NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

SUBBIANO CONFERMA DI CANDIDATURA

SUBBIANO E’UFFICIALE, RUDI LAPINI CANDIDATO DELLA SINISTRA

E’ sempre più difficile seguire le notizie durante una campagna elettorale: notizie, smentite, riconferme. Stamani venerdì 12 aprile 2019 abbiamo ricevuto la notizia che Rudi Lapini, il presidente della Karin di Subbiano, era stato nominato candidato Sindaco di Subbiano.

 Stampa  Email

LA QUESTURA CONTROLLA LA SOMMINISTRAZIONE DI ALCOOLICI

VV

COMUNICATO STAMPA DELLA QUESTURA

Nel corso del fine settimana, su disposizione del Questore Fabio Salvatore Cilona, sono stati effettuati dalla Squadra Amministrativa della Divisione P.A.S.I. della Questura di Arezzo una serie di controlli presso esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande e una discoteca del centro cittadino.

I controlli sono stati organizzati, in particolare, al fine di arginare il fenomeno dell'abuso di alcool tra i minori e di verificare il corretto svolgimento delle attività di svago presso i locali di intrattenimento.

Sono state contestate 3 violazioni amministrative che prevedono sanzioni pecuniarie fino a 1.000 euro presso i locali di somministrazione di alimenti e bevande e, presso la discoteca, la mancanza del cartellino che consente l'immediata individuazione del personale addetto ai servizi di controllo e sicurezza, che comporta una sanzione fino a 1500 euro.

I titolari dei locali sono stati inoltre sensibilizzati circa la necessità di rispettare le regole che disciplinano il settore, in modo da consentire ai giovani di fruire della serata di svago in una cornice di tranquillità e sicurezza.

Il Questore Cilona ha così inaugurato una nuova stagione di controlli che, specie con l'approssimarsi dell'estate, si intensificheranno e interesseranno i locali della movida del centro e della periferia di Arezzo.V

 

 Stampa  Email

SUBBIANO BELLA AZIONE DI CARABINIERE IN BORGHESE

COMPAGNIA CARABINIERI DI AREZZO

TENTANO DI RUBARE OROLOGIO AD UN ANZIANO CON
lA TECNICA DELL'ABBRACCIO, ARRESTATE A SUBBIANO DUE LADRE SERIALI DA UNCARABINIERE LIBERO DAL SERVIZIO.

Nella giornata di sabato i militari della Stazione di Subbiano hanno proceduto
all’arresto in flagranza di reato di due donne di origini rumena, di 23 e di 25 anni,
entrambe senza fissa dimora, poiché scoperte da un carabiniere libero dal servizio
mentre tentavano di rubare un orologio ad un anziano con la cosiddetta “tecnica
dell’abbraccio”.
La vittima, un uomo di 91 anni, nel centro di Subbiano era stato avvicinato dalle due
giovani che inizialmente chiedevano informazioni sull’ubicazione di alcuni locali della
zona e poi l’ora. Successivamente, con modi amichevoli e affettuosi, si avvicinavano
allo stesso toccandogli il braccio ed il polso.
Proprio nel momento in cui le due stavano in procinto di sfilare l’orologio
all’anziano, sul posto transitava un carabiniere in borghese libero dal servizio, che
notata la scena, facendo mente locale di casi analoghi, si accorgeva di cosa stesse
accadendo, decidendo così di intervenire.
Una volta qualificatosi, il militare bloccava la donna che abbracciava l’anziano,
scongiurando il furto. Successivamente provvedeva a chiamare in ausilio i colleghi.
Le due donne, prive di documenti, venivano portate in caserma ed identificate. Una
delle due risultava essere una vera e propria “ladra seriale”, era infatti gravata da
numerosi precedenti specifici per furti commessi in varie città della Toscana con lo
stesso “modus operandi”.
Le due “ladre” sono state quindi tratte in arresto per tentato furto con strappo in
concorso e condotte presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale
Carabinieri di Arezzo in attesa di rito direttissimo.

 Stampa  Email

UN GROSSO INSUCCESSO IL MERCATINO

SUBBIANO UN FLOP CLAMOROSO DEL "COMMERCIANTI PER UN GIORNO"

Musi lunghi ed aria sconsolata i venditori del tradizionale mercato, un mercato fuori dalle normali conduzioni fieristiche: era proibita la partecipazioni ai commercianti ordinari; alla fine niente compratori, più in generale: niente pubblico.

 Stampa  Email

SUBBIANO PRECISAZIONE DI VASCO BOBINI

In relazione ad un nostro articolo in cui si parla del Sig. Vasco Bobini, attuale Consigliere comunale di Subbiano in cui si formulava la notizia di una sua presunta incompatibilità relativa alla sua carica di Consigliere comunale ci perviene una precisazione del detto Sig. Bobini in cui egli dà notizia di non essere più interessato alla vicenda che riguarda la causa tra il Comune di Subbiano e la famiglia Bobini, erede del defunto e compianto suo padre, in vita affittuario di un podere dell'ex Opera Pia Boschi.

 Stampa  Email

CALCIO DOMENICA 7.4.2019 SUBBIANO - LATERINA 1- 1

DOMENICA 07.04.2019 SUBBIANO – LATERINA 1- 1

una brutta partita in cui un Subbiano lanciatissimo non è riuscito ad imporsi ad una squadra ultima in classifica ed ormai retrocessa. Una delusione per i numerosi tifosi presenti; un clima buono ed un campo pessimo per i noti motivi: il campo viene usato anche per gli allenamenti della prima squadra e per allenamenti e tornei delle squadre minori. L'augurio è che, presentandosi il Presidente del Subbiano alle prossime elezioni come candidato Sindaco, egli vinca e prenda subito in mano  le condizioni dello stadio.

La cronaca si limita alla descrizione dei due gol: uno al 10° del primo tempo Detti con un bel tiro segna per il Subbiano e Nocciolini del Laterina segna il pareggio al 35° del secondo tempo. La partita si limita ad un batti e ribatti inconcludente per entrambe le squadre.

FORMAZIONI

Subbiano: Lancini, Fini L., Gjoka, Corti, Giustini, Marraghini, Falsini, Cini, Detti, Pallanti, Fini A. Allenatore: Neri.

 Laterina: Bianchini, Cecconi, Vagnini, Forciniti, Mohammed, Lovari, Gallorini, Auliero, Occhini, Baglioni, Amato. Allenatore: Attili.

 Stampa  Email

SUBBIANO L'ASSESSORE BRUNO SBATTE LA PORTA E SE NE VA

L'ASSESSORE BRUNO SBATTE LA PORTA E SE NE VA

Sapevamo che c'era un po' di confusione, ma non credevamo fino a questo punto. La Sig.ra Nicoletta Bruno, avvocato del Foro di Arezzo, già vanto di questa amministrazione per il suo rilievo accademico, è uscita dalla maggioranza e si è dimessa da Assessore; il sindaco De Bari nel tentativo di attenuare il colpo ha dichiarato che lui stesso l'avrebbe espulsa dalla Giunta perchè nell'ultimo Consiglio comunale ha votato contro il bilancio di previsione, astenendosi.

 Stampa  Email

ECCESSIVO FANATISMO. IL DASPO NON E' UNA BARZELLETTA

Comando Provinciale Carabinieri di Arezzo

Derby Sangiovannese-Montevarchi: denunciato un tifoso.
.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile e della Stazione di San Giovanni Valdarno
hanno denunciato a in stato di libertà un soggetto responsabile di aver violato le

disposizioni amministrative a suo carico.

Un tifoso di nazionalità italiana, ben noto da tempo alle forze
dell’ordine, non curante del divieto di accesso alle manifestazioni sportive
(D.A.S.P.O.) da cui era stato colpito nel 2018, si era portato in auto nei pressi dello
Stadio comunale di San Giovanni Valdarno durante il “derby” locale tra
Sangiovannese e Montevarchi; successivamente aveva tardato di 30 minuti l’obbligo
di firma, recandosi in ritardo presso la Stazione Carabinieri. I militari dell’Arma,
avendolo subito riconosciuto, lo hanno deferito in stato di libertà per la violazione
commessa; il tifoso ora rischia l’arresto.

 Stampa  Email

SUBBIANO UN CANDIDATO SINDACO ?

SUBBIANO UN CANDIDATO SINDACO ?

Il clima elettorale si sta arroventando a Subbiano. Infatti sembra, si dice sembra, che si sia tenuta una riunione in cui è stato deciso che il candidato della forza politica di sinistra sia il Sig. Lapini Rudi. Alla riunione erano presenti i maggiori esponenti della sinistra democratica e socialista di Subbiano. Sembra che l’annuncio ufficiale verrà dato stasera venerdì 12 aprile 2019 attraverso la rete televisiva “Arezzo notizie”, ma tutte queste sembrano voci, infatti abbiamo interpellato telefonicamente il Sig. Lapini ed egli non ha confermato la sua candidatura, anzi l’ha smentita; “…mi è stato chiesto di una mia eventuale partecipazione alla campagna elettorale ed io ho confermato¸ ma di candidarmi non si è parlato e in ogni caso quella è una decisione che andrebbe ponderata in maniera molto approfondita…”.ll mistero si infittisce sol che si consideri che il Lapini era presente, ieri sera, alla riunione che discuteva di questa candidatura. Può darsi che il Sig. Luciano Maestrini, esponente socialista locale presente alla riunione, abbia inteso portare avanti una candidatura della sua parte politica, come risulta essere il Lapini, nipote del grande socialista defunto e compianto Rigo di Montegiovi. In ogni caso non condividiamo quella eventuale scelta perchè il Lapini, pur essendo piuttosto giovane, rappresenta un trascorso, un già visto, il simbolo di un'italia scorsa. Un 'Italia in cui era consentito fare il sindaco e non fare niente per la popolazione; uno scorrere di quinquennio in quinquennio senza alcuna iniziativa per i propri amministrati, al punto che oggi se qualcosa si ricorda di un certo periodo, si deve a Michele Alberti solo vice, vicesindaco dell'epoca. Viceversa Ilario Maggini, ora sta predisponendo la lista per le prossime elezioni, il quale, pur non giovanissimo, porta un' aria di freschezza, di novità, di buona amministrazione, come già fece nei lunghi anni in cui fu Sindaco. Ultima cosa che non ci convince della candidatura Lapini è il fatto che egli è Presidente dell'Associazione Karin, un lodevole sodalizio subbianese e già sentiamo gli esponenti delle altre Associazioni: "....e noi ?..." Insomma: sentiamo un grande odore di incompatibilità.

 

 

 Stampa  Email

SUBBIANO ANCORA SUCCESSI DEI CARABINIERI

Comando Provinciale Carabinieri

AVEVANO INTESTATO SOCIETÀ A UN PRESTANOME. TRE
PERSONE DENUNCIATE PER CIRCONVENZIONE DI INCAPACE E FALSO.

 

Nel fine settimana scorso i Carabinieri della Stazione di Subbiano, in seguito ad
accertamenti effettuati presso strutture che forniscono attività di spettacolo itinerante,
hanno proceduto alla denuncia in stato di libertà di tre soggetti per circonvenzione di
incapace e falsità materiale.

 Stampa  Email

UNIVERSITA' DELL'ETA' LIBERA - LEZIONE DELLO PSICOLOGO DOTT. AVERSA

ANCORA UN PRIVILEGIO: AVERSA ALL’UNIVERSITA’ DELLA TERZA ETA’

Si tratta di un vero e proprio privilegio: avere un’altra lezione del Dott. Domenico Aversa. Una persona brillante, piena di carisma semplicemente amato dai partecipanti all’Università della terza età; amato perché manifesta una umana cordialità nei confronti dei suoi “alunni” i quali partecipano con osservazioni intelligenti alla lezione. Lunedì 8 ultimo scorso il Dott. Domenico Aversa ha tenuto una grande lezione all'Università dell'età libera. Riportiamo gli appunti del nostro cronista sulla lezione: " Viaggio su rapporti interpersonali, cioè verificare quanti rapporti esistano e quanto preme questo rapporto. LA MADRE NON E' IL TERRITORIO, MADRE è una cosa e il TERRITORIO un'altra. Partiamo dal presupposto che lui è un altro e io dico giusto, lui no. Rispetto personale e così amore verso sè stesso,  non c'è rispetto per il prossimo se non c'è amore per sè stesso. ODIO per i televisori che sono strumenti che distruggono. L'ascolto è essenziale per entrare nella mappa del territorio cioè nella conoscenza della persona. Ci sono vari fattori che ci portano a confliggere con il prossimo perchè ci sono molti saranno diversi. NOI ANDIAMO A SCONTRARCI con la persona che non la PENSA come NOI....e così via" 

Sicuramente questa breve sintesi non corrisponde al pensiero del Dott. Aversa e sicuramente riceveremo un reclamo, ma abbiamo voluto riportare i pensieri del nostro cronista perchè il lettore capisca la difficoltà della materia e si renda conto della grande versatilità di Aversa che è riuscito a suscitare interesse su questo argomento ad un pubblico totalmente digiuno di esso; ha reso la materia, normalmente ostica, gradevole e comprensibile a tutti.

La lezione e' stata lungamente applaudita dagli entusiasti presenti. Per un riguardo verso la persona pubblicheremo la foto dl Dott. Aversa; appena sarà possibile.

 Stampa  Email

UN VERO E PROPRIO SCIENZIATO ALL'UNIVERSITA' DELLA TERZA ETA'

una lezione semplice: un tema complicato, ersposto con una tale chiarezza da essere compreso anche da non esperti. Un altro successo dell'Università dell'età libera: UN VERO E PROPRIO SCIENZIATO, un uomo giovane, ben al di sotto dell'età dichiarata, dotato di una caratteristica rara ai tempi d'oggi: l'equilibrio.

di Domenico Aversa-psicologo

Con la sociologia della comunicazione è possibile crescere, ed è possibile conoscere sè stessi per confrontarsi con gli altri in maniera più profonda e consapevole. Questi, e altri ancora, sono stati i temi della Psicosintesi su cui si è dissertato all’Università dell'età libera di Capolona e Subbiano.
La Psicosintesi è un metodo ideato dallo psicologo fiorentino, e per un periodo nostro conterraneo Roberto Assagioli. Egli si proponeva essenzialmente uno scopo: offrire uno strumento pratico a tutti coloro che vogliono lavorare per trasformare la propria vita. I risultati di questo lavoro sono spesso sorprendenti e mostrano come sia possibile per ognuno di noi imparare a vivere in maniera più completa e soddisfacente. Se noi consideriamo la mente umana noteremo con facilità che essa è un composto di vari elementi, sensazioni, impulsi, desideri, emozioni, idee, intuizioni e via dicendo: alcuni elementi sono poi associati tra loro, altri invece sono in completa dissonanza... altri ancora vivono fianco a fianco... oppure estranei... è raro che la mente umana presenti quell’unità, quell’armonia organica che possiamo trovare nell’organismo fisico.
A prima vista la cosa appare se non proprio fattibile, almeno molto ardua. Assagioli notò che quando i vari elementi del nostro essere esistono senza connessione tra loro o sono in conflitto, ecco che nasce la sofferenza comunicativa, ovvero, quando viene a mancare l’equilibrio interno è difficile trovare un equilibrio esterno. Ma egli osservò anche che non appena questi elementi si armonizzano c’è in noi una sorta di liberazione, di benessere e percepiamo più chiaramente il significato della nostra vita.
Vedendo che questo processo tende a compiersi in modo naturale in tutti gli esseri umani, ma che assai spesso si blocca, Assagioli creò un sistema atto a evocare questo processo e a facilitarlo. Nacque così la Psicosintesi: un metodo pratico, aperto a tutti e applicabile in vari campi quali l’educazione mentale e comportamentale, la terapia e i rapporti interpersonali e sociali e a queste due sezioni sono stati dedicati i nostri incontri. Come canovaccio di lavoro ho preso in esame l’Odissea perché credo che sia il poema che racchiuda la totalità o quanto meno la straordinaria gamma di emozioni o di esperienze umane che si possano trovare nel rapporto interpesonale. La metafora che nasconde è utile a comprendere la struttura del rapporto ideale con le persone che ci circondano ed il percorso da fare per superare gli eventuali ostacoli che si frappongono tra loro e noi.
Credo che Omero scriva una sorta di guida perfetta con la quale suggerisce tutte le mosse ideali per ottenere il miglior risultato attraverso un cammino fortemente simbolico, irto di ostacoli, perché l’emotività di un confronto deriva anche dalle profondità del nostro essere, dall’inconscio, dall’irrazionalità, ed è possibile perdersi davanti a situazioni “apparentemente” assurde.
Navigare insieme ad Ulisse non è un semplicemente viaggio tra pagine quasi dimenticate ma un atto necessario se vogliamo fare qualche passo avanti nei rapporti umani e sociali. Dovremo affrontare consapevolmente le nostre “pecche”,dovremmo applicare la nostra maturità e in questo modo (forse) potremo raggiungere, per così dire, Itaca…

 Stampa  Email

CALCIO DOMENICA 7.4.2019 SPOIANO - CAPOLONA 0 - 1

DOMENICA 7.4.2019 SPOIANO – CAPOLONA 0 -1

Una partita tutta all'attacco per il Capolona fino a quando, al 50°, Bruni (n. 4 del Capolona) non ha segnato una bella rete.Il primo tempo ha visto uno svarione di Fabbriciani (Capolona) il quale, solo davanti al portiere avversario, è inciampato sul pallone e niente; al 20° Bernardini (Capolona) tira forte e colpisce il palo, niente; alcuni belli interventi di Nocciolini (Spoiano); migliore in campo della sua squadra contro i cui tiri, il portiere Barbagli ha manifestato la sua bravura. nel secondo tempo il apolona non smette i suoi attacchi e, dopo la rete, al 12° il soito BRuni (Capolona) fa un bel tiro e il portiere fa una bella parata sul medesimo. Poi, al 24°; una convincente rappresentazione di un attaccante dello Spoiano: entra in area, viene fronteggiato dal portiere Barbagli e immeciatamente sibutta in terra, l'arbitro si convince chesia statoabbattuto dal portiere ed espelle il povero Barbagli (Capolona); l'allenatore Giomoni (Capolona) richiama un attccante e manda in campo il secondo portiere Lottini, il quale fa un paio di belle parate. Al 30° del secondo tempo l'allenatore del Capolona fa uscire Santini e fa entrare Tegliai, un giovane del 2001 futuro attaccante.
FORMAZIONI
Capolona: Barbagli (Lottini), Mannelli, Scartoni, Bruni, Fani, Menchini, Fabbriciani,Ferrini, Bagni, Santini ( Tegliai), Daveri. Allenatore: Giommoni.
Spoiano:Dini, Russo, Rampi, Rossetti Riccardo, Bernardini A., Treghini, Nocciolini, Guiducci, Bernardini M., Giusti, Rossetti Stefano. Allenatore: Renzoni.

 Stampa  Email

SUBBIANO IL COMUNE SI DISFA DEI PODERI EX BOSCHI ?

SUBBIANO ESPROPRIO DEI PODERI EX BOSCHI ?

Il Comune di Subbiano è uscito con un giornaletto-notiziario che profuma fortemente di elezioni amministrative: uno strumento, cioè, che vorrebbe attribuire all’attuale amministrazione dei meriti che nessuno conosce.

 Stampa  Email

SUBBIANO CANDIDATI A SINDACO

v

SUBBIANO CANDIDATI A SINDACO

Questa volta veramente la montagna ha partorito il topolino. Ma è venuto fuori un topolino rachitico e subito morto. Sta di fatto che lunedì 25 marzo u.s. i signori Valter Bondi, Segretario del PD locale, Luciano Maestrini e ing. Giovanni Mattesini, hanno convocato Ilario Maggini, ex Sindaco di Subbiano, ad una riunione presso una normale abitazione a Poggio d'Acona e gli hanno proposto di entrare in una lista in cui l’Ing. Giovanni Mattesini sarebbe candidato sindaco e lui Maggini , avrebbe partecipato a quella lista avendo garanzia che, a seguito della vittoria, egli avrebbe fatto il vicesindaco. Si riproporrebbe una situazione analoga a quella che ha visto De Bari e la sua Giunta spadroneggiare su Subbiano negli ultimi cinque anni. Maggini ha, immediatamente, risposto di no: “ritengo di avere altre possibilità di fare del bene ai subbianesi come ha fatto in tutta la mia vita politica”Al di là. della risposta, chiara e decisa, di Ilario Maggini alla proposta, emergono dall'evolversi della situazione, due elementi: uno che il PD sembra navigare a vista e che senza la richiesta serietà conduca la trattativa per le prossime elezioni amministrative senza considerare che questa leggerezza ha portato il Segretario PD di allora a caricare sui subbianesi una giunta, una maggioranza ed un sindaco indesiderati dalla quasi totalità dei subbianesi; due che il raggruppamento di più principi e convinzioni quali Orgoglio subbianese, una raccolta di più persone mosse solo da desideri personali dei partecipanti, è entrato a pieno titolo nella trattativa e sembra giocare un ruolo di comprimario nella detta trattativa. L'augurio e la riflessione ci portano a consigliare a tutti più serietà, più buona volontà e più spirito di solidarietà verso i cittadini di Subbiano.

 

 Stampa  Email

REATI ROM, ATTENZIONE PER PROPRIETARI DI AUTOMOBILI

UFFICIO STAMPA CARABINIERI

 

CARABINIERI DELLA STAZIONE CARABINIERI DI POPPI CONFISCANO 187 AUTOVETTURE UTILIZZATE
PER COMPIERE FURTI

  I Carabinieri della Stazione CC di Poppi hanno dato esecuzione al decreto di
confisca di 187 veicoli, emesso dalla Procura della Repubblica di Roma.
I fatti da cui è scaturita l’indagine risalgono al mese di maggio 2018 quando in occasione di un
tentato furto nel territorio di Poppi, la vittima era riuscita a fornire modello e targa dell’auto con la
quale due soggetti si erano dati alla fuga. Dall’analisi della targa era emerso come l’auto fosse
intestata ad un cittadino egiziano 55enne; ulteriori accertamenti facevano emergere come lo
stesso fosse intestatario di 187 veicoli. L’indagine portava a verificare come il cittadino egiziano
fosse un mero prestanome di famiglie ROM, residenti nei campi nomadi della periferia di Roma.
Infatti gli accertamenti permettevano di verificare come a bordo degli autoveicoli, nel corso dei
controlli delle FF.PP. venivano trovati soggetti di etnia ROM, dediti ai reati contro il patrimonio e
con precedenti specifici per furti in abitazione, effettuati su tutto il territorio nazionale.
In buona sostanza i nomadi, anche con la complicità di alcune agenzie di pratiche auto della
capitale, intestavano fittiziamente gli autoveicoli al cittadino egiziano, falsificando documenti e le
firme autografe del prestanome, in modo che divenisse difficile risalire ai reali utilizzatori dei
veicoli.
Il cittadino egiziano veniva deferito in stato di libertà per falsità materiale e falsità ideologica.
Con il decreto emesso dalla Procura di Roma, in collaborazione con quella di Arezzo i 187 veicoli, di
diverso tipo e modello, sono stati tutti sottoposti a confisca, con il contestuale divieto di poter
procedere a strumentali passaggi di proprietà.

 Stampa  Email

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.