NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

CARABINIERI FORESTALI- LA BEFANA DELLA BIODIVERSITA’NEGLI OSPEDALI PEDIATRICI

I Carabinieri dello speciale settore della tutela forestale ed ambientale hanno promosso una giornata speciale di educazione ambientale e solidarietà nel giorno della Befana presso i reparti pediatrici degli ospedali italiani. Ad Arezzo i Carabinieri di Pieve Santo Stefano e Pratovecchio si sono recati al reparto pediatrico dell’Ospedale San Donato insieme alla unità cinofila del Nucleo antiveleno dell’apposito reparto ed hanno dato una dimostrazione che tende ad avvicinare alla biodiversità i bambini ricoverati ed il personale degli ospedali.

Iniziativa fortemente encomiabile che manifesta la puntuale attenzione delle istituzioni al problema.

 Stampa  Email

MARINA RIPA DI MEANA MUORE A ROMA IL 4.1.2018 UNA VITA TORMENTATA

Ripa di Meana non era il cognome di questa Signora, l’aveva acquisito sposando, in seconde nozze, il marchese Carlo Ripa di Meana. Era nata il 21 ottobre 1941 a Reggio Calabria. Ambiziosissima si era presto trasferita a Roma; qui conosce quella principessa Paola Ruffo di Calabria la quale di lì a poco diventerà regina del Belgio. Con lei istaura un rapporto di lavoro (atelier di moda) che avrà un certo successo. Cerca a tutti i costi di inserirsi nell’ambiente della nobiltà romana e ci riesce così bene che a 23 anni riesce a farsi sposare dal duca Alessandro Lante della Rovere. La coppia avrà una figlia: Lucrezia Lante della Rovere la quale oggi è un’attrice affermata. La Punturieri ben presto si libera dal marito, divorzia e prosegue l’attività di atelier di moda usando il nome Lante della Rovere anche dopo il divorzio. L’ex marito le intenta una causa, lunga e defatigante, per impedirle di usare il nome Lante della Rovere, appunto. L’ex marito vince la causa e la donna si dedica ad alcune attività artistiche o presunte tali data la vasta conoscenza ed amicizia con esponenti di quella Roma brillante e cinematografara: Il giornalista Lino Jannuzzi, Alberto Moravia, Goffredo Parise, Carlo Vanzina ed altri. Conosce il pittore Franco Angeli e ne diventa amante, innamorata, confesserà in un libro da lei scritto che era arrivata a prostituirsi per potergli comprare la cocaina.

Entra nel giro, quell’autentico caravanserraglio, di coloro che gravitavano intorno a Bettino Craxi, allora Capo del Governo, e lì conosce il marchese Carlo Ripa di Meana. Con la solita abilità di cortigiana riesce nuovamente a farsi sposare e si dedica a certe battaglie animaliste usando metodi sconcertanti ed inconsueti ed inducendo il buon Ripa di Meana, allora esponente radicale, a partecipare a quelle “battaglie”. Il notista politico ricorda lo scandalo che si accese a seguito di un viaggio in Cina di Craxi che fu molto dispendioso per l’erario italiano perché il Presidente del Consiglio aveva invitato gratuitamente una molteplicità di persone di quella Roma maneggiona. C’era anche la Punturieri, la quale, ad onor del vero, continuò a frequentare Craxi anche durante il suo “esilio”in Tunisia. La Punturieri stessa indusse inoltre lo statista socialista Capo del Governo, a finanziare, con denaro pubblico, un film “Cattive ragazze” (1992) di cui era regista lei stessa; si rivelò un vero e proprio flop.

Di lei si ricordano anche i manifesti in cui appariva nuda, con una fitta peluria sul pube con una didascalia: “L’unica pelliccia che non mi vergogno d’indossare”; Roberto Benigni ci creò una macchietta; ciò avveniva nel quadro di una iniziativa animalista dell’ International Fund for Animal Welfare USA.

La ricordiamo seduta su una finestra, con le gambe all’esterno, dell’Ambasciata di Francia a Roma al fine di protestare per la ripresa degli esperimenti nucleari nell’isola di Mururoa nel Pacifico, decisa, appunto, dai francesi.

E’stata attiva fino all’ultimo giorno ed è deceduta in Roma il 4 gennaio 2018 all’età di 76 anni.

 Stampa  Email

SUBBIANO DUE DOMANDE ALLA CONSIGLIERA COMUNALE BENELLI

SUBBIANO A PROPOSITO DELLA CONSIGLIERA BENELLI

Abbiamo ritrovato un volantino elettorale della vigilia delle elezioni comunali del 2014; un volantino che l’allora candidata Beatrice Benelli inviò insieme al biglietto di cui alla presente foto agli elettori del Chiaveretto.

 Stampa  Email

SUBBIANO PROBLEMI AL CIMITERO DI SANTA MAMA

SUBBIANO PROBLEMI IDRAULICI AL CIMITERO DI SANTA MAMA

Da alcuni abitanti della frazione di Santa Mama del comune di Subbiano pervengono segnalazioni sulle condizioni veramente miserande dell’accesso al cimitero. Come si può vedere dalla foto: è impossibile accedere al cimitero se non si è dotati di sciantilli(appositi stivali). Infatti l’acqua è mal regolata, occorre in intervento del comune per regimare le acque quando piove e rendere possibile l’accesso alle tombe.

 Stampa  Email

C'E' CHI "SI BUTTA" ANCHE SULLE CALZE DELLA BEFANA

COMUNICATO STAMPA DELLA POIZIA DI STATO

Truffatori in trasferta per la Befana, individuati dalla Polizia di Stato. Ieri pomeriggio due napoletani sono stati denunciati dalla Polizia Stradale di Arezzo dopo avere tentato una truffa ai danni di un automobilista, anche lui di Napoli. Prima ancora, passando da un Autogrill, all’insaputa del proprietario i due avevano asportato numerose confezioni di cioccolato e calze per la Befana, con l’intento di regalarle a parenti e amici al loro ritorno dalla trasferta di lavoro. Ma procediamo con ordine. I malfattori, un uomo e una donna di 40 e 30 anni, dopo aver individuato sull’A/1 la vittima, che era alla guida di una Renault, l’hanno seguito. La stessa, in prossimità del casello di Chiusi, ha avvertito un tonfo sordo sulla carrozzeria della sua auto mentre veniva superato, a destra, da una Mercedes, con a bordo proprio i due, che gli hanno chiesto di fermarsi. A gesti gli hanno fatto intendere che la loro auto era stata urtata dal suo specchietto retrovisore, ma il malcapitato non era uno sprovveduto e non è caduto nel tranello. Infatti, si è attaccato al telefono per allertare la centrale operativa della Polizia Stradale, i cui equipaggi stavano attuando il piano di controllo a reticolo che, in Toscana, impegna con successo la Polstrada al fine di neutralizzare sia gli automobilisti poco virtuosi che i delinquenti. Due pattuglie sono corse in aiuto dell’uomo e hanno chiuso il cerchio attorno alla Mercedes, fermata dieci chilometri più a nord nell’area di servizio di Lucignano. I truffatori hanno provato a fare i vaghi, ma la fortuna che altrove li aveva assistiti questa volta gli ha girato le spalle. Di fronte avevano gli investigatori della Sottosezione di Battifolle, reparto premiato dalla fondazione Caponnetto con lo “Sbirro 2016”, per le sue straordinarie performance. I poliziotti sono riusciti a impedire la truffa e hanno sequestrato la Mercedes ai malfattori, che dovranno rispondere anche di furto aggravato. Infatti, dal bagagliaio dell’auto sono spuntati i regali per la Befana, rubati quella stessa mattina presso l’Autogrill di Flaminio Est, vicino Roma. Ma per i due malviventi dalle calze è uscito solo carbone, con le sembianze della Polstrada.

 Stampa  Email

SUBBIANO 2015 RICORDIAMO LA PREVISIONE DI OPERE PUBBLICHE

Riproduciamo un articolo che apparve su questo giornale il 9.7.2015. Eravamo all'inizio della legislatura e, sulla scorta delle indicazioni della precedente amministrazione, i signori De Bari, Maggini, Cerofolini, Rossi, Valdarnini, Bruno ecc..predisposero un programma di opere pubbliche. Poi venne la defenestrazion dell'ex Sindaco Ilario Maggini da vicesindaco e Assessore ai lavori pubblici.Una mossa da intelligentoni che indusse il Maggini a passare all'opposizione e le "opere pubbliche" a diventare quella miseria che sono poi diventate: una serie di promesse totalmente inattuate come si può vedere, una previsione sempre più avanzata nel senso di quanto affermato dall'anonimo subbianese: "...per rimediare ai danni di questa gente ci vorranno dieci anni..."

 

SUBBIANO – I LAVORI PUBBLICI PER TRE ANNI

 

All’ultimo Consiglio comunale di Subbiano è stato approvato l’insieme dei lavori previsti per i tre anni 2015, 2016 e 2017. si tratta delle più importanti opere pubbliche che verranno realizzate, ma c’è un grosso punto interrogativo: i soldi ci sono, ma occorre che il Governo nazionale autorizzi il Comune a spenderli, insomma si tratta del cosiddetto Piano di stabilità che, in certa misura condiziona tutti i comuni d’Italia. Comunque le opere previste sono le seguenti:

anno 2015

riqualificazione Piazza Risorgimento (i giardini dell’ex Piazza nuova che sono già stati oggetto di intervento con l’eliminazione del campo da tennis e la creazione, al suo posto, di un delizioso campo giochi per bambini; nel posto proprio pochi giorni fa è stata data sistemazione alla zona sterrata circostante il detto campo giochi mediante asfaltatura in modo che oggi non c’è più polvere ed anche il parcheggio delle automobili è più razionale)       importo 200.000 euro

sistemazione frane delle frazioni La Piaggia e Poggio d’Acona (un intervento lungamente richiesto dagli abitanti della zona)   importo 168.500 euro

ristrutturazione ex Ospedale 3° stralcio (la parte del vecchio, caro ospedale, che un tempo era il vanto della collettività di Subbiano, che fu riacquistata a suo tempo dal Comune) importo euro 182.387, 23. Sul vecchio ospedale ritorneremo in seguito.

 Stampa  Email

SUBBIANO DE BARI MANCA ALL'APPELLO

SUBBIANO DE BARI MANCA ALL’APPELLO

Più o meno tutti i Sindaci hanno fatto un promemoria finale delle realizzazioni effettuate nel corso della legislatura o solo del 2017: un rendiconto non obbligatorio per legge, ma ormai tradizionale. Così Civitella della Chiana, Castiglion Fiorentino, Montevarchi, così i nostri cugini di Capolona che si sono affidati al loro Sindaco per una intervista sui principali giornali. Un elenco delle realizzazioni che sono state avviate nel 2017; un po’ autocelebrativa, ma, d’altra parte bisogna riconoscere il coraggio e la capacità del Ciolfi e degli altri Amministratori capolonesi i quali, in un tempo in cui i comuni mettono in vendita ex scuole elementari, loro ne costruiscono una nuova in una frazione. Obbiettivamente nessuno può ignorare un fatto di tali dimensioni ed anche questo giornale si associa al plauso nei confronti di tale iniziativa.

Ma Subbiano che cosa fa ? Niente relazione di fine anno, niente richiamo al realizzato nel corso del 2017. Niente neanche di autocelebrazioni tanto le elezioni comunali non sono vicinissime e d’altra parte questi signori colleghi del Sig. De Bari sono riusciti a conservare incarichi e prebende fino al 2019, anno delle votazioni ordinarie, pur in presenza di una maggioranza ormai trasformatasi in minoranza; ciò a causa di una legge improvvida che non assicura un’alternanza nel caso di un decadere dei suffragi di giunte ormai minoritarie. Questo bilancio lo faremo noi.

Parleremo di demolizioni di proprietà comunali quali la copertura del tetto del Ristorante della Proloco e il fabbricato storico ex colonico di Pilli. Iniziative che gridano vendetta davanti al popolo. Parleremo della inopinata chiusura della piscina per pura incapacità e della assoluta ed incomprensibile alterigia nei confronti del comproprietario Comune di Capolona. Poi c’è l‘incomprensibile abbandono dell’edificio delle Scuole elementari e l’aver confinato gli alunni e le maestre in un ex esercizio commerciale trasformato in una specie di pollaio immondo: grave che tale operazione venga considerato da questi amministratori un vero successo; l’abbandono delle frazioni, di tutte le frazioni, la trascuratezza degli abitati, compreso il capoluogo; l’uso e l’abuso personale di una emittente locale, provvidenzialmente gestita da una dipendente comunale; la spoliazione dell’attività del comune con l’assegnazione alla Provincia della gestione del personale e la distrazione ad altri Enti di competenze comunali; neanche i morti si salvano da questo turbinio: siccome non hanno previsto la costruzione di loculi ai cimiteri comunali, cercano di recuperare loculi rimuovendo i resti mortali di subbianesi morti anni fa.

style="text-align: justify;" /><span style="line-height: 115%; font-size: 12pt;">Questo diciamo e siamo sicuri che ci sono molti altri motivi di sofferenza originati da comportamenti di questi politici: ci asteniamo da ulteriori appunti per puro spirito di compassione e ci auguriamo che in futuro non si abbia a verificare quanto ebbe a dire un anonimo subbianese il quale affermò: <em><span style="color: red; line-height: 115%; font-size: 14pt;""”… per rimediare ai danni che fa questa gente ci vorranno dieci anni…”</span></em></p>""

 Stampa  Email

SUBBIANO TRADIZIONALE MACELLAZIONE FAMILIARE-MODALITA'

IL SINDACO DI SUBBIANO O R D I N A

E’ consentita la macellazione presso il domicilio del privato cittadino per il consumo domestico privato nei seguenti periodi:

-          Dei suini dal 1 dicembre 2017 al 31 marzo 2018;

-          Degli ovi caprini dal 1 dicembre 2017 al 31 marzo 2018

Tutti gli interessati che desiderano macellare presso il proprio domicilio , nei giorni precedenti la macellazione , dovranno comunicare al Servizio Veterinario della ASL 8 la data della macellazione medesima e il numero dei capi.

Dopo la macellazione e con sollecitudine, nei luoghi e con gli orari indicati dalla Azienda U.S.L. 8, gli interessati dovranno portare a visita sanitaria i visceri interi così come riportati nei relativi allegati. A giudizio del medico veterinario, oppure a richiesta dell’interessato, potrà essere effettuata anche la visita sanitaria a domicilio , con l’addebito delle spese di trasferta.

La Polizia Municipale ed il Servizio Veterinario della Azienda U.S.L. 8 sono incaricati della vigilanza sulla presente ordinanza.

Ai contravventori saranno applicate le sanzioni amministrative previste dalla legge.

 Stampa  Email

ANNAMARIA VIGNALI ALL’UNIVERSITA’ DELLA ETA’ LIBERA

Un grosso nome questa volta all’università dell’età libera di Capolona e Subbiano; Annamaria Vignali è una pregevole e grande scrittrice a cui si devono opere come “Sacripante ti voglio bene” (distribuito gratuitamente ai partecipanti alla lezione di lunedì 8 gennaio 2018) e soprattutto “Il paradiso te lo devi guadagnare” un’opera semplicemente favolosa e che è stata recentemente inserita nel catalogo Amazon di vendite on line. Il nostro Direttore ha caldamente invitato i presenti ad acquistare e leggere questo volume in vendita a 12 euro .

La Vignali ha tracciato, con parole semplici e vivezza di immagini, il racconto di alcuni miti e legende locali. Così il “Badalischio” un mostro immaginario che compare nei racconti paurosi e misteriosi dell’alto Casentino; così il “Vitello d’oro” di Vogognano, o la “Buca delle fate”di Cardeto (Catenaia), oppure la Badessa del monastero di San Giovanni decollato situata sotto i prati della regina dell’Alpe di Catenaia, la quale, peccatrice impenitente, nominata Badessa perché si redimesse, porta invece alla perdizione le monache a lei assegnate. Ed altre storie che la Vignali ha rivissuto dalla sua infanzia. Racconteremo in altra occasione queste leggende che faremo oggetto di specifici futuri articoli.

 Stampa  Email

CAPOLONA " AL TEMPO DI LEOPOLDO UN FIASCO DI VINO COSTAVA UN SOLDO" (5 CENTESIMI)

COMUNICATO DEL COMUNE DI CAPOLONA

Venerdì 12 gennaio ore 21,15 Teatro Cinema Nuovo di Capolona: “Al tempo di Leopoldo un fiasco di vino costava un Soldo”. Ottava rima e poesia popolare al tempo dei Lorena. Nell’ambito della Festa della Toscana, a Capolona, serata-evento sullOttava Rima in Toscana  con la finalità di ripercorrere l’epoca Lorenese osservandola da un punto di vista particolare, “minore” solo in apparenza: la Vita Sociale popolare riflessa dalla sua anima più intensa, quella dei poeti in Ottava e dalla cultura trasmessa oralmente. L’evento di venerdì 12 gennaio al Teatro Cinema Nuovo di Capolona con inizio alle 21,15 è promosso dal Comune di Capolona, dal Consiglio Regionale Toscano e vede la direzione artistica ed i contributi filmati a cura di Mario Spiganti. L’ingresso è libero. L’ottava Rima è parte fondamentale della poesia popolare, così come si è secolarmente sviluppata nel centro Italia e in particolare in Toscana. Poesia cresciuta in un contesto di tradizione e trasmissione orale di competenze, in cui l’analfabetismo era dominante. Nei mercati, alle veglie dei contadini e dei boscaioli, durante il lavoro si ascoltava con passione il canto dei poeti estemporanei improvvisatori ma al tempo stesso anche cantori di testi classici come Dante e Ariosto. Tale competente patrimonio culturale attraversa naturalmente anche tutto il periodo temporale del Granducato Lorenese fino all’Unità d’Italia. Patrimonio fondamentalmente orale ha lasciato tuttavia significative tracce scritte, con temi politici e attualità dell’epoca Granducale, spesso legate a mestieri e attività scomparse. Marco Betti e Filippo Marranci, poeti improvvisatori e ricercatori appassionati, nella serata evento proporranno con canto e commento le ottave più significative da loro recuperate, partendo dalla fine del 1700 per tutto l’Ottocento e fornendo esempi dei modi dell’ improvvisazione poetica. Rispetto alla trasmissione orale della Divina Commedia e Orlando Furioso saranno presentate esempi video realizzati con anziani boscaioli casentinesi e con il decano dei poeti improvvisatori aretini, Ivo Mafucci, cui sarà dato da parte del Sindaco Ciolfi un attestato di riconoscimento per l’attività poetica svolta per tutta la vita. Hanno garantito la partecipazione anche Dante Priore, Giuseppe Biagioni, Franco Ceccarelli, Bruno Grassi, Marco Italiani, Gianmaria Cardini. Appuntamento dunque venerdì 12 gennaio alle 21,15 a Capolona per quella che si annuncia una straordinaria serata.

Capolona, 8 gennaio 2018

 Stampa  Email

UTILI INIZIATIVE DEI CARABINIERI FORESTALI

CARABINIERI FORESTALI- LA BEFANA DELLA BIODIVERSITA’NEGLI OSPEDALI PEDIATRICI

I Carabinieri dello speciale settore della tutela forestale ed ambientale hanno promosso una giornata speciale di educazione ambientale e solidarietà nel giorno della Befana presso i reparti pediatrici degli ospedali italiani. Ad Arezzo i Carabinieri di Pieve Santo Stefano e Pratovecchio si sono recati al reparto pediatrico dell’Ospedale San Donato insieme alla unità cinofila del Nucleo antiveleno dell’apposito reparto ed hanno dato una dimostrazione che tende ad avvicinare alla biodiversità i bambini ricoverati ed il personale degli ospedali.

Iniziativa fortemente encomiabile che manifesta la puntuale attenzione delle istituzioni al problema.

 Stampa  Email

SUBBIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 4.1.2018 COSE MAI VISTE

“Cose mai viste” proprio così. Il Consiglio comunale era stato indetto su richiesta dei consiglieri di opposizione. Una richiesta alla quale, per legge, non si poteva rispondere di no. I consiglieri dell’opposizione avevano indicato il punto dell’Ordine del Giorno con “ Scuola elementare ”S. Pertini” plesso vecchio. Interrogazione presentata dalla minoranza in data 21.12.2017 con protocollo n. 12988”. Con questa richiesta i consiglieri d’opposizione, in contrasto con le decisioni prese da questa cosiddetta maggioranza, intendevano discutere di Scuole elementari e cercare, pacificamente col sindaco ed i suoi, una soluzione più soddisfacente per i subbianesi. Discutere dunque e cercare di far capire a tutti che la soluzione adottata dal detto De Bari ed i suoi è poco intelligente e dannosa.

Niente, dopo iniziato il Consiglio ed averlo sospeso per un incontro con il Segretario comunale su richiesta dell’opposizione i sei consiglieri presenti della cosiddetta maggioranza si sono alzati, hanno preannunciato una sospensione a loro volta di un quarto d’ora e invece sono andati via senza alcuna spiegazione. E’ rimasto solo un impacciato Bruni Daniele, da poco Presidente del Consiglio comunale, che ha consultato il regolamento con il Segretario e imbarazzatissimo ha congedato i rientrati consiglieri dell’opposizione. La realtà è che con i soli sei consiglieri presenti i sostenitori di De Bari non erano sufficienti per garantire il numero legale per il proseguimento della seduta.

Ci scuseranno i lettori se commentiamo l’accaduto con una espressione televisiva di Emilio Fede, già Direttore del TG4, “…una figura di merda…” Un generale stupore da parte dei privati cittadini presenti meravigliati da uno spettacolo così meschino. Un espediente ingiusto per i cittadini di Subbiano un comportamento che manifesta la stanchezza, il disinteresse di questi Signori che furono eletti il 15 Maggio 2014. Assente la Consigliera Benelli, assente addirittura il Vicesindaco Cerofolini. Siamo alla fine di una legislatura che ha visto dimissioni su dimissioni: Tozzi, Montecchi, la signora Commercialista nominata Assessore a sua insaputa, ultimamente il fedelissimo Valdarnini, la rinuncia del primo dei non eletti Pontenani che ha costretto a ricercare il Sig. Alfredo Andreini il quale, a suo tempo, venne casualmente inserito in lita e che è l’ultimo dell’elenco della lista che vuol continuare a definirsi “maggioranza”. Queste dimissioni sono la riprova di un ormai assoluto disinteresse di persone che non si sentono più di condividere una politica amministrativa assurda, sbagliata e controproducente. Stanchezza morale, niente altro che stanchezza morale.

Un caso simile non era mai successo a Subbiano e non sappiamo come verrà risolta questa difficoltà. Vogliamo sperare che studi una qualche soluzione il Segretario comunale. Noi terremo informati i nostri lettori. Resta l’impressione, ma è ormai una consapevolezza: che quelli del circuito De Bari abbiano perduto la testa. Donald Trump, Presidente americano, proprio oggi 4.1.2018 ha accusato il suo ex aiutante Steve Bannon di aver perso la testa, che anche a Subbiano ci sia uno Steve Bannon ?

 

 Stampa  Email

CAPOLONA PRANZO PER GLI ANZIANI

Comunicato dal Comune di CAPOLONA

Sabato 6 Gennaio a Capolona la 37° edizione del Pranzo dell’Anziano. Un pranzo per festeggiare gli anziani di Capolona. Torna per la 37° edizione del Pranzo dell’Anziano, la bella iniziativa solidale promossa come sempre dalla Amministrazione comunale di Capolona in collaborazione con il Centro Sociale “Arno” , la Pro Loco “Il Ponte” e l’Auser. In cucina a preparare il pranzo i cuochi della coop. Beta2, di recente aggiudicatrice del servizio di refezione scolastica. L’appuntamento è per sabato 6 gennaio alle 12.30 nei locali accoglienti del Centro Sociale “Arno” di Capolona. Dopo pranzo, ci sarà l’intrattenimento danzante con l’orchestra Aldo e un’Aria Nuova. “Anche quest’anno abbiamo voluto rispettare questo appuntamento che si protrae ormai da 37 anni e che fa parte della tradizione del nostro Comune e che sottolinea l’attenzione e sensibilità della Amministrazione verso gli anziani. Stiamo inoltre pensando – spiega il Vicesindaco con delega al Sociale, Tiziana Mazzuoli – di organizzare le vacanze estive per gli anziani. Stare insieme è il miglior modo per dare più vita agli anni, per ricordare lo slogan che accompagnò l’apertura del Centro Sociale “Arno” giusto 30 anni fa”. Al Pranzo dell’Anziano partecipano anche gli ospiti della RSA “Boschi” e del Centro l’Accordo: “il Pranzo è il momento in cui la nostra Comunità si riunisce per trascorrere insieme un giorno di festa e per sottolineare – aggiunge il Sindaco Ciolfi – l’importanza del ruolo svolto dagli anziani all’interno delle famiglie e della società in generale”.

Capolona 4 gennaio 2018

 

""""""""""""

 Stampa  Email

"il paradiso te lo devi guadagare" DI ANNAMARIA VIGNALI

Annamaria Vignali, grande scrittrice su Amazon

Annamaria Vignali, un carattere gradevole e modesto. Ella ignora la sua grande caratura come scrittrice, prevale la modestia di carattere. Ha scritto opere di alto rilievo, tra cui un romanzo, corto, di facile leggibilità, di uno stile immediato e trama piacevole . Il titolo “ Il Paradiso te lo devi guadagnare” promette una trama moderna e carica di significato. Ebbene questa opera è stata accolta da Amazon e ciò è un grande successo dato che Amazon è una grande ed importante azienda di vendita di prodotti validi. Vivissimi complimenti alla Vignali e agli appassionati di lettura, (ma anche ai meno informati), un invito ad acquistare e leggere l’opera; non se ne pentiranno.

 Stampa  Email

CAPOLONA PRIMO ATTO DELLA CAMPAGNA ELETTORALE PER IL 2018

Rileviamo con piacere questo primo riepilogo dell'attività dell'Amministrazione del Comune di Capolona e il programma delle opere per la prossima legislatura. Si tratta di un programma politico credibile che costituisce il primo atto di una campagna elettorale che si presenta facile per il sindaco Ciolfi ed il PD. Noi auguriamo a lui ed al suo partito ogni successo alla elezioni aministrative della prossima primavera perchè abbiamo seguito e conosciuto ciò che questi Signori hanno fatto nella attuale legislatura: hanno fatto ed hanno fatto bene.

 

Capolona gli auguri del sindaco ai capolonesi e il punto sul programma

 

Ciolfi: il 2018 anno importante
Il 2018 sarà un anno importante per la Comunità di Capolona che sarà chiamata al rinnovo del
Consiglio Comunale ed eleggere il nuovo Sindaco.

 Stampa  Email

SUBBIANO ORDINANZA DEL SINDACO SU SEPOLTURE

 

ORDINANZA DEL SETTORE Sindacale

 

N. 14 DEL 18-12-2017

 

 

Ufficio: > AREA 1 - U.O. PER LA GESTIONE DEGLI AFFARI GENERALI E SERVIZIO AUTONOMO DI POLIZIA MUNICIPALE

 

 

Oggetto: CAMPAGNA DI ESTUMULAZIONI ORDINARIE NEL CIMITERO   COMUNALE DI SUBBIANO - SOSPENSIONE DELLA VENDITA PER PERSONE VIVENTI DEI   LOCULI E DELLA PROROGA DELLE CONCESSIONI CIMITERIALI SCADUTE

 

 

 

 

L'anno duemiladiciassette addì diciotto del mese di dicembre, il Responsabile del servizio De Bari Antonio

 

ORDINA

VISTA le precedenti note 19/05/2017 prot.4731, 17/11/2017 prot.11810 e 11819 con le quali si è evidenziata la problematica relativa alla scarsità dei loculi del cimitero di Subbiano, in particolare “sono rimasti disponibili solo 12 loculi nella parte nuova del cimitero, mentre nella parte vecchia risulterebbero disponibili meno di una decina di loculi; le volte murate sono esaurite, eccetto una. Si rende necessario un provvedimento urgente onde evitare il completo esaurimento di tumuli”. Siamo, all'assurdo, un Sindaco che non accetta la manifestazione della propria imprevidenza non prevedendo, per tempo, le necessità cimiteriali della popolazione amministrata. Il Comune esiste perchè ci sia un Ente che preveda la collocazione dei cittadini in vita, ma anche in morte. Un Sindaco che si fa forte di una sua incompletezza  "...sono rimasti disponibili solo 12 loculi..." per giustificare il ricorso a misure eccezionali. Il Sindaco sa e sapeva che la gente muore e doveva prevedere per tempo che sarebbero stati necessari loculi per seppellire i subbianesi defunti. Altrimenti, un amministratore quale un Sindaco che cosa ci sta a fare ?......

CONSIDERATOche attualmente non sono più disponibili loculi in quantità adeguata e che nell’immediato futuro questa situazione perdurerà in attesa di nuove costruzioni che permettano una corretta ed adeguata gestione del cimitero comunale di Subbiano;

RITENUTO che, nelle more dello svolgimento dei lavori di costruzioni di nuovi loculi cimiteriali, è necessario anticipare alcune misure urgenti ed indifferibili relative alle modalità normative ed operative per eseguire le esumazioni ed estumulazioni oltre che alla gestione delle concessioni cimiteriali;

PRESO ATTO infine, che l’attuale Regolamento Cimiteriale comunale prevede sia la possibilità di vendita dei loculi cimiteriali a persone viventi, sia la proroga delle concessioni cimiteriali scadute, ma che tale proroga non è obbligatorio sia concessa;

CONSIDERATO il carattere di contingibilità ed urgenza ad adottare il provvedimento per scongiurare il pericolo che si esauriscano i loculi nel cimitero comunale non potendo, di conseguenza, garantire il regolare svolgimento delle sepolture e causando, tra l’altro, grave pericolo per l’igiene e la salute pubblica;

  

VISTO che l’articolo 50 in particolare i commi 4 e 5 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n° 267 (Testo Unico degli Enti Locali);

Tutto ciò premesso e per le motivazioni di cui sopra,

                                                                               

ORDINA

Con effetto immediato, fino al 31/12/2018 e comunque fino alla conclusione dei lavori di costruzione di nuovi loculi cimiteriali:( ???...)

  1. La sospensione della vendita a persona vivente dei loculi del cimitero comunale di Subbiano. Sarà consentita esclusivamente la vendita a persona vivente al coniuge del defunto o all’ascendente di primo grado;
  1. La sospensione della proroga delle concessione cimiteriali scadute;
  1. L’attuazione di una campagna di estumulazioni ordinarie nel cimitero comunale di Subbiano con le modalità previste nell’avviso già pubblicato ed allegato alla Delibera della Giunta Comunale 12/12/2017 n.115;

Gli atti compiuti in violazione della presente ordinanza sono nulli di diritto.

L’ufficio concessioni cimiteriali e l’ufficio tecnico comunali sono incaricati del rispetto della presente ordinanza.

Copia della presente ordinanza viene immediatamente trasmessa, per gli adempimenti di rispettiva competenza:

  1. All’Azienda U.S.L. 8 di Arezzo;
  2. Alla Prefettura – Ufficio territoriale del Governo – di Arezzo;
  3. All’ufficio concessioni cimiteriali ed all’ufficio tecnico del comune di Subbiano;

Il presente provvedimento deve essere inoltre affisso negli idonei spazi al fine della massima diffusione anche nelle frazioni del territorio comunale.

Avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso entro 60 giorni dalla pubblicazione, al TAR Toscana (Legge 06/12/1971 n. 1034) ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato ai sensi del D.P.R. 24/11/1971 n. 1199, entro 120 giorni dalla sua pubblicazione.

A norma dell’articolo 8 della legge 7 agosto 1990, n. 241, recante: “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e successive modificazioni, l’interessato può prendere visione ed estrarre copia degli atti nei giorni di lunedì, mercoledì e sabato dalle 09:00 alle 12:00 presso l’ufficio concessioni cimiteriali. Il Responsabile del Procedimento è Ilaria Mattesini telefono 0575/421723–724–, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 Stampa  Email

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.