RISULTATI ELETTORALI ELEZIONI REGIONALI – SUBBIANO

RISULTATI ELETTORALI ELEZIONI REGIONALI – SUBBIANO

Le elezioni regionali hanno avuto una bassissima affluenza per cui si può dire che il vero vincitore è, purtroppo, l’astensionismo.                                                     VOTANTI 2221 pari al 45,01% degli aventi diritto

Partito Democratico   Voti 893 44,34%

Lega nord Toscana         “     322 15,99%

Movimento 5 stelle         “     278   13,80%

Forza Italia                         “     229   11,37%

Si Toscana a sinistra       “     114   5,66%

Altri (4 liste)                       “     178   8,84%

Schede bianche 48 nulle 115

 Stampa  Email

LA FUSIONE DEI COMUNI DI CAPOLONA E CASTIGLION FIBOCCHI

LA FUSIONE DEI COMUNI DI CAPOLONA E CASTIGLION FIBOCCHI

In data 8 giugno il Consiglio comunale di Capolona ha discusso un punto all’ordine del giorno: “Avvio iter finalizzato al progetto di fusione per la costituzione di un comune unico con il comune di Castiglion Fibocchi”. L’atto derivante contiene una certa quantità di allegati.

 Stampa  Email

VICENDE SUBBIANESI: IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI

VICENDE SUBBIANESI: IL PUNTO SUL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI

Esistono delle leggi che prevedono quali siano le modalità con cui i cittadini possono prendere visione ed esaminare gli atti della pubblica amministrazione; tra questi rientrano gli atti del Comune.

 Stampa  Email

RISULTATI ELETTORALI DI CAPOLONA

RISULTATI ELETTORALI DI CAPOLONA

Il Comune di Capolona ci ha comunicato i risultati elettorali delle recenti elezioni regionali. Su 1990 i voti validi sono stati 1816 così ripartiti: PD 844 (46,48%) - Lega nord 267 (14,70%) - Movimento 5 stelle 239 (13,16%) - Forza Italia 194 (10,68%) - Si Toscana a sinistra 92 (5,07%) - Popolo toscano-riformisti 2020 63 (3,47%) - Fratelli d’Italia AN 58 (3,19%) - Varie 59 (3,35%)

 Stampa  Email

MULINO DI SUBBIANO E DI PONTE CALIANO

MULINO DI SUBBIANO E DI PONTE CALIANO

Il mulino di Subbiano già di proprietà Ferruzzi ed il mulino di Ponte Caliano già di proprietà Bruni sono oggi della s.r.l. S.E.M. (Società Elettrica Maremmana) di Grosseto. Si tratta di una società dotata di un discreto portafoglio che intende investire i suoi capitali in questi due mulini per realizzare due centrali di produzione di elettricità.

 Stampa  Email

Fusione di comuni: il punto sulla situazione

Fusione di comuni: il punto sulla situazione

La fusione dei comuni di Capolona e Castiglion Fibocchi di cui discute molto in questi ultimi tempi e che ha trovato consensi anche in una riunione collettiva dei Consigli comunali dei due organismi, non è destinata ad un percorso facile.

 Stampa  Email

17.06 - RIUNIONE DELLA MINORANZA A CALBENZANO

Nel quadro dell’iniziativa di visitare tutte le frazioni del comune di Subbiano, la minoranza consiliare ha effettuato un incontro con la popolazione di Calbenzano. Presente il consigliere Vasco Bobini, momentaneamente assenti gli altri consiglieri per problemi strettamente personali.

 Stampa  Email

AD AREZZO VINCE ALESSANDRO GHINELLI

AD AREZZO VINCE ALESSANDRO GHINELLI

Domenica 14 giugno si sono tenute le elezioni comunali ad Arezzo. Normalmente questo giornale si occupa di fatti ed avvenimenti relativi a Subbiano e Capolona, ma questa volta, la vicinanza con Arezzo ed i riflessi che la città capoluogo ha nei confronti della vita dei nostri due comuni, oltre alla enormità del risultato, ci inducono ad effettuare un esame approfondito di quello che è successo.

 Stampa  Email

NON A SUBBIANO, MA PROIBITO MORIRE NELLE FRAZIONI

Sembra che le cose non siano proprio come ci è stato detto da alcuni amministratori comunale attuali e che abbiamo pubblicato ieri (ancora qui leggibili); cioè che i loculi cimiteriali ci sono e che non ci sono problemi di loro scarsità nei nostri cimiteri. In effetti il cimitero di Subbiano dispone attualmente di 104 loculi che furono costruiti dalla vecchia amministrazione nel quadro di un intervento complessivo relativo ai cimiteri messo in atto dagli allora Sindaco Maggini ed Assessore Giovanni Mattesini. Tale piano di intervento prevedeva anche la realizzazione di un quantitativo di loculi nelle frazioni di Falciano, Poggio d’Acona e Santa Mama che ne avrebbero assicurato una scorta tale da garantire le necessità di alcuni anni futuri. Attualmente, in Comune, esiste un impegno di spesa di 178.000 euro deliberato dalla vecchia amministrazione e disponibile per l’attuale Giunta; manca solo l’appalto che dovrebbe essere messo in azione dagli attuali amministratori. Ed è bene che essi si muovano perché, come abbiamo ipotizzato ieri, è proprio vero che a Santa Mama, Poggio d’Acona non ci sono più loculi disponibili; a Falciano ne esiste solo uno e ci auguriamo che sia occupato il più tardi possibile, come ci auguriamo che nelle altre due frazioni, ma anche nel capoluogo, ci sia scarsa necessità di loculi: ci piacerebbe che nessuno morisse, ma un’amministrazione pubblica non può andare avanti con gli auguri. Per parte nostra, dunque, ci auguriamo che l’attuale Sindaco e la Giunta provvedano quanto prima e senza indecorosi indugi a risolvere questo problema. Indugi immeritati ed incomprensibili per i subbianesi che sono abituati , da sempre, ad essere bene amministrati. Naturalmente siamo a disposizione per eventuali rettifiche qualora quanto qui contenuto, e che ci è stato riferito, non corrispondesse all’esattezza delle cose.

 Stampa  Email

A SUBBIANO E’ PROIBITO MORIRE?

A SUBBIANO E’ PROIBITO MORIRE?

Una domanda scherzosa che però può avere un briciolo di verità. A proposito della capienza dei nostri cimiteri e della loro capacità di assorbire tutte le tumulazioni che si rendano necessarie abbiamo sentito Ilario Maggini, ex Sindaco di Subbiano ed attuale consigliere di minoranza e l’Assessore Alessandro Rossi, attuale membro della Giunta comunale. Il Maggini sorridendo ci ha comunicato che la situazione,per quanto riguarda i cimiteri di Subbiano, Santa Mama e Poggio d’Acona, è piuttosto tragica. Ci si perdoni la battuta. Sembra che l’attuale amministrazione non abbia avuto sufficiente lungimiranza nel prevedere quanti loculi sarebbero stati necessari per far fronte alle ordinarie richieste, ed ora diventa faticoso accontentare i cittadini nelle tristi ma pur doverose richieste di sepolture. Sembra che l’attuale Amministrazione inserisca ordinariamente i proventi cimiteriali (costo della concessione del loculo pagata dai richiedenti) nel bilancio comunale; invece prima, appunto ai tempi del Maggini sindaco, tali importi venivano accantonati ed utilizzati unicamente per i cimiteri. L’Assessore Rossi ha smentito tali affermazioni asserendo che i proventi cimiteriali sono sempre stati messi a bilancio e che comunque quelle voci allarmistiche non corrispondono al vero. I loculi ci sono a sufficienza. L’Assessore Marco Cerofolini, che ha ricevuto la delega ai servizi cimiteriale da parte della Giunta ci ha confermato quanto affermato dal suo collega Alessandro Rossi ed ha detto che nel primo anno di questa legislatura ci sono stati molti decessi e quindi molti funerali ed una vivace richiesta di loculi; dobbiamo considerare, inoltre, che il cimitero del capoluogo deve sostenere anche l’urto delle frequenti richieste di abitanti nel comune di Capolona perché lì le tariffe sono più alte e la gente si rivolge, per questo triste adempimento, al comune di Subbiano. A precisa domanda il Cerofolini ha detto che il Comune ha sempre fatto fronte egregiamente alle richieste ed i citati cimiteri sono attualmente in grado di funzionare al meglio anche in considerazione della previsione di estumulazioni di tombe per le quali è scaduto il termine di concessione. Abbiamo segnalato all’Assessore Cerofolini che il comune sentimento di pietà verso i defunti mal concepisce questa attività di estumulazione ritenendo che il sonno dei defunti non debba essere turbato con odiose scadenze burocratiche ed il Cerofolini ci ha precisato che in realtà la Giunta parlando di estumulazione ha voluto prendere un provvedimento a favore dei cittadini: ci sono delle tombe ormai di fatto abbandonate e la cui manutenzione costituisce un costo non desiderato dai parenti; ecco, in questi casi, a seguito di richiesta dei parenti, i resti mortali verranno estumulati senza alcuna richiesta di contributo (circa 180 euro fino ad oggi) per i privati, ma a totale carico del Comune che provvederà , poi,a sistemare la cassettina contenente quanto estratto dalla tomba nella specifico piccolo loculo detto fornino. Parrebbe dunque che alla domanda se a Subbiano è proibito morire si risponda di no.

 Stampa  Email

ANCORA SUL NUOVO CIRCOLO DI CHIAVERETTO

ANCORA SUL NUOVO CIRCOLO DI CHIAVERETTO

Su altra pagina di questo giornale abbiamo riferito su un incontro del 3 giugno u.s. presso l’attuale circolo del Chiaveretto tra alcuni consiglieri di minoranza e la popolazione locale.

 Stampa  Email

CHIAVERETTO – INCONTRO DI ALCUNI CONSIGLIERI COMUNALI

CHIAVERETTO – INCONTRO DI ALCUNI CONSIGLIERI COMUNALI CON LA GENTE DEL POSTO

Mercoledì 3 giugno alle 21,30 si è tenuto un incontro – dibattito nel salone del circolo del Chiaveretto tra tre consiglieri comunali di minoranza del Comune di Subbiano ed alcuni cittadini del posto. Tra i consiglieri Erica Falsini, che tra l’altro è segretario del PD di Subbiano, e Vasco Bobini, noto commerciante di Subbiano e già candidato sindaco, attualmente consigliere di minoranza. Tra il pubblico, complessivamente 26 persone, i nomi più rappresentativi della zona.

 Stampa  Email

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.