del tubo di adduzione idrica in prossimità del Bar Carducci presso Piazza Carducci, dalla caditoia, da tempo, si avverte un rumore di perdita idrica che fa supporre un qualche guasto; 2) invita l’Amministrazione a tenere accesa l’illuminazione pubblica (lampade a led) anche dopo mezzanotte in via Roma e rimanente centro storico (attualmente vengono spenti alternativamente i lampioni alle ore 24,00) 3) richiede una visita tecnica al tetto delle ex scuole di Santa Mama dato che si manifestano tracce di tarli provenienti dal trave principale; importante iniziativa dato che quei locali sono frequentati da soci del locale circolo; 4) ha sollevato una polemica sul fatto che il Segretario Comunale è stato nominato Parte Datore di Lavoro nella trattativa con i Sindacati per l’applicazione del contratto di lavoro dei dipendenti comunali. Il Segretario al momento impreparato sull’argomento non ha ribattuto.

Soddisfazione, dunque, da parte del redattore che non ha dovuto assistere a spettacoli sgradevoli come più volte denunciato in passato: si ha l’impressione che la cosiddetta maggioranza abbia cambiato atteggiamento nella considerazione che ormai restano pochi mesi prima delle elezioni per il rinnovo del Consiglio e che, auspicabilmente, i banchi che oggi occupano i vari Maggini, Faltoni, Bobini saranno occupati da alcuni dei membri della cosiddetta attuale maggioranza.

 Stampa  Email

CAPOLONA "QUELLI DELLA KARIN" PATROCINIO DEL COMUNE

CAPOLONA“QUELLI DELLA KARIN”ASSOCIAZIONE SPONSORIZZATA DAL COMUNE

L’Associazione “QUELLI DELLA KARIN” ha sede in Subbiano in Via Roma nel locale sbassato quasi di fronte alla rivendita Santini, prende il nome dalla linea Karin, una linea difensiva tedesca che durante la seconda guerra mondiale passava dal nostro territorio. Una linea tedesca che ha lasciato lutti e distruzioni nei territori di Capolona e Subbiano. L’Associazione ricerca reperti bellici rimasti nel territorio e li ordina in una mostra veramente interessante nel loro museo in Via Roma. Presidente un giovane subbianese che fu già candidato alle elezioni comunali di Subbiano del 14.05.2014. Vicepresidente Lorenzo Campus un altro giovane appassionato il quale ha fatto domanda al Comune di Capolona di ottenere il patrocinio per l’Associazione. Concessione immediatamente accordata dal Comune, che anche con il nuovo Sindaco FRANCESCONI prosegue nel sostenere ogni evento culturale, infatti  l’Associazione tiene viva la conoscenza della guerra e mostra nel suo museo residuati bellici, strumenti foto e scritti di persone coinvolte nel conflitto. Insomma un gruppo di giovani che curano con intelligenza, il ritrovamento e l’esposizione di elementi che rappresentano ed hanno rappresentato molto per tanti subbianesi e capolonesi dell’epoca.

Questa Redazione formula i più sentiti complimenti per l’attività della Karin ed auguri di sempre più vivace progresso.

 Stampa  Email

SUBBIANO CARIDI E BIGLIAZZI DELEGATI DEL COMUNE DI SUBBIANO

IL COMUNE DATORE DI LAVORO CARIDI E BIGLIAZZI DELEGATI DI PARTE PUBBLICA

Il contratto collettivo di lavoro prevede una parte integrativa degli accordi normativi e salariali in cui l’Amministrazione comunale rappresenta una parte ; l’altra parte naturalmente i Sindacati. Per la parte pubblica il Comune di Subbiano ha individuato due figure burocratiche e cioè il Segretario Comunale e il Responsabile della Polizia Municipale. I politici, cioè le persone elette dal popolo possono partecipare alle discussioni, ma non hanno alcun potere in merito. Vero che “….i fini, gli obbiettivi e le risorse finanziarie sono disposti dagli organi politici.”

  • Si tratta di un argomento importantissimo per la vita dell’Amministrazione perché coinvolge il trattamento economico e normativo dei dipendenti comunali, un argomento, un tema che i nostri rappresentanti politici non si sentono di affrontare e perciò schermandosi dietro una congerie di Leggi e Regolamenti attribuiscono a due dipendenti comunali che non possono, per loro precisa natura, essere terzi in una trattativa così complicata.
  • In particolare non ci trova favorevoli la scelta del dipendente comunale Bigliazzi, Capo dei Vigili Urbani, il quale ha ormai un potere gigantesco nel Comune di Subbiano.
  • Non ci trova d’accordo anche questa definizione di commissione o comitato perché sono questi degli strumenti politico- collettivi composti però di consiglieri di maggioranza e di minoranza affinchè i dipendenti possano individuare la parte padronale.

 Stampa  Email

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.