NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

MALANDRINI DAL SUDAMERIA BLOCCATI DALLA POLIZIA ARETINA

QUESTURA di AREZZO

Ufficio di Gabinetto

COMUNICATO STAMPA

ESPERTI DI FURTI IN TRASFERTA AD AREZZO:  3 ARRESTI OPERATI DALLA POLIZIA DI STATO

La  Squadra Volanti della Questura di Arezzo, nella giornata di ieri ha  proceduto all’arresto di tre cittadini dell’Equador, gravati da  numerosi precedenti per furto e residenti a Roma, autori, presso il  parcheggio dell’IPERCOOP, di un furto con destrezza di una borsa ai  danni di una signora.

 Stampa  Email

IL DOTT. STEFANO TENTI E ILCENTRO CHIRURGICO TOSCANO

UN’ECCELENZA SANITARIA AD AREZZO

 

Si chiama “Centro chirurgico toscano” ed è una clinica privata a due passi dalla Via Casentinese.

 

Un ospedale vero e proprio in cui è possibile utilizzare i migliori clinici in campo nazionale.

 

Ce n’era bisogno in un tempo in cui le strutture pubbliche hanno tempi biblici per esami anche elementari e scorrettezze varie degli addetti. Abbiamo sperimentato entrambi i sistemi ed abbiamo riscontrato differenze gigantesche. All’Ospedale San Donato dove fanno capo tutte le ambulanze della zona, abbiamo conosciuto il chiasso notturno che domina le corsie fino alle prime luci dell’alba, il comportamento delle infermiere il cui atteggiamento verso i malati ci ricorda i cosiddetti benefattori dei tempi di San Francesco. Ma soprattutto i tempi per esami un po’ specialistici. Ad esempio la gastroscopia: un esame prenotato il 8 Agosto 2018, fissato per il 10 Gennaio 2019. Un lasso di tempo eccessivo anche per previsioni sanitarie di lieve entità, ma esiziale in presenza di un quadro clinico con prospettive di malattia tumorale.

 

Abbiamo deciso di eseguire l’esame presso il Centro Chirurgico Toscano, certo ha un costo, non per noi che siamo giornalisti attivi per cui il Dott. Stefano Tenti, Direttore, ha disposto la gratuità di prestazioni ordinarie, ma comunque è un costo che merita il servizio offerto. Abbiamo trovato il celebre Dott. Alessandro Palazzi, noto chirurgo aretino. Educazione e gentilezza degli operatori, sia medici che infermieri, assistenza anche nei casi più difficili e ascolto del paziente che diventa il dominus dell'attività sanitaria, risposte immediate e competenti. 

Questo ad Arezzo e questa è l'offerta di questo centro specialistico al cui esempio ci auguriamo che si rifaccia il servizio pubblico.

 Stampa  Email

SUBBIANO CHIAVERETTO PROMESSE DA MARINAIO

SUBBIANO ILCHIAVERETTO E LE PROMESSE DA MARINAIO

Si chiama promessa da marinaio quella che si sa che non verrà rispettata.

Agli abitanti del Chiaveretto, popolosa frazione subbianese, era stato promesso che la situazione dell’ambulatorio medico sarebbe stata regolarizzata. L’impianto è collocato all’interno delle ex scuole che, si, sa, sono sprovviste di requisiti statici ed antisismici, venne promesso che la cosa sarebbe stata sanata o , quanto meno, si sarebbe provveduto ad emettere un certificato di idoneità statica da parte di tecnico competente. Niente. I locali continuano ad essere frequentati da un numero rilevante di persone che si recano dal Dottore e la situazione dell’immobile è tuttora precaria. Per far muovere qualcosa è necessario ricordare la vicenda del Ponte Morandi di Genova ? Vorrà il promettitore far qualcosa nei pochi mesi che ancora sarà amministratore di Subbiano ?

 Stampa  Email

SUBBIANO INCOMPRENSIBILI MOVIMENTI DEI DIPENDENTI COMUNALI

SUBBIANO ROSSELLA DAVERI TORNA ALLA PM.

Andata in pensione la Sig.ra Lia Sandroni-Righi si è creato un grosso buco nell’organico del Comune di Subbiano. Infatti la Righi aveva l’incarico di fornire al pubblico ed ai Consiglieri tutte quelle notizie e informazioni che venivano richieste. La Signora Lia, inoltre, assisteva la Giunta durante i Consigli Comunali ed assicurava, con solerzia, il rifornimento di dati alla cosiddetta maggioranza ed ai Consiglieri d’opposizione. Era stata sostituita dalla dpendente Rossella Daveri che si vedeva, affaccendata durante i Consigli comunali. Ugualmente, durante l’ordinario orario di lavoro, forniva ai Consiglieri Comunali, organi di stampa e privati cittadini quelle informazioni e quei documenti che avevano diritto di ricevere.

Ebbene, oggi quel servizio non esiste più, i cittadini, ma soprattutto i Consiglieri non hanno più un riferimento a cui rivolgere le proprie richieste. La Sig.ra Daveri Rossella è tornata al suo lavoro istituzionale: il Vigile Urbano ed il settore ” Rapporti con il cittadino” è praticamente scoperto.

 Stampa  Email

TURISMO E INTERESSI DI CATEGORIA

Locazioni brevi: un fenomeno pericoloso e fuori controllo

Barbetti, Federalberghi Toscana: “dati incontrovertibili ed allarmanti: abbiamo imboccato la strada per perdere l’identità turistica della Toscana e delle nostre città d’arte”

Firenze – L’analisi effettuata da Federalberghi su AirBnB nel mese di Agosto 2018 nel territorio della Toscana è molto chiara: gli alloggi disponibili sul portale erano 59.320, in crescita del 89,65% rispetto al mese di Agosto 2016. Di questi, 48.736 (pari al 82,16% del totale) sono riferiti a interi appartamenti, 37.790 (pari al 63,71% del totale) disponibili per più di sei mesi e 40.554 (pari al 68,36% del totale) gestiti da host che mettono in vendita più di un alloggio contemporaneamente.

 Stampa  Email

ATTENZIONE ALL'ALCOOL ! LA POLIZIA VIGILA

VIGILANZA E CONTROLLI DELLA POLIZIA DI STATO SULLE  STRADE DELLA TOSCANA.

Nel week-end ritirate 29 patenti e tolti 1.210 punti. A Firenze e Grosseto controlli  con il drug-test.  Rintracciato un uomo in stato confusionale sceso da un bus sull’A/1.

E’  di 1.534 veicoli controllati e 1.751 persone identificate il bilancio  dei controlli effettuati nel fine settimana dalla Polstrada sulle principali  arterie della Toscana. Nel corso dell’attività, finalizzata soprattutto  a monitorare il popolo della movida, sono state impiegate 241 pattuglie,  che hanno denunciato 11 persone, ritirato 29 patenti e 58 carte di circolazione,  nonché tagliato 1.210 punti. Gli autovelox e i telelaser hanno fotografato 154 veicoli che correvano troppo  e nei confronti dei loro proprietari sono in corso le notifiche dei  verbali.

Sono stati effettuati anche 196 interventi di soccorso. Uno di questi  ha consentito di rintracciare un uomo di 54 anni, originario del crotonese,  allontanatosi dal bus su cui viaggiava sull’A/1 insieme alla madre  di oltre 70 anni. Erano partiti da Torino e diretti a Montepaone (CZ)  quando, durante una sosta presso l’area di servizio di Badia al Pino,  l’uomo ha fatto perdere le sue tracce. L’autista ha lanciato l’allarme  alla Centrale Operativa della Polstrada, che ha allertato le pattuglie  della Sottosezione di Battifolle, poiché i poliziotti di quel reparto  conoscono come le loro tasche tutta quella zona, tant’è che lo hanno  ritrovato poco dopo vicino Dorna (AR), sulla Provinciale 21. Lui, affetto  da turbe menatali, era molto confuso e non si era reso conto di essersi  allontanato e di aver lasciato l’anziana madre da sola. I sanitari  del 118 lo hanno portato all’ospedale San Donato di Arezzo, ove è  stato ricoverato in psichiatria.

Le Sezioni di Firenze e Grosseto, insieme ai medici delle due Questure,  nel weekend hanno vigilato sulle strade che conducono ai più affollati locali notturni.  All’interno di un ufficio mobile gli automobilisti sospetti sono stati  esaminati con l’etilometro e il drug-test. A 5 di loro è stata ritirata la patente perché  avevano bevuto troppo e, in due casi, il drogometro ha anche evidenziato che era stata assunta droga,  tra cocaina e amfetamine. A un marocchino di 33 anni, con precedenti  per stupefacenti, i poliziotti della Sezione di Grosseto hanno trovato  addosso un coltello a serramanico e della cocaina. Lo straniero è stato  denunciato dalla Stradale, che gli ha sequestrato droga, auto e coltello.

 Stampa  Email

CAPOLONA E SUBBIANO PROGRAMMI E APPUNTAMENTI PER LA "GINNASTICA CASENTINESE"

 MAEDELS2

NOTAZIONI SULLA ASD GINNASTICA CASENTINESE

 

 

Sono finite le vacanze anche per l’ASD Ginnastica Casentinese ed è tempo di ripartire per preparare una nuova stagione all’insegna dell’attività sportiva, su più fronti, nel nostro territorio.

 Stampa  Email

GUARDIA DI FINANZA: UN DIPENDENTE INFEDELE IN TRIBUNALE

GUARDIA DI FINANZA AREZZO: DIPENDENTE INFEDELE DEL
TRIBUNALE DI AREZZO INDAGATO PER PECULATO. CONCLUSE LE
INDAGINI PRELIMINARI.
E’ stato emesso dalla Procura della Repubblica di Arezzo un avviso di
conclusione indagini preliminari per il reato di peculato nei confronti di un
Ufficiale Giudiziario del Tribunale di Arezzo, al termine di una serie di
accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza di Arezzo, coordinati dal
Pubblico Ministero Dott. Andrea CLAUDIANI.

 Stampa  Email

CAPOLONA COMUNICATO DELPD

Capolona: il tentativo del Sindaco Francesconi di accaparrarsi meriti che non ha.

Dopo maggio 2014 (studio di vulnerabilità sismica di alcuni edifici di proprietà comunali) e settembre 2016 (Indagine diagnostica relativa ai solai), la Giunta Ciolfi si è immediatamente attivata progettando ed ottenendo subito appositi finanziamenti secondo un preciso piano di priorità previsto dalla legge: 1. Realizzazione Nuova Scuola Elementare di Castelluccio € 600.000 2. Demolizione e costruzione Nuova Palestra “G. Tortelli” € 700.000 3. Demolizione e costruzione Nuova Scuola Media € 6.000.000 4. Demolizione e costruzione Nuova Scuola Elementare Capoluogo € 1.900.000 Investimenti di 9 milioni di euro finanziati dalla Regione Toscana ed ottenuti in meno di 3 anni! L’attuale Giunta di destra di Capolona deve solo portare a realizzazione quanto già previsto e finanziato (Castelluccio, come noto, è già funzionante) e non “sprecare” l’eredità ricevuta dalla Giunta di centrosinistra. Sollecitiamo il Sindaco Francesconi a pianificare la costruzione di una nuova scuola dell’Infanzia a Pieve San Giovanni perché, come noto, l’attuale edificio del 1959 è del tutto inadeguato. Ricordiamo anche che l’immobile della ex Scuola di San Martino sarà trasformato in 4 mini-alloggi da Arezzo Casa SpA. Anziché “gloriarsi” di meriti non propri, sarebbe bene accelerare l’azione amministrativa residua per realizzare quanto già finanziato. Il Sindaco Francesconi si dovrà accontentare solo delle inaugurazioni, che non è poco!.

PD CAPOLONA

 Stampa  Email

SUBBIANO RICREAZIONE PERICOLOSA PER I NOSTRI BAMBINI

SUBBIANO UNA SITUAZIONE PERICOLOSA

Il giorno 27 settembre (giovedì) transitando dalla strada regionale casentinese in prossimità del Centro Janus, abbiamo trovato, proprio lungo la strada, alcuni gruppi di bambini, nei due lati della strada; i bambini giocavano inconsapevoli del rischio a cui erano esposti. Infatti il traffico in quella strada è massimo e basta un attimo perché uno di questi piccolissimi esseri umani venga travolto da qualche autoveicolo. Dio non voglia. Ma raccomandarsi a Dio non ci sembra il sistema migliore per evitare drammi. Insomma: c’è un pericolo immanente e i nostri Amministratori, nonché i nostri maestri non fanno niente per ovviare a questa situazione. Il Sindaco De Bari e la Sua Giunta hanno spostato alcune aule della scuola elementare in un luogo pericolosissimo: manca un’area ove i piccoli possano fare ricreazione e né i maestri, né la Direzione scolastica fanno niente per evitare future possibili tragedie. Vogliono costruire a nuova scuola per togliere i bambini dalla Janus, ma hanno questi signori un’idea su come costruirla ? O avremo sempre il timore per i nostri figli e nipoti ?

 Stampa  Email

SUBBIANO ULTIMI CONATI DI UNA GIUNTA IN SCADENZA

SUBBIANO ELEZIONI ED EDILIZIA SCOLASTICA

A fine mandato (le elezioni avverranno nella primavera 2019) la Giunta Comunale di Subbiano corre, corre, verso la realizzazione di alcune opere e verso la pubblicità nei mezzi di informazione. Non conosciamo l’intento di questi Amministratori, riteniamo che ogni sforzo per chiedere una riconferma ai subbianesi sia uno sforzo vano: sono troppe le cose che non sono state fatte o sono state fatte male.

Anche i proclami che in questi ultimi giorni si leggono sulla stampa sono sbagliati: il sindaco De Bari e l’Assessore Rossi si sono adoperati per comunicare che le opere a favore della Scuola materna sono ultimati: si tratta di una cosa buona: una coibentazione dell’immobile in modo che i bambini non abbiano a soffrire il freddo d’inverno ed il caldo d’estate; inoltre è stato preannunciato che verranno realizzate alcune nuove aule per la scuola elementare. Opere in parte finanziate dalla Regione. Meritorio pensare al benessere dei piccoli alunni, ma inutile perché con una spesa minima sarebbe stato possibile mettere a norma la vecchia scuola elementare “Pertini”e riportare i ragazzi al loro ambiente naturale. Con i soldi spesi in quegli interventi si sarebbero potute eseguire opere urgenti e molto richieste nelle frazioni o nel capoluogo. Intanto se Subbiano piange Capolona non ride perché c’è un grosso problema che riguarda i ragazzi dagli 11 ai 14 anni di età: la Scuola Media. Un grosso problema che attualmente, anche se impropriamente, si è assunto il Comune di Capolona. Subbiano, in proposito tace; e tace perché il problema “Scuola Media” è una vera e propria “rogna” che rischia di esplodere in mano a questi Amministratori; essi poco si distinguono anche nelle piccole cose figuriamoci in un grosso problema quale quello. Auguriamoci che chi verrà dopo di loro abbia maggiore apertura mentale e capacità.

 Stampa  Email

CAPOLONA IERNA UNA STRADA DA INCUBO

CAPOLONA IERNA UNA FRAZIONE ABITATA

Di Francesco Martini

Scrivo queste note e ricordo quando adolescente negli anni quaranta del secolo scorso, percorrevo queste strade su un calesse trainato da una volenterosa mula ; insieme al nonno andavamo a Poggio Ierna, un podere lontanissimo da Subbiano che il vecchio aveva in parte ereditato dalla madre, Patrocchi, e in parte acquistato. Una strada lunga e accidentata che percorrevamo con la lentezza e la pazienza del tempo. Ebbene la strada è rimasta quella di allora. Una strada bianca, stretta attraversata da canaloni creati dall’acqua piovana, mal regimata a causa di una incuria decennale. Si osservano, in verità, due tratti asfaltati: un atto di riguardo, sicuramente elettorale, nei confronti degli abitanti di alcune abitazioni del posto, ma non bastano pochi metri di asfalto per emendare una pessima viabilità.

Suggeriamo agli Amministratori comunali la seguente riflessione: può un giovane decidere di stabilirsi in quella località, quando diventa un avventura perfino arrivarci ? E se i giovani vanno via, chi resta ? Possono restare quei vecchi per un motivo di affezione ai luoghi, ma poi ? Tutto finisce e Ierna diventa una delle sinistre frazioni disabitate. E’ stato sufficiente questa strada e non abbiamo indagato sugli altri servizi: acquedotto, gas metano, telefono, depurazione dei liquami luridi, ma riteniamo che sia meglio non approfondire e, da queste colonne, invitiamo il Comune a prendere provvedimenti affinchè questa bella e spettacolare frazione non abbia a trasformarsi in un tugurio abbandonato.

 Stampa  Email

SUBBIANO TRUFFA A CARICO DI IMPRENDITORE SVENTATA DAL LUOGOTENENTE FABIO RIZZO

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO

CARABINIERI: A SUBBIANO UNA DENUNCIA PER TRUFFA

.

A SUBBIANO i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà un italiano di 45 anni per una truffa commessa ai danni di un commerciante orafo di Arezzo. I militari hanno accertato che l’uomo, anch’egli operante nel settore orafo, con una singolare modalità di raggiro, aveva acquistato una lamina in oro 18 carati del valore di 13.000 euro fornendo come corrispettivo per il pagamento, una lastra del peso di 380 grammi in oro da lavorare e che era in suo possesso. Il commerciante, una volta ricevuta la lastra, all’atto del saggio per la determinazione della caratura, accertava che quel manufatto non era composto da metallo aurifero, ma di materiale di scarso valore. Solo allora si accorgeva, quindi, di essere stato raggirato e truffato, decidendo di raccontare tutta la vicenda ai Carabinieri di Subbiano. L’uomo denunciato, ora dovrà rispondere del reato di truffa ed appropriazione indebita.

 Stampa  Email

GRADITA SORPRESA DA PARTE DELLA POLIZIA

QUESTURA di AREZZO

Ufficio di Gabinetto

COMUNICATO STAMPA

Sull’A/1 con falsi Hermes: bloccato dalla Polizia di Stato, che ha pure restituito  parte del mezzo chilo di gioielli sequestrati nello scorso week-end.

La Polizia Stradale  di Arezzo ha iniziato a restituire parte del mezzo chilo di oro sequestrato,  lo scorso week-end, a due albanesi sorpresi sull’A/1 con le mani nel  sacco. In questi giorni molte persone, che avevano subito da poco un  furto, nel vedere sui giornali le foto del malloppo recuperato hanno  contattato i poliziotti per avere informazioni sulla refurtiva. Proprio  ieri una coppia di Montevarchi (AR) si è recata presso la Sottosezione  di Battifolle per riprendersi gli orecchini e le collane trafugati una  settimana fa. Non speravano più di ritrovarli e, per questo, si sono  parecchio emozionati alla vista dei loro preziosi ricordi.

Ma la lotta  degli investigatori a quelli che utilizzano le strade per i propri illeciti  traffici non ha un attimo di sosta, tant’è che martedì scorso è  cascato nella rete della Polstrada anche un 61enne alla guida di una Punto.  L’uomo, di Firenze ma residente a Montecatini Terme (PT), è stato  fermato nei pressi del casello di Arezzo sempre da una pattuglia di  Battifolle. A bordo aveva alcuni rotoli di stoffa taroccata griffata Hermes, uguali all’originale, con cui aveva confezionato vari  foulard da usare come modello per la produzione di falsi in serie.

Ai poliziotti  ha esposto varie scuse, dicendo di non ricordare i nomi delle persone  da cui aveva ricevuto gratis quella merce. Lui, già sorpreso in passato  a smerciare capi contraffatti, è stato denunciato per ricettazione  e falso dalla Stradale, che gli ha sequestrato tutto il materiale e  l’autovettura.

 Stampa  Email

CAPOLONA RIFLESSIONI DEL PD SULL'ATTUALE AMMINISTRAZIONE

 

LA SCUOLA MEDIA CONSORTILE DI CAPOLONA

Il Sindaco di Capolona, nella seduta del Consiglio Comunale del 27 luglio scorso, ha rassicurato tutti i consiglieri che la Scuola Media Consortile non sarebbe stata chiusa, se non durante i lavori di costruzione del nuovo plesso. Noi crediamo al Sindaco Francesconi e siamo sicuri che terrà fede a quanto riportato nel verbale della seduta consiliare e confermato nell’intervista a Teletruria dello scorso 17 settembre.

 Stampa  Email

MERCOLEDI' 19.09.2018 CONVEGNO GIORNALISTI ALLA CASA DELL'ENERGIA

CONVEGNO-AUTODIFESA DEI GIORNALISTI

La casa dell’Energia, un locale di proprietà comunale situato in fondo a porta Buia, lì dove un tempo era la fonderia Bastanzetti che il Comune di Arezzo ha acquistato e trasformato in una sala Conferenze. Mercoledì 17 s’è tenuto un convegno a cui hanno partecipato un grande numero di giornalisti.

 Stampa  Email

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

  SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

 

 

scnotizielogo300

   SPAZIO LIBERO PER SPONSOR

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.