NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

SUBBIANO LE DISGRAZIATE DECISIONI DEL COMUNE

SUBBIANO LE SCUOLE ELEMENTARI UNA SCELTA DISGRAZIATA

Marino Franceschi è un bravo subbianese; ma perchè citiamo questo Signore a proposito delle scuole subbianesi ?

 Stampa  Email

DOTTORESSA SERENA PANCIONI E SUA INIZIATIVA ASSOCIATIVA

CAPOLONA MERITORIA INIZIATIVA DI GIOVANE BIOLOGA

Qualcosa di veramente importante: il Comune di Capolona ed il suo Sindaco, Mario Francesconi, si è gettato a corpo morto sulla iniziativa quando ha capito le implicazioni dell'iniziativa.

 Stampa  Email

CAPOLONA APIA E LA "CASA DI PIETRO"

CAPOLONA LA CASA DEL PIETRO DI PIEVE SAN GIOVANNI

In data 10.09.2019 troviamo una partecipazione del comune di Capolona al conferimento di patrocinio ad una iniziativa della Dott.ssa Serena Pancioni rappresentante legale di una Società agricola “Casa del Pietro” di Apia, Pieve san Giovanni, Capolona , la quale partecipa al bando promosso da Confagricoltura “Coltiviamo, agricoltura sociale 2019, quarta edizione.” Un progetto di questa azienda agricola denominato “Eureka: solleviamo l’orto”., del quale non conosciamo quasi niente; abbiamo cercato di contattare questa Sig.ra Serena Pancioni, ma non abbiamo ottenuto risultati. Pubblichiamo nella speranza che questa Signora si faccia viva e possa fornirci notizie più dettagliate che pubblicheremo subito.

 Stampa  Email

SUBBIANO FANETTI E IL PRANZO (OMAGGIO) ALLA PROLOCO

 

SUBBIANO FANETTI E IL PRANZO ALLA PROLOCO

Abbiamo ricevuto la notizia che Domenica prossima 15 settembre il Sig. Gianni Fanetti ha invitato alcuni volontari della Proloco ad un pranzo presso il Ristorante dell’Associazione (naturalmente omaggio). Si tratterà sicuramente di una festa.

Ma domandiamo al Sig. Fanetti: che cosa c’è da festeggiare ? Il risultato della festa di Domenica 8 settembre (Mercatino del tempo che fu e Festa dell’uva) ? Ma lì c’è poco da festeggiare: abbiamo registrato un insuccesso storico, mai avevamo trovato delle strade sgombre come in quell’occasione e mai avevamo sentito le lamentele dei Commercianti per un giorno come quella Domenica.

Niente da festeggiare dunque; occorre anzi fare un esame di coscienza e cercare di spiegarsi perché a Subbiano non si riesce più ad organizzare una bella festa, di quelle come si faceva una volta. Un esame di coscienza che lei, Sig. Fanetti, vorrà fare considerando la sua appartenenza residenziale. Lei vive ad Arezzo e probabilmente quando viene a Subbiano è come venire in colonia Poi, non partecipa proprio,proprio, alla vita dell’Associazione forse perché poco o nulla è cambiato da quando era Presidente il Sig. Vasco Bobini e perchè Presidente effettivo lei considera il suo suocero. Vada, La preghiamo, ad Arezzo e lasci Subbiano ai subbianesi: rimuova la causa prima dei reiterati insuccessi e vedrà che eliminate anche le altre persone che danneggiano la Proloco le cose torneranno al loro posto.

 

 

 Stampa  Email

CINI DELL'AEC DONA ILLUMINAZIONE A CASTELNUOVO

SUBBIANO I CINI ANTICA FAMIGLIA DI BENEFATTORI

Diciamo bene quando c’è da dire bene,diciamo male quando c’è da dire male. Questa volta salutiamo con grande enfasi una iniziativa del Sig. Cini, titolare della AEC Cini, una prestigiosa Ditta di Subbiano; si tratta di quel Cini nipote (nonno) di quel Francesco Cini che fu il primo Sindaco di Subbiano liberata dai tedeschi. Un vanto per il giovane nipote che, come d’altra parte il padre Cino, ha sempre manifestato benevolenza per Subbiano e i subbianesi: fu Cino Cini che donò all’allora poverissimo Tennis-club l’illuminazione del campo da tennis. Questa volta il Sig. Cini ha donato cinque punti luce all’abitato di Castelnuovo. La legge prevede che ci sia un’acccettazione del dono e la Giunta comunale di Subbiano ha trasmesso, in termini entusiastici, il proprio gradimento del dono. …trattasi di donazione di beni mobili la cui stima è di 330,00 euro cadauno escluso I.V.A…” “…atteso che le attuali lanterne dell’impianto di pubblica illuminazione di Castelnuovo sono vetuste ed opacizzate e pertanto non garantiscono più una adeguata illuminazione…””, "considerato che gli apparecchi , oltre ad essere conformi alle normative vigenti sono dotati di tecnologia a LED che consente un importante risparmio per l’Ente…” Per parte nostra diciamo grazie al Sig. Cini e così speriamo che dicano i residenti di Castelnuovo.

 Stampa  Email

IL BOSCO DEGLI ABITANTI DI FALCIANO

vvv

SUBBIANO IL BOSCO DELL’ALPE E L’A.S.B.U.C

E’una proprietà collettiva, un terreno boschivo che pervenne alla comunità di Falciano alcuni secoli fa, allora il regolamento prevedeva la possibilità per gli abitanti di Catenaia di poter trarre dal bosco le legne che potevano servire per il fuoco in casa.

 Stampa  Email

ANCORA GENTE CHE GUIDA UBRIACO

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

IDENTIFICATO E DENUNCIATO IL PIRATA DELLA STRADA CHE INVESTÌ UNA DONNA MENTRE

ATTRAVERSAVA LA STRADA: ERA UBRIACO

SAN GIOVANNI VALDARNO - È stato identificato e deferito all’autorità giudiziaria dai
Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Valdarno, il pirata
della strada che alcuni giorni fa aveva investito una donna mentre attraversava la strada
provocandole lesioni tali da comportare, per la stessa, un ricovero in ospedale in codice
rosso e prognosi riservata: la donna era appena scesa dall’autobus quando, attraversando via
Ponte alle Forche, in San Giovanni Valdarno, era stata investita dal conducente di una Fiat
Marea.
I militari dell’Arma, allertati da comuni cittadini che avevano assistito alla scena,
immediatamente giunti sul posto hanno identificato l’investitore, un operaio di origine
romena che dopo aver fatto grave abuso di sostanze alcoliche si era messo alla guida della
propria autovettura: per la donna, apparsa da subito in gravi condizioni, è stato necessario
l’elitrasporto presso l’ospedale di Siena.
L’uomo è stato denunciato dai Carabinieri per i reati di guida in stato di ebbrezza e lesioni
personali stradali gravissime: il tasso alcolemico riscontrato è risultato pari a circa tre volte
il valore minimo. I militari hanno provveduto al sequestro immediato dell’automobile di cui
era alla guida al momento dell’impatto.

 Stampa  Email

SUBBIANO 8 SETTEMBRE - LA FESTA DELL'UVA

SUBBIANO LA FESTA DELL’UVA-DOMENICA 8 SETTEMBRE

Una grande soddisfazione a livello nazionale, delusione a livello locale. A Monza il giovane (22 anni)Charles Leclerc vince davanti ai grandi Bottas e Hamilton (Mercedes). Entusiasmo alle stelle dei partecipanti ai festeggiamenti. A Subbiano un punto piuttosto basso nella partecipazione: c’erano i carri, c’era l'uva (liberamente distribuita) ed il vino ed i giovani che ne abusavano, c’erano gli sbandieratori dell’Associazione Rievocazioni Storiche Subbiano (A.R.S.S.) con i tamburi e le trombe, c’era il complesso folcloristico di Bettolle e l’altro di Mentana, c’era il buon Ramaccino con una gran turba di ragazzi al seguito, c’era il Sindaco, Ilaria Mattesini, il Vicesindaco e il Presidente nominale della Proloco Gianni Fanetti. Ma mancava la gente, il solito problema delle iniziative poco curate dagli organizzatori. I quali, forti di antichi successi, pensano di poter vivere di rendita e invece occorre una cura costante, un’organizzazione tenace per certe manifestazioni. Hanno parlato il Sindaco e il Presidente interrompendo una poco edificante situazione dietro ad un carro che emetteva musica napoletana (…ma non esiste folclore locale ?); ma nessuno ha parlato di iniziative da prendere per rinsanguare la festa: ci vogliono dei premi per i carri delle singole frazioni o gruppi di case che intervengono alla manifestazione. In altre parole ci vuole un contributo per incentivare la partecipazione alla preparazione della festa e un premio in denaro per i migliori carri può essere uno stimolo. Attenzione cortesi lettori: mentre a Subbiano si chiacchiera, a Venere e a Monte sopra Rondine si fanno cene e incontri con migliaia di persone, come è successo ieri sera.

 Stampa  Email

SUBBIANO SINDACO E INSTABILITA' DI GIUDIZI

vv

SUBBIANO; L’ATTUALE SINDACO E QUELLO CHE DICEVA A PROPOSITO DELLE SCUOLE

Ricordiamo quello che diceva la sig.ra Ilaria Mattesini quando l’allora Sindaco De Bari spostò le scuole elementari trasferendone alcune classi nei locali del Janus.Diceva che quei locali non erano e non sono adeguati per gestirvi una scuola elementare: quei locali sono stati costruiti per tenervi negozio o negozi, mai una scuola. In tal senso la vecchia Amministrazione Maggini (di cui era anche Assessore il grande babbo Giovanni Mattesini ) aveva predisposto tutta una serie di piste di accellerazione e percorsi alternativi che ponessero dei limiti ai pericoli del traffico. Poi venne la Giunta De Bari e decise, in verità con un vero e proprio golpe, di eliminare le vecchie scuole e spostare le classi nel Janus: questo Giornale protestò: altra cosa è il traffico di un negozio o una serie di negozi e cosa diversa è il traffico di una scuola.  Noi sosteniamo sempre che tenere una scuola al Janus è pericolosissimo per il traffico e malsano per l'aria che devono respirare i ragazzi.

Subbiano si deve dotare di un patrimonio di scuole: vanno costruite nell'ex INTHEMA e lì raccogliere tutto il traffico veicolare conseguente. Lo dicemmo allora e se allora il Comune fosse partito, oggi saremmo a buon punto. Ogni giorno di più si avvera quello che previde un vecchio subbianese: "Per rimediare ai danni che fa questa gente, ci vorranno dieci anni....."L'augurio è che non ce vogliano altri dieci per rimediare ai danni dei nuovi "padroni".

 Stampa  Email

SUBBIANO LUNGHISSIMO ATTO RIGUARDANTE IL SEGRETARIO COMUNALE

vv

SUBBIANO LIMITAZIONE COMPITI AL SEGRETARIO COMUNALE

Una lunga delibera, non facilmente comprensibile, sembra che limiti i poteri del Segretario Comunale.

Non è del tutto escluso che questa iniziativa non rientri in quella presunta querelle intestina, interna ai poteri nel Comune di Subbiano, tra il Segretario Comunale ed i nuovi Amministratori di cui ultimamente si sente parlare con una certa insistenza. La delibera in questione; con un articolato e preciso studio che manifesta l’origine dello stesso, il Comune di Subbiano annulla una precedente decisione della Giunta che attribuiva al Segretario comunale la competenza unica nel controllare l’inesistenza di fenomeni corruttivi nell’Amministrazione stessa e ricorre ad un OIV; questo viene definito come organismo non obbligatorio per un Comune come Subbiano, ma comunque viene utilizzato e  si tratta di un organismo indipendente che astrae da ogni subalternità tra questo Funzionario e l’Amministrazione. Pertanto la G.M. delibera 1) di richiamare le premesse, che vengono integralmente approvate con il presente dispositivo, con particolare riferimento alla necessità di porre rimedio alla situazione di illegittima incompatibilità caratterizzante l’attuale prerogativa della figura del segretario comunale , che l’ordinamento di questo ente individua quale unico componente di un organismo indipendente quale è il NIV e, al contempo, quale soggetto preposto alle funzioni in materia di trasparenza e anticorruzione. “

Questo Giornale non è mai stato tenero con il Segretario comunale, però siamo convinti che NIV o non NIV OIV o non OIV, non ci sia nulla di illegale nella gestione del Comune e Subbiano può vantarsi di una lunga tradizione di onestà. D’altra parte il Segretario potrà rendersi conto che con il provvedimento in questione diminuiscono le sue responsabilità ed, in pratica, il suo lavoro. Non condivideremmo comunque un atteggiamento punitivo nei confronti del Segretario comunale: le beghe restino fuori dal Comune.

 

 Stampa  Email

Subbiano estemporanee iniziative del comune

SUBBIANO –MA E’ SEMPRE CAMPAGNA ELETTORALE ?

Sembra che i Signori del Comune di Subbiano vogliano creare una specie di rappresentante di ogni frazione del Comune perché questo rappresentante raccolga le istanze dei cittadini residenti e le segnali all’Amministrazione che così rimane sollevata dalla colpa di ogni mancato intervento.

Non va bene, deve essere l’Amministrazione e non un qualsiasi privato con le sue simpatie ed antipatie a conoscere i bisogni della collettività. I subbianesi li hanno eletti per questo, perché individuino e traccino le linee di una ragionevole operosità. A Subbiano abbiamo Amministratori di fuori i quali non conoscono il comune e le sue frazioni. Ebbene il Sindaco nomini gente di qui ed allontani persone legate solo da un vincolo di appartenenza politica, si assicuri che i nominati siano a conoscenza dei problemi locali e del territorio, allora non ci sarà bisogno di simpatizzanti che proseguano senza sosta la campagna elettorale.

 

 Stampa  Email

SUBBIANO CONCESSO IL CAMPO DI CALCIO DI FALCIANO

 

SUBBIANO FORMALIZZATA LA CESSIONE DELLO STADIO DI FALCIANO

La Giunta del Comune di Subbiano ha disposto il rinnovo della concessione biennale dello stadio di Falciano alla competente Associazione. La concessione comprende anche gli spogliatoi, il locale per l‘arbitro, le docce, la centrale termica e i due gabinetti. Le condizioni relative a consumi e gestione sono e stesse del periodo precedente.

 Stampa  Email

SUBBIANO IL CHIOSCO DI PIAZZA NUOVA

SUBBIANO MODIFICA REGOLE DEL CHIOSCO DI PIAZZA RISORGIMENTO

Esiste già da diversi anni e raccoglie con garbo le persone che si recano ai giardini della ex Piazza nova, ma si rende necessaria la regolarizzazione del chiosco che fa bella mostra di sé in Piazza Risorgimento.

 Stampa  Email

SUBBIANO... IL COMUNE TACE !

SUBBIANO. MA C’E’ UN’AMMINISTRAZIONE ?

Niente, nessuna reazione da parte dei padreterni del Comune di Subbiano. Abbiamo denunciato su questo giornale gli insuccessi della Domenica del “Mercatino del tempo che fu”e della “Festa dell’uva”.

 Stampa  Email

ATTIVITA' DEI CARABINIERI

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

RISSA IN CENTRO, DENUNCIATI TRE PAKISTANI E UN INDIANO

SANSEPOLCRO - Quattro cittadini stranieri sono stati denunciati dai Carabinieri del Comando
Compagnia di Sansepolcro per aver dato vita a una rissa avvenuta nel centro storico
biturgense. A seguito diverbio insorto per futili motivi, gli stessi, divisi in due fazioni
antagoniste, ove due di loro si contrapponevano agli altri due, ponevano atto azione violenta
colpendosi con calci, pugni e con bastoni.
L'attività investigativa, scaturita a seguito di segnalazioni di alcuni commercianti del centro,
consentiva identificare i quattro extracomunitari anche attraverso l'analisi delle immagini
registrate dalla videosorveglianza urbana.
UN ARRESTO PER RAPINA, SEQUESTRO DI PERSONA, PORTO ABUSIVO D’ARMI E
MINACCE AGGRAVATE
SANSEPOLCRO - Brillante attività investigativa dei Carabinieri del Comando Compagnia di
Sansepolcro che ha condotto all'arresto di una persona responsabile di rapina aggravata –
sequestro di persona porto abusivo d’armi e minacce aggravate. I Carabinieri di Sansepolcro
al termine di delicate e articolate investigazioni, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di
custodia cautelare in carcere, a carico di un giovane cittadino albanese, emessa dal giudice
per le indagini preliminari del Tribunale di Arezzo.
Le indagini, esperite dal personale del Comando Compagnia Carabinieri di Sansepolcro,
hanno avuto inizio nel mese di luglio 2019 allorquando una famiglia di origine palermitana,
residente da tempo a Sansepolcro, ha presentato una denuncia nei confronti di un giovane
albanese che, in più occasioni, avrebbe minacciato il figlio minore, puntandogli un coltello
al collo per farsi consegnare la somma di euro 35,00 e gli altri familiari con un coltello allo
scopo di intimorirli ed ottenere il loro silenzio su quanto era a loro conoscenza in merito ai
fatti accaduti. Un’ attenta e minuziosa raccolta degli elementi probatori hanno permesso

 

 Stampa  Email

SUBBIANO IL "MERCATINO DEL TEMPO CHE FU"

SUBBIANO “IL MERCATINO DEL TEMPO CHE FU”

I primi esempi furono con l'accentosulla u. un errore perdonabile che però dice la qualità e la passione di chi si dava da fare per organizzare quella Festa. Una delusione per lui oggi. Oggi domenica 8 settembre 2019 abbiamo fatto una girata nelle strade dove si teneva la festa ed abbiamo rilevato pochi banchini, i più di commercianti locali o di fuori nonchè banchi delle organizzazioni associative locali tipo frazioni e Associazioni locali ( Falciano, Santa mama, Castelnuovo......)  Una certa concentrazione solo presso l'inizio di via Roma, la piazza Carducci, il tratto di Via Verdi davanti al Comune e un breve tratto di Viale Martiri. Molti gli spazi vuoti lungo le tradizionali strade del mercatino. Il quale, anni fa quando nacque, rappresentava il desiderio di molti privati che scendevano in piazza come commercianti; oltre a ciò i promotori mettevano in tasca quei pochi soldi che venivano dalle mani delle nonne (dolci e prodotti di cucina) o dalle passioni agricole dei familiari appassionati di cantina(vino e vinsanto) oppure di orto e animali di piccola taglia. Ma pochi, troppo pochi, gli acquirenti. Poca gente e scarso entusiasmo: gli organizzatori pensano di vivere di rendita, cioè considerano il viaggio delle iniziative come qualcosa di acquisito una volta per tutte; invece bisogna seguire giorno per giorno e richiamare l'interesse della gente tutte le volte. Così sia il Comune, sia la Proloco non hanno fatto niente di pubblicità o manifesti e la gente non è venuta. Perchè? perchè la pubblicità costa e il Comune non è interessato e non spende neanche per interventi pubblici essenziali, ma è grave che non sia interessata la dirigenza della Proloco.

In queste condizioni questa Festa che era nata da una brillante idea tanti anni fa e che portava a Subbiano tanta gente da tutta la provincia e la regione, è destinata a finire.

 Stampa  Email

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.