DOMENICA 06.01.2019 SUBBIANO - TERRANUOVA 0 - 1

CALCIO 6.1.2019 SUBBIANO – TERRANUOVA  0 - 1

FORMAZIONI

Subbiano: Lancini, Mannelli, Degl’Innocenti, Corti, Giustini, Marraghini F., Donati, De Paola, Castri, Marraghini T., Falsini. Allenatore Laurenzi.

00Terranuova: Poponcini, Bencivenni, Falchi, Massai, Tomberli, Bettini, Meazzini, Lazzerini, Sacconi, Corsi, Dati. Allenatore Becattini.

Giornata splendida: sole e tempo bello, ma il campo è massacrato da un incontro della mattina e quindi l’erba non è potuta rinascere. Sul piano tecnico il gioco che abbiamo visto ci fa rimpiangere le squadrette dell’oratorio: tutti sempre dietro al pallone.

Entrambe le squadre hanno fatto vedere un gioco poco esaltante anche se il Subbiano è stato leggermente superiore; solo la fantasia di un guardalinee ha  determinato la svolta della partita: un’azione sotto la porta del Subbiano, un tiro di un giocatore del Terranuova ed una parata del portiere Lancini. Il gioco sta per riprendere con una rimessa dal fondo dello stesso Lancini, quando il guardalinee agita la bandierina ed afferma che la palla avrebbe oltrepassato la linea di porta: all’arbitro non rimane che convalidare la rete; si noti bene: nessuno ha visto questa situazione, né i giocatori del Terranuova né l’arbitro, e non esisteva più neppure la linea di porta, cancellata dai passi dei giocatori, di conseguenza non sarebbe stato possibile rilevare quanto asserito dal detto guardalinee. Forse un colpo di protagonismo.

D’ora in poi non occorrerà guardarsi solo dalle inesattezze degli arbitri, bisognerà stare attenti anche al comportamento dei guardalinee. Comunque 0 a 1  che non individua esattamente la squadra migliore: sarebbe stato più equo un pareggio a reti inviolate; ma talvolta la sorte ci riserva spettacoli comici come questo. Niente da rilevare nel secondo tempo a parte una girandola di sostituzioni che non ha migliorato il gioco, nè modificato il finale. Veramente si impone un maggior senso di responsabilità da parte del designatore arbitri affinchè anche in questi campionati minori siano mandate persone serie e preparate.

 Stampa