LETTERA A DE BARI SULLE FUSIONI TRA I COMUNI

LETTERA APERTA AD ANTONIO DE BARI, SINDACO DI SUBBIANO

Caro Sindaco,

ti parlo a proposito di una notizia che ho letto oggi, mercoledì 21.10.2015, nella cronaca di Arezzo di un quotidiano nazionale. Lì ho letto che, in una intervista che ti hanno fatto, avresti dichiarato la tua contrarietà ad una fusione del comune di Subbiano con Arezzo e che avresti ipotizzato la costruzione di un comune unico comprendente Subbiano, Capolona, Talla, Castelfocognano, Chitignano al fine di creare un comune basso casentinese. Prima di scriverti questa nota ho cercato in ogni modo di contattarti per avere eventuale conferma dell’intervista e delle tue dichiarazioni, ma non mi è stato possibile: né alla segreteria del Comune di Subbiano, né al tuo numero telefonico del Comune, né al cellulare tuo personale di cui, a suo tempo, mi fornisti il numero.

D’altra parte la notizia è valida ora e non può aspettare e devo pur dire qualcosa al proposito; devo parlare di queste fusioni perché: primo, si tratta di una notizia giornalistica e quindi deve avere rapida pubblicazione, e poi perché a suo tempo, quando affermai che era opportuno fare comune unico con Arezzo, dovetti sopportare ironie e sorrisini non da parte tua, ma di altri molto vicini a me ed a te all’epoca, come se avessi affermato delle stupidaggini. Un’ironia e sorrisini simili a quelli che ebbi a registrare quando, anni fa, manifestai tali idee all’allora Sindaco di un altro comune: per la storia, questo sindaco parlò di una “tegamata di cipolle”. Parto dal presupposto che l’intervista che ti hanno fatto e che è stata oggi pubblicata sia vera e riporti le tue affermazioni, mi induce a ciò la stima che ho per quella testata e per il collega che dirige le pagine locali: un subbianese di antica famiglia subbianese, nonchè ottimo giornalista; ma se così non fosse, ti prego di considerare tamquam non esset questo mio scritto. Ho sempre sostenuto che Subbiano e Capolona non sono Casentino, nel senso che ogni tendenza civile di ogni tipo sociale è rivolta, come è naturale che sia, ad Arezzo. Scuola, sanità, lavoro, spettacoli, frequentazione di esercizi commerciali, collocazione geografica (nella piana di Arezzo pur attraversata dall’Arno) e chi più ne ha più ne metta, sono rivolti ad Arezzo e così anche con riferimento ai comuni che oggi l’IRPET, emanazione dell’ISTAT, indica come possibili elementi di fusione Capolona, Civitella e Monte San Savino appunto. Avrai visto, come hanno sicuramente visto i 239 cittadini che sono rimasti nel partito che ti sostiene, che l’IRPET ha indicato Subbiano, Capolona, Civitella della Chiana, Monte San Savino ed Arezzo quali partecipanti ad un comune unico; e le valutazioni che questo ente da Roma fa non sono delle boutade elettorali, ma derivano da un serio studio delle tendenze socio- economiche, delle vere direzioni insomma delle varie realtà comunali. Ora tu viene fuori con una idea che, perdonami la franchezza, è politicamente errata e sa maledettamente di dimostrazione di muscoli partitica; sì, partitica in quanto Arezzo, Civitella, Capolona, Monte San Savino sono comuni a prevalenza rossa e con la prospettata fusione si verrebbe a creare un blocco unico di quel colore che va da Rigutino a Santa Mama e da Palazzo del Pero alle Vertighe. Questa è diventata una faccenda anche mia personale e mi rivolgo a te come persona oltre che come Sindaco, perché vedo che le mie previsioni erano giuste e che i sorrisini da me subiti erano fuori luogo, e ti chiedo cortesemente di rispondere e chiarire a questo giornale, il cui unico scopo è informare i cittadini di Capolona e Subbiano, le tue intenzioni di politico e di Amministratore in merito alle prospettate fusioni e se, alla luce di quanto ti ho qui prospettato, tu possa concordare con il sottoscritto.

Saluti Francesco Martini Direttore responsabile di questo giornale

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.