NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

SUBBIANO CONSIGLIO COMUNALE 30.09.2019

SUBBIANO 30.09.2019 CONSIGLIO COMUNALE

Il Consiglio comunale si è svolto secondo la tradizione subbianese: disordine in aula e contestazioni continue. Il motivo delle contestazioni è il seguente, ma non si tratta solo di uno: il Consiglio ha discusso il Piano Strutturale e siamo tornati indietro di 15 anni, quando da Capolona venne una proposta di unico piano strutturale. Erano i tempi dell’Ufficio Unico, quella struttura costosa ed inutile che le Amministrazioni Maggini avevano demolito subito appena entrato Sindaco. Si ripropone oggi una attività edificatoria decisa dalla Signora Frosini, Capufficio dell’Urbanistica del Comune di Capolona, che somiglia molto alla richiesta di comune unico di qualche mese fa. I subbianesi hanno detto no al comune unico ed oggi, questi Signori vogliono riproporne una forma, senza però i vantaggi monetari che ne sarebbero derivati. Una posizione assurda al punto che lo stesso Mario Gnassi, promotore del no al referendum per l’unificazione dei due comuni, ha contestato in maniera vivace questo Amministrazione. “….Alle elezioni vi ho aiutato, ma ora me ne pento…” Ma la critica più violenta è venuta da Ilario Maggini, oggi Consigliere di minoranza, il quale è entrato letteralmente “con i piedi” sulla contestazione di questa iniziativa.Sempre nell'interesse dei subbianesi egli ha rivendicato la primogenitura nelle scelte urbanistiche e si è anche accapigliato con l’Assessore Calussi al quale ha rinfacciato inesperienza, infantilismo e faziosità. Il Sindaco, la esile (fisicamente) Mattesini Ilaria è arrivata al punto di mettersi a piangere davanti alla enormità della situazione da lei creata. Il clima si è ulteriormente riscaldato quando i consiglieri Maggini e Esposito hanno sollevato il problema dell’amianto nelle scuole medie. I due Consiglieri hanno presentato un’interrogazione sul fatto che la Scuola Media ha una sede su un’area dove esistono tanti immobili con tetti carichi di amianto. Alcuni (i più) sono dismessi e in qualche caso la piastre d'amianto sono rotte; in tale situazione esiste una minccia per la salute dei giovani; che cosa aspettano i genitori a farsi sentire ? I loro figli sono il futuro, il domani, di Subbiano e Capolona.

 

 

 Stampa  Email

SUBBIANO CONSUETA ATTIVITA' DEI CARABINIERI

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

I GENITORI CHIAMANO AIUTO PER IL FIGLIO VIOLENTO. I CARABINIERI GLI
TROVANO MARIJUANA PRONTA PER LO SPACCIO. ARRESTATO.

CAPOLONA – Nello scorso fine settimana i Carabinieri della Stazione di Subbiano
hanno proceduto all’arresto di un ragazzo italiano per detenzione ai fini di spaccio di
sostanze stupefacenti.
I militari si sono portati presso l’abitazione di una famiglia di Capolona a seguito di
una richiesta di aiuto da parte dei genitori che avevano segnalato che il proprio figlio
era particolarmente violento, in quanto aveva fumato cannabis nella propria camera e
stava danneggiando i vetri dell’abitazione ed altri oggetti ivi presenti.
Una volta all’interno della casa, bloccato il soggetto, i Carabinieri hanno effettuato
una perquisizione domiciliare a seguito della quale è stato rinvenuto nella
disponibilità dello stesso il complessivo di circa 150 grammi di marijuana suddivisa
in dosi, il materiale per il taglio, il peso ed il confezionamento, oltre ad alcune
centinaia di euro ritenuti provento dell’attività di spaccio.
L’uomo è stato così arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti
e, su disposizione dell’A.G., condotto presso le camere di sicurezza del Comando
Provinciale dei Carabinieri di Arezzo in attesa di rito direttissimo.

 

 

 Stampa  Email

RIPETUTI MALTRATTAMENTI: UN ARRESTO

Comando Provinciale Carabinieri di Arezzo

Nuovo caso di violenze tra le mura domestiche: imprenditore arrestato

Aggredisce brutalmente la figlia minore ed il figliastro maggiorenne accorso in sua difesa, ma è solo l’ultima di una serie di violenze consumate nel tempo che le vittime non avevano mai osato denunciare. Evidentemente la misura era colma, così di fronte all’ennesimo episodio di violenza gratuita avvenuto la scorsa settimana le vittime si sono rivolte ai Carabinieri che lo hanno arrestato.    

Nell’abitazione, oltre al padre-patrigno padrone – un imprenditore anghiarese di 49 anni - vivono la madre e due ragazzi: la figlia 14enne e il figliastro, più grande, che di anni ne ha 20. Come hanno poi raccontato ai Carabinieri, i due giovani fratelli sono stati spesso oggetto di percosse e maltrattamenti da parte dell’uomo che avrebbe la cattiva abitudine di  sfogare la sua violenza sui familiari. Entrambi i ragazzi sono stati medicati al pronto soccorso dell’ospedale civile Sansepolcro per le ferite, fortunatamente lievi, provocate dalle percosse ricevute. La minore è stata subito dopo avviata all’ospedale del capoluogo per l’attivazione del “codice rosso”, mentre il padre su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato condotto al carcere di Arezzo. Dovrà rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia. All’uomo i Carabinieri hanno anche sequestrato una pistola cal. 22 ed il relativo munizionamento che deteneva in casa regolarmente.

 Stampa  Email

SUBBIANO SPETTACOLO E BENEFICENZA

Divertimento e solidarietà con “CUCCUMEGGE
Domenica 20 ottobre alla Proloco di Subbiano

Per il terzo anno consecutivo la Compagnia “ La Nave dei Folli” si mette a disposizione per
un evento di beneficenza presentando uno spettacolo teatrale in due atti in vernacolo
aretino dal titolo “ CUCCUMEGGE” di Roberto Arrigucci”.
Ingresso gratuito con offerta libera, l’incasso sarà utilizzato a favore dei progetti
dell’Associazione Crescere, nello specifico verranno utilizzati a sostegno del progetto
“ Officina104” destinato a ragazzi ai fini di rafforzare le proprie abilità sociali per un possibile
inserimento lavorativo .
Crescere è un associazione senza fini di lucro che progetta e realizza interventi a sostegno
di bambini e ragazzi con disabilità intellettive, cognitive e comportamentali e delle loro
famiglie, opera in tutto il territorio provinciale organizzando servizi ed attività con lo scopo di
favorire l’integrazione e l’autonomia . Lo spettacolo ha ottenuto il patrocinio del Comune di
Subbiano, Comune di Capolona, della Proloco di Subbiano oltre ad avere il supporto di tutte
le associazioni presenti nel territorio. L’appuntamento è per domenica 20 ottobre alle ore
17,00 presso il Centro Polivalente in Via Salvemini zona Stadio a Subbiano.

 Stampa  Email

ORARIO DI LAVORO E REGOLE (2)

SUBBIANO 20.10.2019 RAPPRESENTAZIONE TEATRALE

Abbiamo trovato un atto del comune di Capolona in cui quell’Amministrazione conferisce il patrocinio ad una Associazione subbianese (“crescere”-Sig.ra Bertollo) la quale il giorno 20 ottobre prossimo terrà una rappresentazione teatrale presso il Centro Polifunzionale di Subbiano.

 Stampa  Email

ATTENZIONE A LASCIARE COSE IN MACCHINA !

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

FURTO SU AUTO IN SOSTA: UN ARRESTO DEI CARABINIERI

AREZZO – Nella mattinata di ieri i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Arezzo e
del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Arezzo, coadiuvati da personale
della Polizia Locale, hanno proceduto all’arresto di un italiano, classe 1982,
pluripregiudicato, per aver rubato un portamonete all’interno di un’autovettura parcheggiata
in via Signorelli.
I carabinieri, che transitavano in zona, hanno notato un uomo che si aggirava con fare
sospetto tra le auto in sosta. Poco dopo lo stesso è stato sorpreso mentre asportava alcuni
oggetti contenuti all’interno di una di esse. Alla vista dei Carabinieri, lo stesso si è dato
repentinamente alla fuga. Dopo alcuni metri di inseguimento, i militari sono riusciti a
bloccarlo ed ad arrestarlo. Nella sua disponibilità è stato rinvenuto un portamonete
contenente alcuni euro asportato poco prima all’interno della vettura.
Dagli accertamenti successivi è emerso che l’arrestato è sottoposto alla sorveglianza
speciale di pubblica sicurezza e destinatario di un foglio di via obbligatorio dal comune di
Arezzo.
Gli oggetti rubati sono stati restituiti al legittimo proprietario, mentre l’uomo, su
disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato condotto presso le camere di sicurezza del
Comando Provinciale di Arezzo in attesa di rito direttissimo previsto per la giornata odierna.
Dovrà rispondere dei reati di furto aggravato e della violazione delle citate misure di
prevenzione.

.

.

 Stampa  Email

SUBBIANO IL CALCIO NEGLI ULTIMI NOVANT'ANNI

SUBBIANO LA SQUADRA  DEL CUORE

Domenica22 settembre allo stadio comunale è stato festeggiato il 90esimo complenno della squadra del Subbiano

 Stampa  Email

CALCIO DOMENICA 22.09.2019 SUBBIANO - TORRITA 1 - 0

 

DOMENICA 22.9.2019 SUBBIANO TORRITA 1 – 0

( di Duccio Orlandi - scrittore tifoso)

Bellissima partita quella di domenica 22 scorsa, giocata ad alti ritmi da entrambe le squadre che si sono affrontate a viso aperto...Per 60 minuti è stato un Marino Mercato-Subbiano tambureggiante. Diverse le occasioni da gol create, ma non concretizzate dal Subbiano. Al 60° Ruggeri trasforma il calcio di rigore giustamente concesso dall'arbitro Sig. Nassari della Sezione Valdarno.

Dopo il gol di Ruggeri, alla prima assoluta con la maglia del Subbiano, i padroni di casa hanno un altro paio di occasioni per raddoppiare, ma non ci riescono. Si arriva dunque al triplice fischio che sancisce la vittoria dei padroni di casa, a punteggio pieno in campionato. Appuntamento con i tifosi subbianesi per mercoledì 25 prossimo alle 20,30 per l'impegno di Coppa Toscana contro il Rassina.

Apprezzato anche dall'arbitro stesso la condizione del campo, perfettamente inerbito e a posto. Pubblico numeroso, tempo coperto.

 Stampa  Email

RISSA TRA EXTRACOMUNITARI ANCHE I CARABINIERI IN DIFFICOLTA'

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

RISSA IN CENTRO: TUTTI ARRESTATI DAI CARABINIERI IN COLLABORAZIONE CON LA

GUARDIA DI FINANZA VALDARNESE

MONTEVARCHI – I Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno in
via Cennano a Montevarchi, hanno tratto in arresto tre persone, tra le quali una donna.

 Stampa  Email

ATTENZIONE! MINACCIARE DI MORTE E' REATO GRAVISSIMO !

minaccia di morte il vicino: denunciato dai Carabinieri

Rapporti a dir poco burrascosi quelli tra i vicini di un condominio del comune biturgense. Scatti d’ira culminati addirittura con gravi minacce di morte che hanno visto protagonisti un 47 tifernate ed un 52enne di origine laziali entrambi residenti nel comune di Sansepolcro.

I pessimi rapporti di vicinato che da tempo intercorrono tra i due sono culminati nella grave intimidazione quando, alcuni giorni fa, nel corso di un’accesa discussione nel cortile di casa tra i propri genitori e l’altro condomino, il 47 tifernate è intervenuto minacciando pesantemente il 52enne, tra l’altro, in presenza di altre persone.

I Carabinieri a conclusione degli accertamenti e dei riscontri testimoniali lo hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo per il reato di minaccia aggravata

 

 

 Stampa  Email

FURBIZIE DI COMMERCIANTI ABUSIVI

 

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

CC CONTRO L’ABUSIVISMO COMMERCIALE A MARGINE DELLA FESTA DEL PERDONO

TERRANUOVA BRACCIOLINI - Continua la lotta all’abusivismo commerciale da parte dei
Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno: ripetendo quanto già effettuato lo
scorso anno, a margine della sentita e partecipata Festa del Perdono, i Carabinieri hanno
organizzato degli specifici servizi, orientati sulle vie di trasporto pubblico, con particolare
riguardo alle stazioni ferroviarie.
I militari hanno pertanto preferito contrastare l’abusivismo cercando di sequestrare la merce
non direttamente nei luoghi della festa, ma prima che gli abusivi potessero accedere agli
spazi riservati agli ambulanti: questo per eliminare ogni rischio per i civili partecipanti alla
festa, nel caso di fughe incontrollate dei venditori di merce contraffatta.
I Carabinieri, presso la stazione ferroviaria di Montevarchi, hanno pertanto sequestrato
decine di giubbotti contraffatti di alcune note marche, nonché diversi ombrelli, mentre gli
ambulanti si sono dati alla fuga, lasciando i pesanti sacchi nelle mani dei militari.
La stretta sinergia tra la Compagnia Carabinieri valdarnese e la locale Compagnia della
Guardia di Finanza, nonché l’eccellente collaborazione con l’amministrazione Comunale di
Terranuova che ha messo in campo diversi stewards di società specializzate, ha permesso di
constatare, in questa edizione del Perdono, una presenza di abusivi ridotta rispetto alle
passate edizioni, persino rispetto allo scorso anno, quando già si era provveduto a
contrastare duramente i venditori ambulanti abusivi riscontrandone una presenza minore.
Nel corso della Festa del Perdono, i Carabinieri hanno inoltre identificato un cittadino
rumeno che era stato segnalato come attuatore del gioco delle tre campanelle, unitamente a
tre complici, datisi alla fuga all’arrivo dei militari: per l’uomo verrà proposto il foglio di via
dal comune valdarnese.

 

 Stampa  Email

ORARIO DI LAVORO E REGOLE

SUBBIANO 20.10.2019 RAPPRESENTAZIONE TEATRALE

Abbiamo trovato un atto del comune di Capolona in cui quell’Amministrazione conferisce il patrocinio ad una Associazione subbianese (“crescere”-Sig.ra Bertollo) la quale il giorno 20 ottobre prossimo terrà una rappresentazione teatrale presso il Centro Polifunzionale di Subbiano. Capolona mostra una insospettata capacità di accoglimento di iniziative intelligenti quale quella patrocinata. Non altrettanto Subbiano: abbiamo, il giorno 24 settembre alle ore 12,25, cercato di contattare telefonicamente il Comune di Subbiano per avere ulteriori notizie e in comune non abbiamo potuto contattare nessuno , a parte il Sig. Tanci dell’Uff. Tecnico,  cioè gli impiegati erano già andati via ? 

Se è così, protestiamo vivamente perché l’orario di lavoro è fino alle 14,00 e non va bene andare via prima; saranno le conseguenze di avere un sindaco collega di lavoro ? Sarà a causa del fatto che l’attuale sindaco è il collega Ufficiale d’Anagrafe ? sarà quel che sarà, ma l’orario è orario , va rispettato e va fatto rispettare e verificare se veramente i dipendenti siano già andati via alle 12,30.

Per parte nostra riferiremo appena ne avremo la possibilità.

Oggi 25 settembre 2019 mercoledì, abbiamo finalmente potuto parlare con la Signora Faustina Marcella Bertollo, un medico veterinario che, con grande spirito di collaborazione, è Presidente dell'Associazione "Crescere". La sede di questa Associazione è addirittura presso l'abitazione della detta Signora. Ci ha inviato una mail dalla quale conosciamo che Crescere  progetta e realizza interventi mirati a realizzare un mondo dove le persone con disabilità intelletiva abbiano le stesse possibilità di quelle a sviluppo tipico dove possano crescere e maturare aldi fuori del loro nucleo familiare. Un impegno civico di enorme rilevanza al quale questo Giornale plaude sinceramente.

 Stampa  Email

FURBIZIE ANTICHE, MA I CARABINIERI VIGILANO

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

RUBA ARGENTO NELL’AZIENDA IN CUI LAVORA: ARRESTATO DAI CARABINIERI

AREZZO – Nella serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della
Compagnia di Arezzo, durante un servizio di controllo del territorio per la prevenzione e
repressione dei reati, hanno proceduto all’arresto di un italiano, classe 1982, dipendente di
una ditta di lavorazione di metalli.
L’attività è nata dalla segnalazione del titolare della ditta che, accortosi da qualche giorno di
alcuni ammanchi di materiale prezioso dalla propria azienda, aveva provveduto ad installare
delle telecamere per le opportune verifiche. Proprio ieri pomeriggio, dalla visione delle
stesse, l’imprenditore ha notato un suo dipendente che effettuava dei movimenti sospetti ed
ha chiamato i Carabinieri.
I militari, giunti immediatamente sul posto, hanno bloccato l’uomo mentre, a fine turno,
usciva dalla ditta. Dalla successiva perquisizione, all’interno della propria auto ed
opportunamente occultati, sono stati rinvenuti complessivamente circa 750 grammi di
semilavorati in argento, che il titolare della ditta ha riconosciuto come provenienti dalla
propria fabbrica. L’uomo, per il quale è scattato l’arresto, sarà presentato al giudice del
Tribunale di Arezzo per il rito direttissimo nella mattinata di oggi. Gli oggetti trafugati sono
stati restituiti al proprietario.

 

 Stampa  Email

DOVE NASCONDE LA DROGA ?

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

DISABILE GRAVE IN SEDIA A ROTELLE COL VIZIETTO DELLO SPACCIO

AREZZO – Nella mattinata di ieri i Carabinieri della Stazione di Arezzo, nel corso di uno
specifico e mirato servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio di
stupefacenti, hanno proceduto all’arresto di un uomo di origini tunisine, classe 1975,
pluripregiudicato per reati specifici.
L’uomo, che è disabile su sedia a rotelle per la mancanza di entrambi i piedi, già conosciuto
dai militari operanti per i suoi precedenti specifici per spaccio di droga, è stato visto
aggirarsi con fare sospetto nel giardino del Porcinai. In particolare lo stesso si avvicinava
più volte ad alcuni tossicodipendenti presenti nella zona, presumibilmente per cedere ad essi
sostanze stupefacenti, sicuro di non essere controllato poiché su carrozzina.
Alla vista dei militari, l’uomo ha cominciato ad agitarsi, per cui lo stesso è stato fermato e
portato in Caserma per un controllo più approfondito, all’esito del quale è stato rinvenuto un
involucro opportunamente occultato nella cavità rettale. All’interno del contenitore i militari
operanti hanno rinvenuto 45 dosi di sostanza stupefacente, di cui circa 7 grammi di cocaina
e 3 di eroina. Per l’uomo è scattato così l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze
stupefacenti e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato condotto in carcere alla Casa
Circondariale di Arezzo

.

.

 

 

.

 Stampa  Email

VIOLENZA IN FAMIGLIA

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

ALLONTANATO DALLA CASA FAMILIARE
ALL’ENNESIMO EPISODIO DI VIOLENZA CONTRO LA MADRE

RIGUTINO – Con una telefonata al numero di pronto intervento nelle prime ore del mattino
di Domenica, una vedova 45enne ha richiesto l’intervento urgente dei carabinieri poiché il
figlio 21enne, che aveva allontanato da casa dopo l’ultima lite, si trovava fuori dalla porta di
ingresso e stava cercando di sfondarla per entrare. Portatisi immediatamente sul posto, i
militari della sezione radiomobile della Compagnia di Arezzo, riportavano la calma e nel
contempo richiedevano l’intervento dei sanitari del 118 perché il giovane si era procurato
delle ferite alla mano, per le quali è stato curato sul posto. Accertato il rapporto
problematico con la madre, risalente nel tempo e causa di numerose liti ed episodi di
violenza, il ragazzo è stato denunciato per il reato di maltrattamenti in famiglia e sottoposto
su disposizione dell’autorità giudiziaria al divieto di avvicinamento alla madre e al
contestuale allontanamento dalla casa familiare.

 Stampa  Email

VICENDE DA PUBBLICAZIONE DI BARZELLETTE

 

SUBBIANO NUOVAINAUGURAZIONE DELLA PISCINA

Questo non è un giornale satirico tipo "La Settimana Enigmistica", ma talvolta dobbiamo dare delle notizie che fanno ridere; come la notizia che il Comune di Subbiano ha deciso di "inaugurare" la piscina comunale.

 Stampa  Email

 
Sei di Capolona se...
Gruppo Pubblico · 270 membri
Iscriviti al gruppo
Nuovo gruppo della comunità di Capolona. Non appena raggiungeremo un numero considerevole di iscritti inizieremo a definire insieme il regolamento.
 
 

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.