• Home
  • Magazine
  • IMPORTANTE BIBLIOTECA ALLE SCUOLE MEDIE DI CAPOLONA

IMPORTANTE BIBLIOTECA ALLE SCUOLE MEDIE DI CAPOLONA

IMPORTANTE BIBLIOTECA ALLE SCUOLE MEDIE DI CAPOLONA

Nel quadro della nostra iniziativa di incentivazione della lettura da parte di ragazzi ed adulti, riconfermando la nostra convinzione che oggi i libri siano troppo costosi e che pertanto occorre ricercare sistemi più economici che il semplice acquisto per il lettore appassionato, segnaliamo la Biblioteca comunale di Arezzo, zona antica della città, in via dei Pileati presso la parte terminale del Corso, al di sopra della salita antistante la Pieve.

Una biblioteca ricchissima di volumi sia antichi che moderni alla quale è possibile chiedere ed ottenere il prestito di un grandissimo numero di libri. Inoltre è possibile richiedere anche il cosiddetto Prestito interbibliotecario. Un circuito di biblioteche che si mettono reciprocamente a disposizione i titoli non disponibili alla stessa biblioteca richiedente. Altra biblioteca, piccola ma ben fornita, la Biblioteca presso l’istituto tecnico Geometri  in Viale Mecenate, zona Santa Maria.

Più vicina abbiamo la Biblioteca “Gulliver” presso la Scuola Media “G.Garibaldi” di Capolona.  Una raccolta di libri di oltre 11.000 volumi; collocata nei locali della scuola media consortile di Subbiano e Capolona in comune di Capolona; 50% libri per adulti e 50% libri per ragazzi. E’ gestita da un bibliotecario preparatissimo il Dott. Sergio Rossi (omonimo del nostro concittadino direttore delle pagine di cronaca della Nazione) il quale ci ha fornito una grande mole di notizie che egli ha acquisito in moltissimi anni di dedizione alla biblioteca. Un insegnante di scuola media che, invece di dedicarsi all’insegnamento, segue la biblioteca. Comunque l’insegnamento è sempre alla base del suo lavoro perché i professori delle  varie classi portano o mandano i loro alunni a consultare o ritirare testi che completino la loro preparazione. Moltissimi i libri per ragazzi, ma anche una vasta sezione bambini (favole e filastrocche)  e adulti. Questi ultimi, che rappresentano una  discreta quota di lettori, possono contare su un vasto assortimento di autori italiani anche moderni , Pirandello, Pratolini, Palazzeschi, Cassola, Vassalli ecc. e stranieri: narrativa americana , ma anche inglese, francese, tedesca, russa, spagnola ecc… E’ consentita sia la lettura in sede, sia il ritiro del volume tipo biblioteca circolante. Il libro può essere trattenuto per un anno, ma in caso di richiesta da parte di qualche altra persona interessata al titolo, può essere richiesto entro due o tre mesi:  una gestione piuttosto ragionevole, basata essenzialmente sul contatto umano: è raro che qualche testo non venga riportato perché il dott. Rossi provvede ad amichevoli e convincenti contatti telefonici. I libri vengono acquistati su segnalazione degli utenti, ma soprattutto vengono inviati  direttamente dai comuni, i quali sono i comproprietari del patrimonio librario. I comuni stessi (Subbiano e Capolona) dovrebbero fornire ogni anno un fondo di 2.500 euro; ma ultimamente tale regola è stata disattesa ed i comuni forniscono direttamente una certa quota di volumi. In particolare Subbiano ha, a suo tempo, fornito tutti i libri della donazione Necci; questi, un benefattore subbianese morto improvvisamente a seguito di un incidente di bicicletta, destinò in eredità al comune di Subbiano la propria consistente raccolta di libri che ora figura nella biblioteca contrassegnata da un timbro “Subb.” che il comune di Subbiano ha voluto apposto sui libri che sono inviati da quella amministrazione. La sistemazione logistica è buona perché diversi anni fa la biblioteca partecipò e vinse un bando statale di 100 milioni di lire che era stato creato per quelle biblioteche che si fossero integrate con le relative amministrazioni comunali; così fu possibile rimodernare i locali con rifacimento degli intonaci ed altre opere murarie tra cui il rifacimento del piantito contenente amianto; questo materiale venne isolato con una guaina di simil-gomma che impedisce qualsiasi fuoruscita di polveri di amianto ed è assolutamente in sicurezza. In tale occasione fu necessario spostare tutti i volumi collocandoli su un centinaio di scatoloni. Il dott. Rossi ha voluto ricordare,con riconoscenza, l’aiuto ricevuto dalla Sig.ra Paola Innocenti dipendente del Comune di Subbiano ed attuale responsabile dell’ufficio cultura, che venne distaccata dal Comune per un certo periodo. Sempre il Comune di Subbiano, in tale occasione fornì un certo numero di scaffali; i quali scaffali sono sempre pochi perché il numero dei volumi aumenta continuamente e questo, per un verso è bene, ma  come recettività mette un po’ in crisi. Ci dice il dott. Rossi “ Con l’avvento di internet il nostro catalogo è consultabile da tutto il mondo e talvolta riceviamo richieste di informazioni anche da fuori”. Talvolta, purtroppo, possono verificarsi incomprensioni tra la direzione della biblioteca ed uno dei due comuni; in questo caso si verifica un calo di richieste da parte degli adulti e di conseguenza sale la quota percentuale delle richieste dei libri per ragazzi. Però, sempre da parte del bibliotecario, viene attuata una forma di mediazione che porti al rasserenamento dei rapporti.

 I volumi, come detto, vengono dati in prestito ai privati: basta esibire un documento, non ci sono limiti di residenza  del richiedente od altri impedimenti, l’importante che vengano riconsegnati puntualmente ed in buone condizioni. La biblioteca aveva un ottimo catalogatore Sauro Martinelli che purtroppo è deceduto ed allora il sindaco Ciolfi di Capolona  ha mandato due operatori  part-time Angela Arezzai e Alberto Casi; questi non solo hanno completato la catalogazione , ma hanno anche provveduto ad inserire sulla costola dei singoli volumi un numero di identificazione a stampa, con ciò facilitando enormemente la ricerca dei vari volumi. Un giudizio pienamente positivo sul comportamento di questi due giovani i quali, oltre tutto, volontariamente sostituiscono il bibliotecario nei giorni in cui è assente per riposo settimanale consentendo così l’apertura della biblioteca anche in quei giorni. Il Dott. Rossi è presente il martedì, mercoledì, giovedì e sabato dalle 8,00 alle13,50. Negli altri giorni feriali sono presenti i due giovani operatori, però è opportuno, per tali giorni, mettersi in contatto telefonico facendo il numero della scuola media e sentire come funziona. La biblioteca è gestita da un Comitato di gestione che dura in carica tre anni, è convalidato con delibera dei comuni di Subbiano e Capolona ed è formato da: 2 membri designati dal Comune di Capolona; due membri designati dal comune di Subbiano; il preside della Scuola Media Garibaldi o suo delegato; un insegnante scelto tra i docenti della detta Scuola Media; un genitore di alunno individuato tra i componenti del consiglio d’istituto. Il presidente, fino al momento delle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale (25 maggio 2014), c'era anche l’Avv. Lorenzo Valdarnini, Consigliere comunale e presidente del Consiglio stesso; attualmente il nuovo comitato di gestione della biblioteca deve essere rinominato.

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.