1 luglio 2015 CONSIGLIO COMUNALE DI SUBBIANO

1 Luglio 2015 CONSIGLIO COMUNALE DI SUBBIANO

Un consiglio comunale ricco di spunti polemici in cui si è assistito a vivaci schermaglie tra Sindaco e Giunta e l’opposizione consiliare. Nel corso della seduta c’è chi dalla minoranza ha segnalato al Sindaco che la attuale “…vostra Giunta…” non rappresenta più la maggioranza della popolazione; con ciò volendosi riferire ai risultati della recente elezione regionale che non sembra aver premiato la coalizione attualmente al governo del Comune di Subbiano.

La seduta è cominciata con una sentita contestazione del consigliere Ilario Maggini, già sindaco , già vicesindaco ed assessore, attuale consigliere di opposizione per essere stato privato delle deleghe dall’attuale sindaco; ha riferito che durante una intervista di Teletruria, la sera prima, era venuto a conoscenza che tale Rossana Farini, addetta stampa del comune di Bibbiena, sarebbe anche addetta stampa del comune di Subbiano: ciò a totale insaputa dei consiglieri di Subbiano. Il Sindaco si è riservato di rispondere in proposito. Maggini ha anche protestato vivamente per l’assenza della bandiera del Comune e di una qualunque insegna dell’Amministrazione al funerale di Elio Innocenti di Calbenzano. Già vicesindaco e consigliere comunale è deceduto pochi giorni fa ed al suo funerale Maggini era andato in forma privata; lamentava l’ex sindaco, che durante il suo mandato ha sempre mandato il gonfalone comunale ed una rappresentanza ufficiale per defunti che erano stati amministratori comunali anche moltissimi anni prima. Una questione di sensibilità e di rispetto ha affermato l’Assessore Rossi, il quale ha comunicato di avere anch’egli partecipato al funerale e assolutamente non a titolo personale. Poi l’assemblea si è dedicata all’esame ed approvazione del bilancio preceduti da una lunga relazione del Sindaco e da una altrettanto lunga replica del consigliere Stefano Lavorca; questi, essendo ragioniere ed avendo ricoperto la carica di vicesindaco ed assessore al bilancio nella passata amministrazione ha fatto una complessa disamina delle attuali scelte dell’amministrazione con riferimento ai pregressi progetti politico-amministrativi. Lavorca ha fortemente richiamato l’attenzione dei consiglieri sulla estrema difficoltà di esaminare un documento tanto complesso con pochissime ore di anticipo ed ha richiesto una modifica del regolamento comunale nel senso di far precedere un congruo periodo di tempo alla convocazione del Consiglio, in modo che sia possibile esaminare con calma e riflessione gli atti in approvazione. Ci riserviamo di riferire sul bilancio perché anche noi come cronisti non abbiamo avuto modo di approfondire l’argomento e prima di affrontarlo in maniera sicura vogliamo sentire più dettagliatamente sia il Sindaco che il Rag. Lavorca. Il Consiglio comunale, per voce del consigliere Valdarnini si è detto d’accordo con Lavorca ed ha parlato della necessità di creare un nuovo e più moderno regolamento comunale.

Uno dei punti dell’ordine del giorno prevedeva una informativa al consiglio da parte dell’assessore all’urbanistica Alessandro Rossi il quale ha riferito che il comune di Subbiano dovrà adeguarsi alle nuove direttive regionali in materia di edilizia. “ …sull’urbanistica, dopo le elezioni regionali, il clima cambierà : verranno diramate istruzioni in modo di adoperare il minor suolo possibile per la nuova edificazione e si preveda di intervenire prevalentemente sull’esistente (cioè ristrutturazioni e restauro degli edifici)… “. “Consideriamo, poi, che all’urbanistica regionale sarà nominato l’assessore Ceccarelli, aretino e che ciò sarà utile per noi” ha soggiunto Alessandro Rossi. Comunque il comune di Subbiano provvederà ad aggiornare il regolamento edilizio ed urbanistico sulla base delle istruzioni regionali e dopo una consultazione degli utenti e dei professionisti del settore. Va da sé che, nella materia, sarà un mondo nuovo, infatti: mentre prima era il Comune che effettuava le scelte della pianificazione territoriale, in futuro tale potere sarà sempre più della Regione perché con il vecchio sistema si assisteva ad un spezzettamento irrazionale del territorio. Sono seguiti due punti in cui era prevista la correzione di alcuni errori materiali nelle planimetrie di Piano. Infine, sempre su intervento del Rossi si è discusso di un piano particolareggiato di iniziativa privata   relativo ad un’area situata in frazione Castelnuovo, località Santa Sesta. Il richiedente, la soc. A.E.C. Cini ha richiesto di poter realizzare un manufatto per impianti tecnologici su un’area di sua proprietà contigua all’esistente capannone. Verrà trasformata la destinazione d’uso di un’area di circa 2.000mq. con impegno da parte del privato di realizzare alcune opere di urbanizzazione primaria quale: un parco, un verde pubblico, alcune porzioni di viabilità pubblica,l’allargamento di un canale di scarico delle acqua piovane ed il rifacimento delle condutture fognarie, ormai datate, che verranno convogliate al depuratore comunale. La relazione tecnica è stata tenuta per i consiglieri comunali dal geom.Nardi di Subbiano e dalla sig.ra arch. Beoni di Arezzo anche per mezzo di un proiettore in cui si è potuto vedere l’area interessata prima e dopo l’intervento. Molto apprezzata la fattiva collaborazione del funzionario comunale Laura Paolucci. Il Consiglio comunale ha approvato l’adozione del piano rimandando ad un prossimo futuro la definitiva approvazione.  

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.