NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

SUBBIANO ELEZIONI POLITICHE E SEGGI NON A NORMA

SUBBIANO ELEZIONI ED EX SCUOLE NON IN REGOLA

Per le prossime elezioni nazionali il Comune di Subbiano utilizzerà i locali delle ex scuole di Santa Mama e del Chiaveretto ove verranno allestiti i seggi elettorali n.4 e 7. Questi locali non sono in regola con leggi sulla prevenzione degli infortuni. Questo è un dato di fatto e la solerte Amministrazione comunale di Subbiano dovrebbe interessarsi per reperire altri fabbricati ove collocare i seggi.

 Stampa  Email

CLAUDIO SANTORI "UOMO NELLA STORIA" ALL'UNIVERSITA' DELLA TERZA ETA'

 

CLAUDIO SANTORI ED I DUE MARCO PORCIO CATONE
Una lezione trascinante quella di lunedì 22 all’Università dell’Età Libera di Capolona Subbiano. A
tenerla il prof. Claudio Santori dall’alto della sua cultura, unita ad una carica interpretativa ed una
sottile vena di ironia che ne fanno un personaggio aretino tra i più qualificati su innumerevoli campi.

 Stampa  Email

COMUNICATO DELLA GUARDIA DI FINANZA

GUARDIA DI FINANZA AREZZO: FALSI APPARTENENTI AL CORPO


Sempre più spesso, le cronache locali e nazionali portano alla luce episodi di rapine o
truffe perpetrate da soggetti che si fingono appartenenti alla Guardia di Finanza, in alcuni
casi indossando anche false uniformi.

 Stampa  Email

SUBBIANO. LA GESTIONE DEI SOLDI DEI SUBBIANESI

SUBBIANO ANCORA SPESE DEL COMUNE SU PROPRIETA’ PRIVATA

Il Comune di Subbiano ha destinato una spesa di 3.891, 80 euro per creare una parete in cartongesso presso i locali Janus utilizzati, in regime di locazione, come scuola elementare. Questo giornale ha sempre sostenuto che quei locali, ex esercizio commerciale, non sono idonei per ospitare la scuola e pertanto sarebbe opportuno che il Comune iniziasse a ristrutturare il vecchio edificio scolastico con quei 700.000 euro che lo Stato ha stanziato proprio in questi giorni in risposta ad una richiesta che, a suo tempo, venne fatta dalla vecchia Giunta (quella dell’”odiato” Maggini)-vedasi apposito articolo tuttora presente su questo giornale-.

Il Comune si contraddice: Mentre proclama che non ci saranno spese oltre il pagamento dell’affitto al privato proprietario dell’immobile, invece spende 3891,80 euro per realizzare una parvenza di impianto antincendio. Con tale pretesto verrebbe realizzata questa parete di cartongesso.

Il fatto è che in quei locali non esiste un impianto antincendio ed i bambini lo frequentano ormai da 5 mesi. La parete di cartongesso è solo una parvenza di sistema antincendio: nella malaugarata ipotesi di un incendio si verificherà un fuggi-fuggi disordinato e ferale dei nostri bambini senza alcuno specifico sussidio. Sarebbe opportuno che i Signori Amministratori cominciassero a pensarci e provvedere con la solerzia della Sig.ra Laura Paolucci dipendente comunale, la quale, con questi provvedimenti, realmente di origine sindacale, appare in prima persona nel disporre di importi di proprietà dei cittadini di Subbiano.

La dipendente comunale Laura Paolucci, nel redigere l’atto che tecnicamente si chiama “DETERMINA”, richiama il “Regolamento anticorruzione “; ebbene tale Regolamento non appare esistere nel Comune di Subbiano, tant’è vero che una richiesta in tal senso da parte di un Consigliere Comunale, fatta nel corso di una riunione di Consiglio, non ha avuto alcun esito. E’ lecito pensare che tale Regolamento non esista ed è lecito pensare che questi atti ufficiali dell’Amministrazione vengano fatti con attenzione non idonea.

 Stampa  Email

SUBBIANO 700.000 EURO PER RISTRUTTURARELE SCUOLE ELEMENTARI

  •  

Edilizia scolastica. On. Donati (PD): «In arrivo quasi 10 milioni di euro per la provincia di Arezzo»

Arrivano oggi i contributi per riqualificare la Scuola "S. Pertini" che rano stati richiesti al tempo in cui era in carica la Giunta dell'odiato Maggini.

 Sono in arrivo quasi dieci milioni di euro per l'edilizia scolastica della provincia di Arezzo». Ad annunciarlo è il deputato PD Marco Donati. «Il Governo prosegue con gli interventi strutturali nelle scuole italiane e anche il nostro territorio beneficerà dei fondi stanziati dal Miur» aggiunge Donati. Sono risorse inserite nella legge di stabilità (comma 140 legge di bilancio 2017) destinati principalmente a scuole primarie e dell'infanzia e che andranno ricoprire interventi di manutenzione straordinaria, di ristrutturazione, ampliamento e ricostruzione. «Un'ottima notizia per molti comuni del nostro territorio che riceveranno nuove risorse da destinare all'edilizia scolastica» spiega Donati.

 

«Si tratta di interventi necessari a mettere in sicurezza le nostre scuole, ristrutturarle, adeguarle sismicamente. Una misura che rende ancora più concreta l'azione di questo Governo» conclude Donati. A beneficiare dei finanziamenti saranno Bibbiena: 2 milioni di euro per la costruzione di una nuova scuola per l'infanzia a Soci. Sempre a Bibbiena con un milione e mezzo verrà ricostruita la primaria Luigi Gori. Due milioni in arrivo anche a Sansepolcro per la scuola primaria Collodi.

 

Con 700 mila euro a Subbiano verrà ampliata la primaria Sandro Pertini. Un'altra scuola primaria verrà ristrutturata a Caprese Michelangelo con 415 mila euro. Anche Cavriglia beneficerà di un finanziamento che supera il milione di euro per la scuola primaria Dante Alighieri. Per Castiglion Fibocchi sono stati invece stanziati 330mila euro per lavori di manutenzione straordinaria della primaria Ugo Nofri. A Pergine Laterina arriveranno 690mila euro per la manutenzione straordinaria della scuola primaria Manzoni, 135mila euro per la manutenzione straordinaria della primaria Edmondo De Amicis. La Giuseppe Mancini di Cortona riceverà 350mila euro per la ristrutturazione. A Bucine arriveranno invece 278 mila euro per l'ampliamento della primaria Ugo Foscolo

 Stampa  Email

INTERVENTO DEL PD SUL PROBLEMONE "ACQUA PUBBLICA"

 

Caneschi, segretario PD Arezzo: occorre una seria riflessione sulla gestione del servizio idrico

«In questi giorni sono apparse sui media locali le reazioni dei partiti e del comitato contro il prolungamento della concessione a Nuove Acque.

 Stampa  Email

MOSTRA DELLE AUTO D'EPOCA DELLA POLIZIA

COMUNICATO STAMPA DELLA QUESTURA

Anche quest’anno la Polizia di Stato partecipa ad “Arezzo Classic Motors”. L’evento, ove vengono esposte auto d’epoca e da collezione, giunto alla ventesima edizione, si svolgerà nei padiglioni di Arezzo Fiere e Congressi il 13 e 14 gennaio 2018. Per l’occasione, verrà presentata l’ammiraglia della flotta dei veicoli della Polizia. Infatti il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, farà giungere ad Arezzo la nuova Lamborghini Huracán, un bolide con motore 5204 cc di cilindrata, 10 cilindri a V di 90 gradi con 610 Cv di potenza massima e trazione integrale.

Questo veicolo, in servizio alla Polizia Stradale di Roma, insieme alla gemella operante alla Polizia Stradale di Bologna, viene utilizzato nei servizi d’istituto, per il soccorso e il trasporto urgente di sangue ed organi; non a caso nel cofano anteriore è presente un frigobox appositamente adibito.  A bordo è dotata di un tablet, un computer e un sistema di registrazione con telecamera; apparecchiature che consentono di documentare le attività di controllo su strada. Non mancano i sistemi antincendio, la radio VHF - Polizia e persino un defibrillatore per soccorrere tempestivamente chiunque sia colto da un attacco di cuore.

 Stampa  Email

ATTENZIONE-ANCHE LIBERARSI DI FERRACCIO PUO' ESSERE ILLEGALE

REGIONE CARABINIERI FORESTALE   “TOSCANA”

Gruppo   di Arezzo

_________________

 

COMUNICATO STAMPA

Carabinieri Forestale – Sequestrato e chiuso un impianto di autodemolizione e recupero rifiuti di Arezzo.

Arezzo, 9 gennaio 2018

Nella giornata di ieri i militari del Gruppo Carabinieri Forestale di Arezzo hanno provveduto, su disposizione del G.I.P. Piergiorgio Ponticelli, a sequestrare un impianto di autodemolizione, raccolta, recupero e gestione rifiuti metallici situato in Comune di Arezzo.

I Carabinieri Forestali hanno infatti accertato che presso tale impianto sono stati illecitamente conferiti nel tempo ingenti quantità di rifiuti ferrosi, raccolti da autotrasportatori non autorizzati al trasporto degli stessi e in assenza dei formulari di identificazioni del rifiuto.

Le indagini, condotte da NIPAAF di Arezzo e dalla Sezione di Pg della Procura, hanno avuto inizio nel settembre scorso a seguito di un normale controllo sul trasporto dei rifiuti operato nell’immediata periferia di Arezzo.

Nell’occasione erano stati fermati 5 autocarri che avevano appena conferito rifiuti ferrosi al demolitore. Tutti i trasportatori controllati erano sprovvisti di autorizzazione per la raccolta e il trasporto dei rifiuti o avevano una autorizzazione non pertinente per il tipo di attività esercitata. Pertanto nei loro confronti era stato eseguito l’immediato sequestro preventivo degli autocarri con affidamento alla depositeria giudiziaria e la denuncia a piede libero per il reato di gestione illecita di rifiuti.

Il controllo si è quindi spostato al centro di recupero che aveva accettato quei rifiuti consentendo, di fatto, il completamento della filiera dello smaltimento illecito. In capo al destinatario vi è infatti la responsabilità e l’obbligo di non accettare conferimenti provenienti da soggetti non autorizzati alla gestione dei rifiuti.

Le indagini hanno permesso di accertare che nell’impianto erano anche avvenuti centinaia di conferimenti di rifiuti in totale assenza di formulario, quindi privi di ogni tracciabilità, per un valore complessivo stimato di poco inferiore al milione di euro all’anno.

Ciò ha indotto il Pubblico Ministero, dr.ssa Angela Masiello, a svolgere ulteriori accertamenti avvalendosi del gruppo ambiente della Procura di Arezzo e del NIPAAF dei Carabinieri Forestali, a seguito delle quali ha avanzato al Tribunale di Arezzo richiesta di sequestro preventivo dell’impianto.

La richiesta è stata accolta dal Giudice per le indagini preliminari Piergiorgio Ponticelli, che nei giorni scorsi ha disposto l’interruzione dell’attività dell’impianto. L’ordine di sequestro è stato eseguito nella giornata di ieri dagli stessi Carabinieri Forestali che hanno svolto le indagini.

Queste adesso proseguiranno per meglio accertare l’entità del fenomeno e se sono stati commessi altri reati.    

 Stampa  Email

ANCORA C'E' CHI CREDE A QUESTE COSE !!

I Carabinieri  della Stazione di Montevarchi deferivano in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo una cittadina rumena residente a Ladispoli (Roma) per il reato di “truffa aggravata”.

 Stampa  Email

CAPOLONA "IL GIORNO DELLA MEMORIA"

Il Giorno della Memoria a Capolona.

TeatroCinema “Nuovo”. Giovedì 25 gennaio 2018 ore 21.15


Nell’anniversario della liberazione del campo di Auschwitz-Birkenau il Comune di Capolona, con il patrocinio e contributo della Giunta Regionale Toscana, aderisce alle iniziative per il “Giorno della Memoria” con un concerto di “Musica Degenerata” nell’ambito della Rassegna Artazione diretta dal M° Roberto Fabbriciani in programma giovedì 25 gennaio ore 21,15 al TeatroCinema
“Nuovo” di Capolona. Insieme al folle e criminale sogno della razza pura, il nazismo ne aveva un altro, quella di un’arte “pura”. Con una selezione drastica, il Terzo Reich spazzò via tutto quello che nell’arte non rispondeva ai canoni di un’estetica nazional-popolare. A venir messi al bando, in campo musicale, furono talenti come Schoenberg, Hindemith, Krasa, Eisler…colpevoli di produrre “quella” musica bollata nel 1938 come “degenerata”. Esclusi furono anche grandi nomi del passato, rei di ebraicità, come Mahler, Offenbach, Mendelssohn…
Il noto musicologo-giornalista Massimo Acanfora Torrefranca introdurrà ed accompagnerà il concerto che vede la partecipazione di Victor Andrini (basso), Teresa Morandini (flauto), Giovanni Fabiani (pianoforte). Grazie al Presidente Mattarella, l’Italia finalmente accoglie nel suo Parlamento figure esemplari come Liliana Segre: per la prima volta, infatti, il Presidente della Repubblica Italiana nomina un esponente della comunità ebraica in quanto tale. La nomina di Liliana Segre (n.75190 ad Auschwitz) a Senatrice mette in chiaro che la Repubblica è contro ogni tipo di razzismo. A ottanta anni dall’editto di Dusseldorf e dall’introduzione delle vergognose leggi razziali in Italia, per non dimenticare perché se “è avvenuto, quindi può accadere di nuovo”. Ingresso libero.

 

 

""""""""""""""""</p>"

 Stampa  Email

SUBBIANO LETTERA APERTA DEL DIRETTORE AL SINDACO DE BARI

SUBBIANO APPELLO AL SINDACO DE BARI

Lettera aperta di Francesco Martini al Sindaco Antonio De Bari

Egregio Sig. Sindaco,

comprendo benissimo le Sue necessità di natura esistenziale e politiche, specie in un momento come questo in cui la Sua maggioranza sembra ridotta al lumicino a causa delle defezione di molti dei suoi.

 Stampa  Email

SUBBIANO GESTIONE DELLA PISCINA COME FOSSE UNA BOTTEGUCCIA PRIVATA

SUBBIANO IL COMUNE PAGA ANCHE LA BOLLETTA ENEL DELLA PISCINA

La piscina di Subbiano è chiusa dal 30 giugno 2017. Ebbene la intraprendenza del gestore lo ha indotto a presentare una bolletta dell’ Enel e chiedere al Comune il rimborso dell’importo di 531,52 euro.

L’atto comunale è la DETERMINA n.605 R.G. del 29.12.2017, cioè un Atto decisorio redatto e firmato dalla sig.ra Laura Paolucci Responsabile dell’Area/Servizio. Non riteniamo che si tratti di una iniziativa individuale della Paolucci e, pur individuando una personale simpatia della Paolucci verso il titolare della piscina, non possiamo esimerci dal ritenere il Sindaco responsabile della vicenda poiché ogni atto viene compiuto con l’assenso del capo dell’Amministrazione il quale è a conoscenza di tutto compreso questo provvedimento.

Il Comune ha consegnato, alcuni anni fa, una piscina perfetta ad un locatario; finita la locazione ha ricevuto indietro un impianto disastroso, danneggiato nelle parti essenziali, al punto che non è stato possibile riaprirla. Una situazione giuridica in cui il Comune, fortemente danneggiato, avrebbe potuto ripetere per i danni avanti il Tribunale di Arezzo. Niente, non solo ha versato al gestore i contributi annui previsti nella Convenzione, ma ha disposto anche il rimborso della bolletta della luce relativa ai mesi di Luglio e Agosto 2017, quando il contratto era scaduto. Il gestore avrebbe dovuto disdire il contratto con l’ENEL. Non l’ha fatto, e, puntando su amicizie inconfessabili s’è fatto rimborsare i 531,52 euro.

Non sono molti soldi, ma sono soldi pubblici e non ci pare che sia opportuno disporne in maniera così spregiudicata.

Ma non solo questo, sono molti i motivi di lagnanza nei confronti di questi Signori Amministratori; intanto che cosa ne direbbero se ai Signori De Bari, Rossi Alessandro, Cerofolini Marco, Nicoletta Bruno, venisse richiesto di rimborsare il Comune di questi 531,52 euro ?

 Stampa  Email

CLAUDIO SANTORI ALL'UNIVERSITA' DELL'ETA' LIBERA

NIETZSCHE E WAGNER: UN IDOLO INFRANTO.

favolosa lezione di Claudio Santori

                                       di VIRGILIO BADII (Studioso)


Bella lezione quella di lunedì 15 all’Università dell’Età Libera Capolona Subbiano tenuta
dal prof. Claudio Santori, personaggio di spicco da oltre un trentennio della vita culturale
aretina.

 Stampa  Email

SUBBIANO DUBBI DI INCOMPATIBILITA' PER CONSIGLIERE-ASSESSORE COMUNALE

SUBBIANO ASSESSORE NICOLETTA BRUNO ALCUNI AMMINISTRATORI CONTESTANO LA SUA ATTIVITA’ AMMINISTRATIVA

Un caso emblematico, non si sarebbe saputo niente se non esistesse questo giornale.

La Signora Nicoletta Bruno, consigliere comunale di Subbiano ed Assessore alle politiche sociali, svolge l’attività professionale di Avvocato del Foro di Arezzo. Tra i suoi clienti ha il proprietario ( a noi ignoto) di un appartamento affittato a una famiglia per un canone concordato. L’affitto è stato regolarmente pagato fino ad un certo punto. Poi l’inquilino, per motivi a noi sconosciuti ma sicuramente per problemi economici, ha smesso di pagare e il padrone di casa si è rivolto all’Avvocatessa N. Bruno per richiedere il pagamento o, in alternativa, lo sfratto. Questa famiglia ( a noi ignota) è nella graduatoria comunale per l’assegnazione della casa popolare; pur essendo composta da quattro persone tra cui due minori, non è particolarmente in alto nella graduatoria. Con la convalida dello sfratto sale molto in alto in graduatoria e si presume che presto avrà in assegnazione la sospirata casa senza dover aspettare l’assegnazione a tutti quelli che precedono. Il Giudice su istanza del proprietario rappresentato Bruno, in data 15.12.2017, ha convalidato lo sfratto ed ha assegnato il termine del 31.1.2018 per l’esecuzione del medesimo.

Una causa tra le tante che si discutono nei Tribunali, ma in questo caso si verifica la circostanza che l’Avvocatessa Bruno è anche Assessore alle politiche sociali di Subbiano, cioè responsabile di quell’Ufficio comunale che assegna le case popolari. La cosa non è passata inosservata ad alcuni Consiglieri comunali del Comune di Subbiano i quali hanno informato il Sindaco e provvederanno ad informare l’Ordine degli Avvocati di Arezzo per le opportune valutazioni.

Appare, e salvo contraria dimostrazione è, un caso di manifesta inosservanza delle norme su competenza ed incompetenza: una persona che è al contempo controllore e controllato. Certamente la Sig.ra Bruno può svolgere liberamente la propria professione di Avvocato, ma non deve necessariamente svolgere l’attività di Consigliere comunale o Assessore. Non potendo rinunciare alla propria professione, si dimetta dal Consiglio comunale evitando così ogni eventuale rilievo di incompetenza.

Sembra che in Comune, a Subbiano, non stiano molto attenti a questi problemi di legittimità: abbiamo, su questo giornale, richiamato l’attenzione su altri motivi di in applicazione di norme poste a salvaguardia dell’autonomia comunale (esempio: Benelli) e non s’è vista alcuna reazione degli organi competenti; resta il fatto che se non ci fossimo noi, nessuno saprebbe niente.

 Stampa  Email

SUBBIANO VALTER BONDI E IL MANIFESTO DEL PD SUBBIANESE

SUBBIANO IL MANIFESTO DEL PD, CARO BONDI LE DICO…

Lettera aperta di Francesco Martini a Valter Bondi Segretario subbianese del PD

Caro Valter,

ti scrivo questa lettera aperta primo per l’affetto che nutro nei confronti tuoi, del tuo babbo, il grande Benito,e per le tue e sue convinzioni politiche e secondo perché, con terrore mi accorgo che stai commettendo gli stessi errori dei tuoi predecessori; anzi di colei che ti ha preceduto in codesto importante incarico politico di segretario subbianese del PD, la Sig.ra Erica Falsini.

 Stampa  Email

SUBBIANO LAURA CAPACCIOLI UN ARTISTA LOCALE

SUBBIANOLAURA CAPACCIOLI SCRITTRICE COMMENTO DI UNA SUA OPERA

Ce l’aveva consigliato la Sig.ra Lia, la moglie dell’amico Roberto Santini, gestori della omonima Tabaccheria- Libreria-Articoli da regalo di Subbiano; un libro piccolino che era apparso subito modesto e che aveva suscitato il nostro interesse nonostante la connaturata nostra diffidenza nei confronti di autori sconosciuti. Poi, un po’l’autorevolezza della Sig.ra Lia, un po’ il prezzo bassissimo (5 euro) l’abbiamo acquistato. Così, senza tanta convinzione e l’abbiamo messo da parte “...prima o poi lo leggerò..” Invece, ora che l’abbiamo letto, è buono.

Si sente che l’autore non è uno scrittore vero e proprio: precipita in certe ingenuità proprio da principiante, come quando parte con teorie, considerazioni, elaborazioni psicologiche alla Giacomo Leopardi sulla vita, sull’origine ed il fine della vita. Tematiche ed esigenze spirituali che emergono da una mente genuinamente curiosa di apprendere elementi fondanti della vita umana; valutazioni che odorano di liceo, Leopardi, la Critica della Ragion Pura e la Critica della Ragion Pratica di E. Kant. Tutta materia di poeti e filosofi irrisolti da migliaia di anni e che non può risolvere una sconosciuta Laura Capaccioli in un libretto da cinque euro.

Laura Capaccioli che, invece, andando avanti con la lettura, ci mostra una realtà estremamente viva: la parte centrale del libro “Rincorrendo i sogni”. Una descrizione di alcune situazioni familiari colte con attenzione e veridicità dall’interno della famiglia; descrizioni talvolta crude, talaltra tristi, ma sempre vive ed aderenti alle vicissitudini umane raccontate con piglio decisamente professionale.

Altrettanto interessante la terza parte ”Giochiamo insieme ?”, quella in cui l’autore mostra quanto gli adulti possano insegnare ad alcuni bambini, con la b maiuscola, anche giochi diversi, più umani rispetto a quell’autentica espressione demenziale che sono i vari play-stick ecc…

Un commento complessivamente positivo sull’opera di questa giovane dottoressa che, laureata all’Università di Arezzo e titolare di una borsa di studio a suo tempo assegnatale per meriti scolastici, professa l’attività di traduttrice dalle principali lingue europee ed è nostra concittadina.

Un libro, oltretutto molto economico, che va acquistato e non sfigura accanto ad opere ben più conosciute.

 Stampa  Email

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.