Subbiano:Consiglio comunale agitato.

RELAZIONE SULLA RIUNIONE DI CONSIGLIO COMUNALE DI SUBBIANO

Un Consiglio comunale piuttosto agitato come consueto a Subbiano: riportiamo i dati più salienti ad anche più piccanti. Di piccante c’è stato il diverbio tra il Sindaco De Bari e l’ex Sindaco Maggini: Maggini ha chiesto se corrispondesse al vero una presunta affermazione che il De Bari avrebbe fatto a proposito della passata gestione del comune di Subbiano nel senso che attualmente egli DeBari doveva curarsi di rimediare agli errori commessi dalla precedente Amministrazione.

De Bari rispondeva attaccando e sostenendo che queste erano semplici voci diffamatorie. Maggini dichiarava la sua insoddisfazione della risposta e sembra che continuasse a brontolare a mezza voce e, almeno a quanto affermato dal De Bari, questo brontolio era una forma di boicottaggio messa in atto proprio quando aveva la parola lui come sindaco; DeBari chiamava in causa Lorenzo Valdarnini che, come presidente del Consiglio, doveva richiamare il Maggini che intanto veniva definito “impertinente”. Questo il pizzico di sale sui cittadini di Subbiano. Qualche altro pizzico ne è stato lanciato dalla opposizione consiliare: da Lavorca, Bobini, Falsini e Maggini. In particolare è stata lamentata l' inerzia dell’attuale Amministrazione nell’eseguire opere di pubblico interesse, insomma carenza nello svolgere il proprio lavoro di amministratori. Per tutti ha risposto il dott. Alessandro Rossi, Assessore all’urbanistica, il quale ha elencato i lavori eseguiti da quando questa amministrazione è entrata in carica “Dopotutto poco più di un anno fa”: 1) conclusione dei lavori alla scuola d’infanzia (asilo) con ampliamento della mensa al fine di evitare che il cibo venga acquistato in catering, invece che essere direttamente cucinato qui. Inoltre la scuola è stata adeguata alle regole della prevenzione incendi e sismica; 2) realizzazione campetto di calcio in Via Barbiera , dietro la A&O, presso Casa la Marga. Inaugurato oggi. 3) lavori di riqualificazione in Piazza Risorgimento (ex piazza nova ) e in Piazza Garibaldi ( davanti alle scuole ed al monumento ai caduti) mediante asfaltatura; 4) realizzazione di pallone di copertura del campo da tennis; 5) rifatti e messi a norma gli spogliatoi del campo di calcio di Falciano; 6) progressione dell’iter di finanziamento con la Regione Toscana per i lavori di sistemazione della frana della Piaggia; 7) piccola, ma costosa manutenzione, realizzata da ditte esterne, di marciapiedi (Viale Martiri) e caditoie in varie località; 8) partiti i lavori per la ultimazione del sottopasso tra viale Martiri e Via Giotto e prossimo inizio dei lavori per la realizzazione dei sottoservizi alla lottizzazione “Rocolino”. Nauralmente l’opposizione ha insistito sulle sue posizioni. In particolare Erica Falsini, segretario comunale del PD, che affronta vari temi: manutenzione degli argini dell’Arno a Santa Mama sollevando i cittadini dall’impegno di tagliare gli alberi che ostacolano il corso delle acque; costruzione di un fognone al fine di regimare le acque in località “Il Palazzo” ed, in particolare, anche a Castelnuovo “…che quando piove sono sempre sott’acqua quelli che hanno le case lungo la fascia ai piedi del castello…” Inoltre: “ ..chiedo se i locali di Via Matteotti dati in uso all’Associazione Carabinieri in congedo possono essere utilizzati anche da altre Associazioni e possano essere a disposizione di tutti i cittadini…” Il sindaco risponde affermativamente e l’Ass. Rossi ricorda che per tali iniziative è sempre disponibile anche “…questa stessa sala ove si tiene il Consiglio Comunale”. La Falsini poi chiede chiarimenti in merito a passate iniziative relative al famigerato impianto di produzione elettrica di Serboli e ricorda l’esistenza di una corposa raccolta di atti e relazioni relative al problema; insieme a Lavorca, poi, la detta consigliera di opposizione chiede notizie relativamente alle cause civili pendenti che riguardano il Comune ed il Sindaco fa un lungo elenco, con singole spiegazioni. SI TRATTA DI DIECI CAUSE sul piano civile, senza tener conto dell’emergente sul penale. Infine, la Falsini, ma tutta l’opposizione, chiede che sia riparata la strada dell’Alpe di Catenaia. Su questo, come su altri argomenti, avremo l’opportunità di approfondire tramite specifica intervista alla consigliera che riguarderà anche la richiesta da lei fatta al Sindaco di sottoscrivere un documento sull’ antidiscriminazione del mondo omosessuale promosso da altri enti.

Lavorca ha, poi, tirato un’altra manciatina di sale contro il sindaco quando ha chiesto la risposta ad una sua vecchia interrogazione sul bilancio: “… una richiesta vecchia: per prepararla ho impiegato tre giorni e tu Sindaco, mi rispondi dopo sei mesi…ti sembra un metodo giusto?...”Anche in questo caso approfondiremo il tema col consigliere Lavorca. Vivaci anche gli interventi del consigliere Bobini che ha sollevato il problema del fermo dei lavori per la costruzione della centrale idroelettrica di Ponte Caliano; il Sindaco ha risposto che si tratta di uno stop deciso della Soprintendenza per asseriti motivi, non storici, ma paesaggistici. La Provincia ha citato la Soprintendenza ed il nostro comune si è accodato nominando un suo avvocato per aiutare la Provincia. Il vicesindaco Cerofolini ha dichiarato che l’atto della soprintendenza produce un danno al Comune perché dalla realizzazione della centrale sarebbe entrato in cassa il 3% dell’utile e perciò afferma di essere dell’opinione che vengano richiesti i danni in tal senso al Ministero per i beni culturali. Bobini ha , inoltre, chiesto notizie sul “medico a bordo delle ambulanze, se c’è o non c’è…” Il sindaco ha risposto di essersi attivato con il Direttore della ASL Dott. Desideri il quale lo ha informato che attualmente sono stati costretti a togliere il medico a bordo perché c’è stata una serie di accadimenti che hanno ridotto il numero dei medici sa disposizione e pertanto il nostro medico doveva essere destinato a ricoprire incarichi essenziali all’interno della struttura ospedaliera. Comunque Desideri ha assicurato che, appena risolta questa crisi imprevista, il medico sarà rimandato alle nostre ambulanze. Naturalmente gli argomenti trattati e gli interventi sono stati molti di più di quelli qui riportati, ma dobbiamo ometterne per motivi di leggibilità.  uessto

 Stampa  Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Autorizzazione del tribunale di Arezzo n. 5 rilasciata in data 25 settembre 2014

Direttore responsabile e proprietario del sito web: Francesco Martini ordine nazionale giornalisti n. 153301

 

 

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.