SUBBIANO- LORENA VENTURINI E L’ARCHEOLOGIA

SUBBIANO- LORENA VENTURINI E L’ARCHEOLOGIA

Il 9 luglio in Piazza Castello a Subbiano Lorena Venturini, esperta ed appassionata archeologa, presenterà un programma relativo alla via Romea di Stade corredato da filmati e fotografie. Si tratta di un percorso medievale che partendo,appunto, da Stade nella Bassa Sassonia, Germania del nord, portava a Roma i pellegrini tedeschi.

Qualcosa di simile alla Via Francigena che portava a Roma dalla Francia. Allora si viaggiava prevalentemente a piedi e questo abate tedesco aveva scritto una vera e propria guida per i pellegrini che venivano in Italia ed a Roma. Veniva indicato il tracciato, i posti di ristoro e di sosta, i cosiddetti ospitali, i paesi attraversati, le caratteristiche ambientali ecc… Questa guida venne compilata nel 1236, cioè quasi 800 anni fa, e da allora molte cose sono accadute. Guerre, temporali, modificazione di abitudini ed altro che hanno condizionato la strada; ma il tracciato è arrivato fino a noi anche se incompleto. Alcuni anni fa, in Germania, si è costituita un’associazione avente per scopo la riscoperta della nostra via Romea di Stade. Poi c’è stato un risveglio di interesse anche in Italia e alcuni appassionati e studiosi si sono associati con gli stessi scopi dell’associazione tedesca con la quale si sono messi in contatto. Così è stato possibile ridefinire il tracciato originario: per la parte che riguarda noi,dalla valle del Savio, in Romagna, attraversa il Passo di Serra che da Bagno di Romagna porta in Valle Santa (Corezzo) e da qui a Campi (presso il Corsalone), quindi passa da Subbiano per poi proseguire per Arezzo, il Lago Trasimeno ed infine Roma. Il nome di Subbiano viene indicato nella antica guida; questo significa che la nostra terra era internazionalmente conosciuta anche tanti secoli fa. Per chi si rechi presso la vecchia Chiesa parrocchiale di Santa Maria della Visitazione di Subbiano, troverà, nella antica Cappella laterale subito a destra dopo l’ingresso, un dipinto che raffigura il monaco Alberto con il proprio corredo di viaggio: evidentemente era passato di qui. A suo tempo il Comune di Subbiano si mise in contatto con questi signori tedeschi per concordare iniziative comuni al fine di valorizzare sia la strada che il turismo a piedi. Venne inviato a Stade l’allora Assessore Luigi Giusti, il quale partecipò anche ad una camminata su una parte di percorso della antica via. Da allora le iniziative si sono moltiplicate con l’adesione anche di alcuni comuni italiani tra cui Santa Sofia e Galeata in Romagna e Bibbiena in Toscana. Circa due anni fa venne effettuato un incontro presso il Comune di Subbiano a cui parteciparono diversi comuni italiani interessati alla cosa: si rafforzò il legame ed il desiderio di andare avanti con le iniziative. A questo punto occorre precisare che si tratta di organizzare e partecipare a camminate in gruppo lungo i vari tratti della strada con soste in particolari centri attrezzati, pranzi al sacco e cene e pernottamenti in alberghi e locande dei paesi attraversati. Si tratta di viaggi perfettamente organizzati, con guide esperte e itinerari prestabiliti che prevedono scarsa o nessuna difficoltà: hanno un costo che si riferisce ai pranzi ed ai soggiorni, ma le tariffe sono particolarmente contenute. Ecco, come sopra, tutto ciò verrà spiegato in Piazza Castello a Subbiano, dalla Sig.ra Lorena Venturini che svolge questa attività per pura passione e senza compenso per conto del Gruppo archeologico Giano; questo sodalizio ha sede in via Arcipretura su due bellissimi locali che sono le ex cantine dell’Opera Pia Boschi ristrutturate, oggi proprietà del Comune, che ha dato i locali in uso al Gruppo stesso. Corre obbligo ricordare che in quel piccolo museo si trovano alcuni interessantissimi reperti romani, etruschi e addirittura villanoviani, tutto materiale ritrovato nel comune di Subbiano ad opera dei ricercatori del gruppo tra cui amiamo ricordare il grande appassionato Ubaldo Barelli che fu tra i primi a promuovere la costituzione del museo e la ricerca dei preziosi reperti. Animatrici del Gruppo, come abbiamo detto, la Sig.ra Lorena Venturini e Presidente Monica Baccianella che , tra l’altro, è Assessore alla cultura del comune di Capolona. Siamo lieti di proporre questi appuntamenti culturali che completano, assieme ai vari Carnevale estivo e Feste di fine Estate il panorama dei programmi sociali della nostra cittadina.  

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.